eredità - accettazione tacita ed espressa


Tasse non versate da madre deceduta e rinuncia eredità

Andrea Ricciardi - 3 Ottobre 2012


Siamo venuti a conoscenza che mia madre aveva un finanziamento da pagare e delle tasse non versate Mia madre è deceduta il 16 maggio 2012. Ho 4 fratelli e siamo venuti a conoscenza che mia madre aveva un finanziamento da pagare e delle tasse non versate. Per adesso abbiamo avvisato la banca del decesso e dal conto corrente non abbiamo tolto un euro. L'unica cosa che è stata fatta è quella di aver restituito alla banca il bancomat e gli assegni. IO PERSONALEMNETE HO RESTITUITO IL TELEPASS di mia madre alla società autostrade (veniva usato su una autovettura a me [ ... leggi tutto » ]


Accettazione tacita di eredità

Loredana Pavolini - 19 Settembre 2012


Un errore può portare ad accettazione tacita eredità? Un'informazione in merito all'accettazione tacita di eredità. Mio padre è deceduto circa un mese fa. Eredi legittimi siamo io mia madre e i miei due fratelli. L'eredità consiste esclusivamente in un conto corrente bancario con importo inferiore ai 2000 euro in quanto il mio genitore non era possessore di altri beni. Nel frattempo ho chiuso il conto corrente bancario di mio padre in quanto vorrei utilizzare l'esigua somma per il pagamento di parte delle spese cimiteriali e del funerale. In banca ho presentato certificato di morte, atto sostituitivo di notorietà, e una [ ... leggi tutto » ]


Notificare con raccomandata ar la rinuncia dell’eredità ai creditori

Chiara Nicolai - 19 Settembre 2010


Innanzitutto ringrazi sempre e si tenga caro quel suo amico, che l'ha consigliata ad effettuare la rinuncia pura e semplice dell'eredità. Il problema per cui lei riceve cartelle e sollecitazioni di pagamento è che i creditori non sanno della sua rinuncia. Appena vengono a conoscenza della morte del debitore si procurano uno stato di famiglia al decesso e vanno a caccia dell'erede senza premurarsi di controllare la presenza - presso il Trbunale dove è stata aperta la successione (quello competente in base all'ultima residenza del de cuius) - di una registrazione dell'eventuale rinuncia all'eredità. Del resto in Italia pochi sanno [ ... leggi tutto » ]


Accettazione dell’eredità con il beneficio di inventario

Chiara Nicolai - 19 Settembre 2010


Lei ha accettato con beneficio di inventario e dunque avrà la possibilità, non appena la situazione patrimoniale di suo marito le diventerà più chiara, di decidere se accettare o rinunciare all'eredità. Nel primo caso dovrà pagare anche l'avvocato della controparte. Nel secondo caso, invece, dovrà pagare solo il suo avvocato. L'accettazione dell'eredità con il beneficio di inventario richiede necessariamente il coinvolgimento di un notaio e quindi è inevitabile affrontare le spese notarili. Ma, nella sua situazione, era l'unica strada da seguire. Abbia fiducia nel suo avvocato. La discussione continua in questo forum. Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, [ ... leggi tutto » ]


Rinuncia all’eredità – formazione dell’inventario

Chiara Nicolai - 19 Settembre 2010


Il notaio vi avrà certamente informate che sua madre deve formare l'inventario dei beni del defunto, di cui è in possesso, entro 3 mesi dal giorno dell'apertura della successione, decorso il quale verrà considerata erede. Poi, dopo aver formato l'inventario, sua madre ha altri 40 giorni per decidere se accettare o meno con beneficio di inventario, se rinunciare, se accettare in modo puro e semplice. La discussione continua in questo forum. Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum. [ ... leggi tutto » ]