comunione dei beni

Convivenza more uxorio - non è applicabile il regime di comunione dei beni fra coniugi

Ludmilla Karadzic - 1 Febbraio 2014

La convivenza more uxorio è legata a doppio filo al concetto di famiglia di fatto. Con l'espressione famiglia di fatto deve intendersi l'unione tra due persone, anche dello stesso sesso, che convivono come in un matrimonio. La Corte d'Appello di Milano, infatti, ha esteso la nozione legale di conviventi more uxorio, comprendendovi anche le coppie omosessuali, per le quali deve valere, secondo i giudici, il diritto a un trattamento omogeneo a quello assicurato dalla legge alla coppia coniugata. La Corte di Cassazione, con la sentenza numero 7214 del marzo 2013, si è spinta oltre, sancendo che il convivente more uxorio [ ... leggi tutto » ]

Il mutuo e la crisi » consigli ed informazioni per gli italiani

Gennaro Andele - 19 Dicembre 2013

Il dramma della crisi, per molti italiani, si traduce nel veder sfumare il progetto di vita più caro e ambizioso, acquistare la propria casa con un mutuo. Secondo i dati, di alcune associazioni di difesa di consumatori ed utenti bancari finanziari ed assicurativi, nel 2013 il numero dei pignoramenti è cresciuto del 10,3%, per una crescita complessiva del 110% nel periodo 2008-2013. Tantissimi cittadini hanno dovuto gettare la spugna, incapaci di onorare il mutuo con le banche. Un passaggio difficile, nella vita di una famiglia e di una coppia, che spesso si rivela anche complicato, perché non tutti conoscono perfettamente [ ... leggi tutto » ]

Separazione e casa familiare » vademecum per coniugi separati

Gennaro Andele - 22 Novembre 2013

Obiettivo dell'articolo è informare il lettore su tutte le problematiche riguardanti la casa familiare dopo la sentenza di separazione. Cominciando dall'assegnazione dell'immobile fino alle spese da pagare. Ecco tutto ciò che bisogna conoscere. Assegnazione della casa dopo la separazione Dopo la separazione, spesso si pone il problema di chi dovrà abitare l'ex casa familiare e di chi sarà obbligato al pagamento di tasse e spese relative all'immobile. Bisogna fare innanzitutto alcune distinzioni. Se la coppia, ad esempio, ha figli, ormai, l'indirizzo costante della giurisprudenza è quello di assegnare la casa al coniuge a cui sia affidata la prole. Secondi i [ ... leggi tutto » ]

Separazione » tutto ciò che c'è da sapere sulla divisione delle spese

Carla Benvenuto - 15 Novembre 2013

Separazione: Obiettivo dell'articolo è aggiornare il lettore su tutte le problematiche riguardanti la divisione delle spese tra ex coniugi: si va dal diritto di abitazione alle tasse, dalle bollette alle rate del mutuo o della finanziaria da pagare. Ecco tutto ciò che occorre sapere su come vanno frazionati gli oneri in caso di separazione. Si perchè quando due coniugi optano per la separazione, il problema che nasce più spesso è quello riguardante la suddivisione delle spese e dei debiti, se ci sono, ancora pendenti sulla famiglia. La domanda sorge spontanea: Chi dovrà pagare tasse e bollette? Chi beneficerà delle detrazioni [ ... leggi tutto » ]

Cessione del quinto » piccolo prontuario per il debitore

Gennaro Andele - 14 Novembre 2013

La Cessione del quinto è un prestito personale con massima libertà di utilizzo della somma ricevuta. Il richiedente in cambio “cede” una parte del suo stipendio o della sua pensione (al massimo di un quinto) autorizzando il suo datore di lavoro a trattenere ogni mese dalla busta paga o dalla pensione la rata. Riguardo i requisiti per ottenerlo è bene notare che possono richiedere il prestito attraverso cessione del quinto tutti i cittadini italiani e stranieri dipendenti a tempo indeterminato presso una azienda statale, pubblica o parapubblica, privata e i pensionati. Per il calcolo della rata, va detto che il [ ... leggi tutto » ]

