ici - imposta comunale sugli immobili


Debiti di un venditore

Simone di Saintjust - 5 Marzo 2011


Sto comprando una casa che viene da due successioni ancora non accettate. Cioè, un fratello lascia in eredità una casa a due altri fratelli. Ora uno di loro, che viveva in quell'immobile, è deceduto.Anche lui non era sposato. Il fratello in vita (il venditore) pretende di fare la trascrizione dell'accettazione tacita al momento del rogito. Che rischi ci potrebbero essere? Poi ho sentito che, se il vecchio proprietario non ha pagato le imposte sull'immobile, lo Stato ha il privilegio sull'immobile anche se è stato venduto, in base all'articolo 2771. Il privilegio dello Stato sugli immobili significa che se il vecchio [ ... leggi tutto » ]


Cartelle esattoriali – termini di notifica ed altro

Simone di Saintjust - 17 Febbraio 2011


vi sottopongo alcuni quesiti sperando che riusciate a darmi delle soluzioni anche se ci vorrebbero dei miracoli: 1) devo impugnare delle cartelle esattoriali inail ruolo 2009 esecutivo 25 ottobre 2009 e notificate nel 2011 agli inizi di febbraio; debito irap, irpef iva ecc ruolo 2010 esecutivo 11 giugno 2010 e notificato il 01/02/2011; ici anno 2005 ruolo 2010 esecutivo 08/10/2010 notificata 01/02/2001. 2) mi sapreste indicare o dove posso trovare tutti i codici tributi che non si trasmettono agli eredi? 3) dopo aver ipotecato tutti gli immobili, pare che abbiano posto il fermo amministrativo senza alcuna comunicazione anche su tutti [ ... leggi tutto » ]


Il pignoramento dello stipendio non può interessare una quota maggiore di un quinto, per tutti i creditori

Chiara Nicolai - 20 Settembre 2010


Buongiorno e piacere è la prima volta che scrivo sul sito sono un ragazzo di 27 anni che vive ancora con i genitori, indebitato per colpa delle tasse da pagare….e della mia incoscenza giovanile. Ho un lavoro a tempo indeterminato con paga di 1100 euro. Elenco la mia situazione debitoria di credito al consumo (non indico le tasse-quelle le sto pagando a rate…): - Euro 4600 carta di credito agos; - Euro 2265 carta di credito Unicredit; - Euro 2500 finanziamento Carifin; - Euro 800 scoperto c/c unicredit; - Euro 1100 scoperto c/c Sella. Tutti questi debito sono ormai in [ ... leggi tutto » ]


Fra cessione volontaria e pignoramento forzato, i 3/5 dello stipendio possono andare in fumo

Chiara Nicolai - 19 Settembre 2010


Consulenze da parte di un esperto non siamo in grado di fornirle, Francesco. Si deve accontentare delle mie affermazioni che hanno un grado di attendibilità del 50%. In pratica un post è attendibile, nell'altro scrivo solo fesserie. Ciò premesso le dico che, oltre alla cessione del quinto, che è opzione volontaria, il suo stipendio netto potrà essere sottoposto ad un prelievo forzoso del 20%, finalizzato a soddisfare i crediti di natura finanziaria da lei ottenuti e non rimborsati. Un altro quinto (sempre dello stipendio al netto delle ritenute di legge e non della cessione o di eventuali pignoramenti) potrà essere [ ... leggi tutto » ]


Prescrizione dei debiti – cartelle esattoriali multe tasse e poco altro

Chiara Nicolai - 1 Febbraio 2009


I creditori - cioè i soggetti che, nella fattispecie, sono legittimati a pretendere un qualsiasi pagamento - sono tenuti ad esercitare lo stesso entro un termine di tempo, fissato dalla legge caso per caso.  Trascorso tale termine, il nostro debito si estingue per prescrizione e nessuno potrà più pretenderne il pagamento. Di seguito pubblichiamo un utile promemoria dei debiti e dei loro tempi di prescrizione. Con particolare riferimento alla prescrizione per debiti derivanti da prestiti con banche e finanziarie, da cartelle esattoriali, multe e tasse. [ ... leggi tutto » ]