famiglia separazione addebito



Separazione personale » fare figli in ritardo per dedicarsi alla carriera non è causa di fallimento del matrimonio: nessun addebito al coniuge

Andrea Ricciardi - 13 Novembre 2014


Non va addebitata la separazione personale al coniuge che ha voluto attendere, prima di mettere su famiglia, per puntare sulla propria carriera. Nell'ambito di una separazione personale, l'idea di mettere su famiglia dopo alcuni anni di matrimonio, una volta conseguita una maggiore stabilità lavorativa, non può essere causa del fallimento di un rapporto di coppia. Questo, riassunto in breve, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 24157/14. Da quanto si apprende dalla pronuncia appena esplicata, non sussiste nessun addebito della separazione personale, se un coniuge non vuole subito figli per puntare sulla carriera: ciò non può essere causa del [ ... leggi tutto » ]


Separazione personale » in caso di tradimento reciproco l’addebito grava sul coniuge che ha commesso l’adulterio per primo

Genny Manfredi - 14 Ottobre 2014


In caso di tradimento reciproco tra due coniugi, l'addebito della separazione personale ricade su chi ha "cornificato" per primo. Quando sussiste un tradimento reciproco, se la relazione extraconiugale di uno dei due coniugi è servita a dare il via alla crisi della coppia, è a quest’ultimo che va imputato l'addebito per la separazione e non, invece, a entrambi. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 21596/14. Lui tradisce lei, lei tradisce lui, ma quella della donna è una reazione: rottura addebitabile all'uomo. Ricostruita la dinamica delle rispettive relazioni extraconiugali del marito prima e della moglie poi. [ ... leggi tutto » ]


Separazione » ex moglie affetta da shopping compulsivo? l’addebito è legittimo

Andrea Ricciardi - 20 Novembre 2013


Separazione a causa di violazione dei doveri matrimoniali con furti di denaro ai familiari per comprare vestiti, borse e gioielli: il disturbo dello shopping compulsivo non sconfessa il reo, pertanto l'addebito è legittimo. La separazione personale deve essere addebitata al coniuge affetto da sindrome da shopping compulsivo che lo porta a sottrarre somme di denaro a familiari e terzi pur di soddisfare l'irrefrenabile istinto a comprare beni mobili. Detta condotta costituisce una violazione dei doveri matrimoniali che rende intollerabile la convivenza. Non conta il fatto che essa sia dettata da un un disturbo della personalità che in questa fattispecie non [ ... leggi tutto » ]


Separazione legale fra coniugi – lo shopping compulsivo è causa di addebito

Ornella De Bellis - 26 Aprile 2013


Il secondo comma dell'articolo 151 del codice civile prevede che il giudice, pronunciando la separazione, dichiara, ove ne ricorrano le circostanze e ne sia richiesto, a quale dei coniugi essa sia addebitabile, in considerazione del suo comportamento contrario ai doveri derivanti dal matrimonio. L'addebito della separazione è, dunque, una sorta di sanzione contro la violazione dei doveri familiari e coniugali. Come in più occasioni ribadito dalla Corte di Cassazione la pronuncia di addebito non può fondarsi sulla sola inosservanza dei doveri coniugali, implicando, invece, tale pronuncia la prova che la irreversibile crisi coniugale sia ricollegabile esclusivamente al comportamento volontariamente e [ ... leggi tutto » ]


Separazione con addebito dopo la riconciliazione

Antonella Pedone - 24 Ottobre 2010


L'addebito della separazione può essere pronunciato per le violazioni dei doveri coniugali successive ad una precedente riconciliazione. Successivamente alla separazione, i coniugi possono conciliarsi in ogni momento, riprendendo a convivere. La ripresa della convivenza comporta il venir meno dello status di "separati". Conseguentemente rivivono i diritti ed i doveri propri del rapporto coniugale, tra cui quelli di fedeltà e di reciproca assistenza spirituale, oltre che materiale, di cui all'articolo 143 del Codice civile. Ne deriva che le eventuali violazioni di tali doveri successivamente alla riconciliazione potrebbero portare ad una nuova separazione con addebito al coniuge colpevole. In tal senso si [ ... leggi tutto » ]