efficacia probatoria degli atti e querela di falso

Notifica cartella esattoriale via posta - se ricevente non individuabile nullità solo con querela falso

Simone di Saintjust - 15 Giugno 2011

In ordine alla notifica della cartella esattoriale la Commissione Tributaria Regionale adita dalla contribuente aveva affermato in sentenza che:  "Tale avviso di ricevimento deve attestare la persona cui la cartella esattoriale è stata consegnata in maniera che via sia la presunzione che attraverso di essa l'atto sia stato portato a conoscenza del destinatario. Nel caso che ci occupa invece la contribuente afferma di non aver ricevuto detta cartella esattoriale e invero la ricevuta dell'avviso reca una firma inintelligibile da cui non è possibile individuare la persona cui sarebbe stata consegnata" . Il giudice di merito, pertanto, effettivamente aveva ritenuto la nullità [ ... leggi tutto » ]

Scandalosa dichiarazione di notifica

Simone di Saintjust - 2 Dicembre 2010

Oggi 1/12/2010 mi è stata notificata un'infrazione (autovelox) commessa il 17.08.2010. Poichè per le infrazioni commesse a partire dal 14.8.2010 il tempo disponibile alla polizia per notificare la multa è 90 giorni, ero tutto contento avendo un valido motivo di ricorso (notifica in 106 gg., cioè oltre i termini). Rimango scandalizzato nel leggere però che la notifica avverrebbe "quando l'accertatore consegna il plico alle poste". Questi sch****i dichiarano nel verbale di aver spedito il plico il 14.10.2010, in tempo, e sarebbero poi le poste ad averci messo oltre un mese e mezzo. Si può fare ricorso lo stesso ? Come [ ... leggi tutto » ]

Cosa è il verbale di una multa e che valenza giuridica assume?

Giuseppe Pennuto - 20 Ottobre 2008

Vorrei sapere cosa è un verbale di multa per violazione del codice della strada e che valenza giuridica gli può essere attribuita. Grazie per la risposta Pasquale Fiorentino La prima regola generale è che, quando sia possibile, la violazione dev’essere immediatamente contestata tanto al trasgressore che alla persona obbligata in solido al pagamento. [ ... leggi tutto » ]

Protesto di un assegno – come il creditore può recuperare il credito e il debitore limitare il danno

Chiara Nicolai - 19 Agosto 2008

A chiunque può capitare di emettere un assegno parzialmente o totalmente a vuoto, e c'è sempre il malcapitato che lo riceve in pagamento. In questi casi, il più delle volte, non si sa cosa fare. E' utile e conveniente per il creditore procedere al protesto dell'assegno? E quali sono le conseguenze per il debitore inadempiente? In questo articolo il consulente legale prova a spiegare ad entrambi, passo dopo passo, con le semplici parole di tutti i giorni, quali le iniziative da intraprendere e le misure da adottare. Si tratta di informazioni efficaci, all'uno per recuperare il credito e all'altro per [ ... leggi tutto » ]