Indice del post conto corrente del de cuius - problematiche di successione

Nell'articolo che segue, affronteremo le problematiche derivanti dalla successione di un conto corrente del de cuius. Nell'ambito di una successione, come regola generale, in caso di morte dell'intestatario del conto corrente, gli eredi devono informare la banca, solitamente consegnando ad essa il certificato di morte e la documentazione anagrafica inerente la successione. Dopodiché, la banca blocca il conto (portando comunque a termine le operazioni gia' disposte prima del decesso, quindi assegni gia' emessi, bonifici gia' disposti, etc.), rilascia agli eredi un documento (stato di consistenza) che serve per la pratica di successione e -terminata tale pratica– rende disponibile il [ ... leggi tutto » ]

Ecco quali sono, materia di successione e rapporti di conto corrente del de cuius, gli scenari possibili. In gran parte dei casi, quando si apre una successione c’è sempre un conto corrente in eredità da dividere tra i parenti del defunto. Inoltre, la morte del titolare del conto comporta diverse problematiche con la banca che, per procedere allo sblocco delle somme, richiede diversi documenti tra cui la firma liberatoria di tutti gli eredi. E se tra questi ultimi si innescano litigi per l’eredità, non è sempre facile ottenere il consenso di ognuno. Pertanto, lo svincolo del conto corrente potrebbe [ ... leggi tutto » ]

Vediamo cosa affermano normativa e giurisprudenza in merito alla successione e ai rapporti di conto corrente. A seguito del decesso di un soggetto si apre ex art. 456 c.c. la successione mortis causa, istituto giuridico in cui un altro soggetto (erede) subentra in tutti i rapporti patrimoniali attivi e passivi del defunto, assicurando in tal modo la continuità dei rapporti stessi. Non sfuggono alla successione i rapporti intercorrenti tra de cuius e banca: all'erede faranno così capo tutti i diritti e i doveri spettanti già al defunto nei confronti dell'istituto di credito. La questione assume particolare significato laddove, a [ ... leggi tutto » ]

12 aprile 2017 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Eredità e banche » E' necessaria la prova della dichiarazione di successione prima dello sblocco dei conti correnti
In tema di eredità e rapporti bancari tra l'istituto di credito e il defunto, è bene sapere che, per gli eredi, è necessaria la prova della dichiarazione di successione prima dello sblocco delle somme rinvenute nei conti correnti. La normativa vigente prevede che gli istituti di credito e gli altri ...
Conto corrente cointestato a firma disgiunta e morte di uno dei cointestatari
In caso di morte di uno dei cointestatari di un conto corrente con operatività disgiunta, il diritto dell'altro cointestatario di ottenere dalla banca la liquidazione dell'intero saldo attivo del conto è subordinato alla presentazione da parte degli eredi, ai sensi della normativa fiscale, della denuncia di successione. Questa infatti costituisce ...
Rapporto di conto corrente - La banca deve astenersi da qualsiasi movimentazione successiva alla morte del titolare
Il rapporto di conto corrente, in quanto riconducibile al rapporto di mandato, deve ritenersi automaticamente estinto con il decesso del titolare. Infatti, sebbene la normativa concernente il conto corrente bancario non specifichi gli effetti conseguenti al decesso del titolare, tuttavia, la dottrina e la giurisprudenza prevalenti vedono nel conto corrente ...
Conto corrente di persona deceduta ed eredi » Il quadro
A volte gli eredi possono incontrare difficoltà nello svincolare somme depositate nel conto corrente di un soggetto deceduto. La mancata conoscenza della normativa vigente, inoltre, è fonte di soggezione verso il contraente forte, il quale spesso impone le sue regole. Come agire in questi casi? Vi diamo qualche suggerimento. Gli ...
Conto corrente cointestato a firma disgiunta » l'evento morte di uno dei contitolari non porta allo scioglimento del rapporto
In caso di cointestazione del rapporto di conto corrente a firma disgiunta l'evento morte di uno dei contitolari non porta allo scioglimento del rapporto. Il cointestatario superstite può continuare a utilizzare il conto dovendosi riconoscere piena continuità, pure successivamente alla morte di uno dei cointestatari, dell'efficacia del patto di firma ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post conto corrente del de cuius - problematiche di successione. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Conto corrente del de cuius - Problematiche di successione Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 12 aprile 2017 Ultima modifica effettuata il giorno 12 aprile 2017 Classificato nella categoria conti correnti bancari e postali e libretti di deposito a risparmio Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti