comunione dei beni

E' assoggettabile ad azione revocatoria l'atto di scioglimento della comunione finalizzato a trasferire al coniuge non debitore la esclusiva proprietà dei beni

Ornella De Bellis - 29 Settembre 2015

La comunione di un bene fra coniugi non è una comproprietà in cui ciascun coniuge è titolare di una quota pari al 50% del bene. Si tratta, invece, di un istituto particolare (cosiddetto di tipo “germanico”) senza quote: in sostanza, si può solo dire che tutti i due coniugi sono comproprietari dell'intero bene. Con lo scioglimento della comunione, invece, ciascun coniuge diviene proprietario esclusivo del 50% del bene. E' assogettabile ad azione revocatoria l'atto di scioglimento della comunione fra coniugi (nel caso riguardante essenzialmente un immobile) con contestuale adozione del regime di separazione dei beni e trasferimento (a titolo oneroso) [ ... leggi tutto » ]

Quando si scioglie la comunione dei beni fra coniugi

Lilla De Angelis - 9 Settembre 2015

La comunione dei beni fra coniugi si scioglie per la dichiarazione di assenza o di morte presunta di uno dei coniugi, per l'annullamento, per lo scioglimento o per la cessazione degli effetti civili del matrimonio, per la separazione personale, per la separazione giudiziale dei beni, per mutamento convenzionale del regime patrimoniale, per il fallimento di uno dei coniugi. Nel caso di separazione personale, la comunione tra i coniugi si scioglie nel momento in cui il presidente del tribunale autorizza i coniugi a vivere separati, ovvero alla data di sottoscrizione del processo verbale di separazione consensuale dei coniugi dinanzi al presidente, [ ... leggi tutto » ]

Contratto simulato di compravendita immobiliare con interposizione fittizia - effetti per il coniuge in comunione di beni

Lilla De Angelis - 5 Luglio 2015

Quando Caio vuole nascondere ai suoi creditori o al fisco di essere l'acquirente di un immobile, si accorda con Tizio, venditore, affinché nell'atto di acquisto figuri Sempronio, prestanome. Colui che acquista effettivamente e si impegna a pagare il prezzo è tuttavia Caio e tutti gli effetti del contratto ricadono su di lui. Si tratta di un contratto simulato di compravendita di immobile con interposizione fittizia di persona (Sempronio). Ora, in tema di compravendita di immobile, la prova della interposizione fittizia (che si ha, come abbiamo detto, quando la proprietà del bene viene simulatamente intestata a persona diversa dall'effettivo acquirente, con [ ... leggi tutto » ]

Polizza rc auto per un veicolo quando vige la comunione legale dei beni » le informazioni per il consumatore

Tullio Solinas - 13 Ottobre 2014

Nella fattispecie di un matrimonio in comunione dei beni, è'possibile stipulare un contratto di assicurazione a proprio nome anche se il veicolo è di proprietà del coniuge. E' possibile stipulare un contratto di assicurazione per la responsabilità civile (rc auto) a proprio nome anche se il veicolo è intestato al coniuge purché ci sia la comunione dei beni. In quest i casi, la Compagnia di assicurazione potrebbe chiedere è un documento che attesti il regime legale di comunione dei beni, o il documento rilasciato dal Comune o, ancora una semplice autocertificazione. Il contraente può esser indistintamente uno dei due [ ... leggi tutto » ]

L'azione revocatoria e l'inefficacia dell'atto dispositivo del debitore fallito in comunione dei beni

Rosaria Proietti - 9 Ottobre 2014

Nei due anni precedenti la dichiarazione di fallimento sono automaticamente inefficaci nei confronti dei creditori, senza che sia necessaria la dichiarazione dell'autorità giudiziaria, gli atti a titolo gratuito finalizzati a trasferire a terzi la proprietà di un bene del debitore fallito. La pronuncia di inefficacia ai sensi dell'articolo 64 della legge fallimentare non implica alcun effetto di restituzione in favore del debitore fallito, né alcun effetto traslativo in favore dei creditori. Essa si limita a rendere il bene trasferito a terzi, a titolo non oneroso, assoggettabile all'azione esecutiva. Nel caso in cui uno dei coniugi, in regime di comunione legale [ ... leggi tutto » ]

