Rinuncia all'eredità (raccolta di post)

Quando il creditore può accettare l'eredità in nome e per conto del debitore rinunciante

Chiara Nicolai - 18 settembre 2010

Purtroppo Giancarlo, sul suo debito non è invocabile alcuna prescrizione, dato che prima del 31 dicembre 2010 una finanziaria (cui è stato evidentemente ceduto il credito garantito dalla sua fideiussione) le ha chiesto di regolarizzare la sua posizione. Qualsiasi donazione dei beni di proprietà ad opera di un debitore può essere revocata dal giudice se il creditore riesce a provare (e in alcuni casi non è poi così difficile) che la donazione aveva lo scopo di evitare l'escussione forzata del debito. Suo figlio erediterà (di qui a 100 anni) anche i suoi eventuali debiti. Potrà comunque rinunciare all'eredità. Lei non [ ... leggi tutto » ]

Debiti di figli minorenni

Simone di Saintjust - 11 agosto 2010

Ho ricevuto una cartella esattoriale intestata a mia figlia che ha solo 8 anni, sono tutti i debiti lasciati dal padre, morto quasi 5 anni fa con cui non ero sposata, ma solo convivevo e che ha riconosciuto la bambina. Devo rispondere io di questa cartella esattoriale? E se non pagassi che cosa succederebbe? Chi mi può chiarire la situazione legale/ fiscale mia e di mia figlia? Per i chiamati all'eredità minorenni la legge prevede obbligatoriamente l'accettazione con beneficio di inventario Quando la piccola compirà la maggiore età potrà accettare o rinunciare all'eredità lasciata dal padre, ivi comprese le cartelle [ ... leggi tutto » ]

Recupero crediti inps su eredi del pensionato deceduto

Paolo Rastelli - 7 ottobre 2008

Quando l'indebito percepito dal pensionato deceduto risulti conseguente alla omessa o incompleta segnalazione, da parte dell'interessato, di fatti incidenti sul diritto o sulla misura della pensione, che non siano già a conoscenza dell'Istituto, L'INPS procede al recupero delle somme indebitamente percepite, senza alcuna limitazione temporale, in quanto la omissione viene in sostanza equiparata dal legislatore al dolo, il che ne consente in ogni caso la recuperabilità. Ed infatti, i termini di prescrizione decennali del credito decorrono, qualora l'indebito sia da ricollegare a situazioni che devono essere comunicate dal pensionato, dalla data della comunicazione stessa. Vengono ricompresi nel comportamento doloso - [ ... leggi tutto » ]

Volevo porle alcune domande in merito ad un caso di fallimento di un azienda con conseguente richiesta di risarcimento danni dalla parte lesa

Loredana Pavolini - 25 settembre 2008

Volevo porle alcune domande in merito ad un caso di fallimento di un azienda con conseguente richiesta di risarcimento danni dalla parte lesa. Premettendo che è stata fatta la rinuncia all'eredità. - è possibile che, rinunciando all'eredità del defunto che ha prodotto i debiti possano comunque chiedere somme di denaro o pignorare i beni degli eredi rinunciatari? - è possibile che il giudice non valuti il documento che attesta l'effettiva rinuncia da parte degli eredi e permetta il pignoramento dei beni? - è possibile che l'avvocato della parte lesa possa entrare in casa degli eredi rinunciatari insieme all'ufficiale giudiziario per [ ... leggi tutto » ]

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca