cattivi pagatori e centrali rischi - norme tempi di permanenza cancellazione e illegittimità segnalazione


Se il funzionario di banca o il mediatore creditizio sono distratti

Chiara Nicolai - 18 Settembre 2010


Sa come funziona Ettore? il funzionario di banca o il mediatore creditizio accedono alla banca dati e fanno una ricerca per codice fiscale. Vedono il suo nome e le rifiutano il finanziamento. Poi nei record descrittivi della posizione può esserci anche scritto “Pagatore irreprensibile, le sue rate vengono pagate prima della scadenza. Alcune addirittura prima che gli concedano il finanziamento …” Non vale a nulla. Inutile che la CRIF si affanni a precisare che la sua è una banca dati positivi e negativi. Stikazzi, direbbero a Roma. La discussione continua in questo forum. Per porre una domanda su debiti e [ ... leggi tutto » ]


Tempi di permanenza e cancellazione dagli archivi dei cattivi pagatori 

Chiara Nicolai - 18 Settembre 2010


Da come si son messe le cose è probabile che lei debba attendere due anni prima di poter richiedere la cancellazione da CRIF. Lo schema di verifica cancellazione è illustrato qui. Vada sul sito cliccando sull'immagine e segua le istruzioni. Potrà così sapere se risulta inclusa fra i cattivi pagatori e procedere, se ne ha diritto (legga a questo proposito il tipo di segnalazione inoltrato dalla finanziaria)procedere con la richiesta di cancellazione del suo nominativo. Per Experian la procedura è identica. Cambia il sito che è questo. Per CTC (Consorzio di Tutela del Credito), analoga procedura per l'accesso ai dati, [ ... leggi tutto » ]


Gli eventi conseguenti al mancato pagamento delle rate di un finanziamento

Antonio Scognamiglio - 28 Febbraio 2009


Leggo sempre con interesse questo blog ed anche io, approfittando della vostra disponibilità, vorrei chiedere di dettagliare quali  sono gli eventi  conseguenti al mancato pagamento delle rate di un finanziamento. Riconoscente vi saluto tutti con affetto, Maria Bellitti - Mantova. Il mancato rispetto delle scadenze previste per il pagamento delle rate, determina innanzitutto a carico del consumatore maggiori oneri per l'applicazione da parte del creditore di interessi di mora, la cui misura è indicata nella documentazione precontrattuale e/o nel contratto. In questi casi, in base alle regole generali in materia di contratti, la banca e gli intermediari finanziari (quindi tutti [ ... leggi tutto » ]