ipoteca Agenzia delle Entrate-Riscossione (ADER) ex Equitalia


Ipoteca equitalia illegittima sotto gli 8 mila euro – una sentenza tombale

Diego Conte - 26 Aprile 2012


Nuovo e, forse, definitivo colpo alla vessatoria pratica di Equitalia di iscrivere ipoteca per importi bagatellari è arrivato dalla Corte di Cassazione con la recentissima sentenza numero 5771/2012. Come noto, l'articolo 77, DPR 602/1973, quello che autorizza esplicitamente Equitalia a iscrivere ipoteca sui beni immobili dei contribuenti per crediti “pubblici” (fiscali e non solo), è stato per lungo tempo oggetto di molte contese, in quanto il precedente articolo 76 autorizza l'espropriazione e, quindi, la vendita forzosa dei medesimi beni immobili soltanto se il credito azionato è superiore a € 8.000,00. Ci si chiedeva, infatti, se fosse possibile iscrivere ipoteca nei [ ... leggi tutto » ]


Ipoteca illegittima se equitalia non produce copia delle cartelle e delle relate di notifica

Ornella De Bellis - 13 Dicembre 2011


Tale prova si ottiene solo con l'esibizione in giudizio, da parte del concessionario della riscossione, delle copie delle cartelle insieme alle rispettive relate di notifica. Sono queste le conclusioni a cui è giunta la Commissione Tributaria Provinciale di Milano secondo la quale il concessionario, e l'ente impositore, per l'iscrizione di ipoteca si riferiscono alla definitività di un atto prodromico (la cartella di pagamento) assunto divenuto definitivo senza produrlo e comprovarne la definitività nei riguardi del ricorrente". In pratica, i giudici evidenziano l'onere del concessionario di produrre in giudizio sia gli atti precedenti all'iscrizione di ipoteca (ossia le cartelle esattoriali) e [ ... leggi tutto » ]


Iscrizione di ipoteca esattoriale – per la cassazione si tratta solo di una misura cautelare e non di atto preordinato ad espropriazione

Chiara Nicolai - 23 Novembre 2011


E' nell'esperienza quotidiana l'imbattersi in iscrizioni di ipoteca effettuate dall'Agente della Riscossione sugli immobili dei contribuenti. Non pare azzardato affermare che queste misure (la cui natura è da alcuni qualificata come meramente cautelare e da altri come strumentale all'espropriazione forzata) non di rado siano adottate in maniera illegittima. Se possono dirsi ormai scomparse le iscrizioni di ipoteca a garanzia di crediti inferiori ad € 8.000,00 (diffusissime fino a poco più di un anno fa), non altrettanto può dirsi di altri vizi che spesso inficiano la validità di tali misure. In particolare, in giurisprudenza si dibatte sulla necessità che l'iscrizione di [ ... leggi tutto » ]