Panoramica sull'asta immobiliare giudiziaria » consigli ed avvertenze

Andrea Ricciardi - 13 Novembre 2013

Dopo i recenti articoli esplicativi, ecco una panoramica completa ed esaustiva sulla pratica dell'asta immobiliare. Chiarimenti, consigli ed avvertenze. Immobile all'asta aggiudicato e intestazione ad altra persona Partiamo col dire che una volta aggiudicato l'immobile all'asta, non è possibile farlo intestare ad altra persona nel decreto di trasferimento del giudice. Infatti, il soggetto che ha partecipato personalmente all'asta sarà il medesimo al quale l'immobile aggiudicato sarà trasferito. L'unico modo per consentire il trasferimento dell'immobile ad altra persona è partecipare per conto della stessa tramite procura speciale notarile, da allegare alla domanda di partecipazione all'incanto. Asta e comunione dei beni I [ ... leggi tutto » ]

Il coniuge legittimo ha sempre il diritto di abitazione sull'immobile

Carla Benvenuto - 21 Ottobre 2013

Dopo il decesso di uno dei due consorti, al coniuge legittimo spetta sempre il diritto di abitazione della casa familiare, anche se concorre con altri eredi. Questo fondamentale concetto è stato sancito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 20703/2013, ha stabilito che: In tema di successione necessaria, secondo cui al coniuge, anche quando concorra con altri chiamati, sono riservati i diritti di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare e di uso sui mobili che la corredano, se di proprietà del defunto o comuni. Tali diritti gravano sulla porzione disponibile e, qualora questa non sia sufficiente, per [ ... leggi tutto » ]

Eredita e successione con casa cointestata » come lasciarla ai miei nipoti?

Andrea Ricciardi - 4 Ottobre 2013

Al momento sono sposata, in regime di separazione dei beni, senza figli e la casa, dove oggi vivo con mio marito, è stata acquistata nel 1999 e ai tempi eravamo ancora fidanzati. Mentre nel contratto preliminare compariva il nome del mio futuro marito, nel contratto effettivo di compravendita, quanto nell'atto pubblico di rogito, abbiamo dovuto far comparire il nome del padre del mio fidanzato. Questo, in quanto il mio ragazzo aveva già intestata il 100% della casa dove abitavano i genitori. Quindi, per non perdere le minime agevolazioni prima casa, ho ceduto e per il rogito si è provveduto all'intestazione [ ... leggi tutto » ]

Matrimonio e patrimonio » un prontuario da conservare con cura

Carla Benvenuto - 12 Settembre 2013

I due termini matrimonio e patrimonio trovano la loro genesi già nel Diritto Romano: infatti, se con il termine matrimonio (dal latino matrimonium, ossia mater, madre, e munus, compito) si indicava il “compito della madre”, con il termine patrimonium si indicava il “compito del padre”. Matrimonio quale unione di intenti, religiosi, economici, ma che abbisogna di regole e garanzie in una struttura statale. Lo Stato Italiano ha dato valore e tutela costituzionale alle famiglie quali società naturali fondate sul matrimonio (articolo 29 Cost.). L'evoluzione sia del costume sia della mentalità giuridica ha determinato la riforma del diritto di famiglia del [ ... leggi tutto » ]

Fondo patrimoniale e trust – è possibile davvero non pagare i debiti a creditori e fisco?

Chiara Nicolai - 21 Agosto 2013

La regola generale è che l'imprenditore individuale risponde dei debiti relativi alla propria attività con tutto il suo patrimonio, e non solo con la parte destinata all'esercizio dell'impresa. Per separare il patrimonio personale da quello dell'azienda è necessario ricorrere  agli strumenti che la legge mette a nostra disposizione. Il sistema più utilizzato  è  la costituzione di una società di capitali  (srl o spa).  In questo caso la legge prevede che la società risponde dei debiti solo con il proprio patrimonio, quindi il socio rischia solo il capitale conferito, o comunque ciò che ha messo a disposizione dell'impresa. Spesso, tuttavia, anche [ ... leggi tutto » ]