Rischio di pignoramento

Andrea Ricciardi - 23 Agosto 2014

Vorrei sapere se corro il rischio di pignoramento: io ed il mio compagno abbiamo un figlio e lui ha la residenza presso la mia abitazione, ma ha lo stato di famiglia indipendente, cioè né io e né mio figlio siamo presenti sul suo stato di famiglia. E' un anno che non lavora, e purtroppo le sue condizione economica sono disastrose, tra l'altro non riesce più a passare l'assegno di mantenimento alla sua ex moglie. Una volta che si riceve il pignoramento c'è anche il rischio di subire il pignoramento del mio stipendio visto che sono la convivente e ho la [ ... leggi tutto » ]

Comunione legale fra coniugi e azione surrogatoria del creditore particolare di uno dei coniugi

Annapaola Ferri - 18 Luglio 2014

La comunione legale è una istituto diverso dalla comunione ordinaria. Nella comunione ordinaria, le quote dei partecipanti alla comunione si presumono eguali, e ciascun partecipante può disporre del suo diritto e cedere ad altri il godimento della cosa comune nei limiti della sua quota. La comunione dei beni fra coniugi, invece, è una comunione senza quote. In essa, i coniugi non sono individualmente titolari di un diritto di quota, bensì solidalmente titolari, in quanto tali, di un diritto avente ad oggetto i beni della comunione. Conseguentemente il trasferimento di un bene appartenente alla comunione legale fra coniugi dà luogo all'obbligo, [ ... leggi tutto » ]

Pignoramento dei beni della comunione legale

Lilla De Angelis - 18 Aprile 2014

Il regime patrimoniale legale della famiglia è la comunione dei beni. I due regimi alternativi cui i coniugi possono accedere con una convenzione contenente una esplicita manifestazione di volontà, sono la separazione dei beni ed il fondo patrimoniale. E' ammessa inoltre una cosiddetta comunione convenzionale, nella quale i coniugi decidono per un regime che convenzionalmente esclude alcuni aspetti della comunione pur adottandone sostanzialmente lo schema di funzionamento. La comunione legale tra i coniugi si differenzia notevolmente rispetto alla comunione ordinaria e la disciplina prevista per l'espropriazione di beni indivisi non può applicarsi in maniera automatica a tutte le ipotesi di [ ... leggi tutto » ]

Cessione del quinto » istruzioni per l'uso

Tullio Solinas - 21 Febbraio 2014

La cessione del quinto dello stipendio: di cosa si tratta? Ecco un piccolo vademecum per il debitore. La cessione del quinto è un prestito non finalizzato all'acquisto di uno specifico bene o servizio ed è disciplinato dalla normativa sul credito al consumo. La cessione del quinto: generalità La Cessione del quinto è un prestito personale con massima libertà di utilizzo della somma ricevuta. Il richiedente in cambio cede una parte del suo stipendio o della sua pensione (al massimo di un quinto) autorizzando il suo datore di lavoro a trattenere ogni mese dalla busta paga o dalla pensione la rata. [ ... leggi tutto » ]

Comunione dei beni tra coniugi » limiti del pignoramento

Antonella Pedone - 6 Febbraio 2014

In tema di pignoramento di immobili in regime di comunione legale, il coniuge non debitore ha diritto di intervenire nella procedura e chiedere la distribuzione del 50% del ricavato dalla vendita all'asta, ma non può opporsi al pignoramento dell'immobile nella sua interezza Gli immobili intestati ai coniugi in regime di comunione legale, possono essere oggetto di pignoramento da parte dei creditori (ivi compresa Equitalia), sia che il debito sia stato contratto da uno solo che da entrambi i coniugi. Il problema riguarda invece la quota pignorabile (ossia l'intero o il 50% dell'immobile). Bisogna quindi distinguere i due casi: debito contratto [ ... leggi tutto » ]