Strisce blu » Ok anche se nei pressi non vi sono parcheggi gratuiti

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Strisce blu legittime anche se non vi sono, nelle vicinanze, parcheggi gratuiti: ecco in quali casi.

Il Comune può istituire aree di parcheggio con disco orario in zone particolarmente trafficate anche se attigue a zone blu. Purché dettagli adeguatamente la sua scelta discrezionale in conformità all’ultimo periodo dell’art. 7/8 del codice stradale.

E’ quanto emerge dalla sentenza 24939 della Corte di Cassazione.

Da ciò che si evince dalla pronuncia in esame, il fatto che una strada sia satura basta a rendervi legittima l’istituzione della sosta a pagamento da parte del Comune. Dunque, non serve un’esplicita dichiarazione che la strada è di particolare rilevanza urbanistica.

Cerchiamo di fare chiarezza.

Come noto, secondo giurisprudenza consolidata, si è affermato il principio che le multe sulle strisce blu sono illegittime quando il Comune non abbia predisposto, in aree adiacenti, spazi adibiti alla sosta libera.

Nelle ultime sentenze, in questo ambito, difatti, era stato chiarito che strisce blu e strisce bianche dovevano alternarsi, affinché l’utilizzo dei parcheggi a pagamento non diventasse una speculazione, per l’amministrazione, ai danni degli automobilisti e delle moderne difficoltà a trovare uno spazio libero dove lasciare gli autoveicoli.

Ma, con la decisione in esame, gli Ermellini hanno tirato il freno a mano.

Infatti, a loro parere, il Comune può istituire aree di parcheggio a pagamento, in zone particolarmente trafficate, anche se attigue a zone con strisce blu, purché dettagli adeguatamente la sua scelta discrezionale.

Ciò perché, il fatto che la strada è satura legittima la predisposizione di parcheggi esclusivamente a pagamento, ovvero quelli a strisce blu.

Nel verdetto si chiarisce che per strada satura deve intendersi il caso in cui la domanda di posti è strutturalmente inferiore all’offerta, anche perché su quella via, ad esempio, si trovino importanti attrattori di traffico, come gli uffici pubblici.

Dunque, per legittimare la presenza di strisce blu, con la mancanza di aree gratuite di parcheggio, il Comune può rifarsi agli articoli 7 ed 8 del Codice della Strada.

Negli stessi è infatti esplicato che l’amministrazione comunale può, in determinati casi, derogare alla regola generale che prevede l’istituzione, nelle immediate vicinanze di una zona blu, di stalli di sosta senza limitazione di alcun genere.

Infatti, il codice della strada specifica che questo obbligo non sussiste nelle zone a traffico limitato, nelle aree pedonali, nei centri storici di particolare importanza e nelle altre zone di particolare rilevanza urbanistica, opportunamente individuate e delimitate dalla giunta, nelle quali sussistano esigenze e condizioni particolari di traffico.

L’ultima condizione, quella richiamata dalla sentenza, essendo molto generica, è la stessa su cui Comuni potranno facilmente appoggiarsi per fare business con i parcheggi a strisce blu.

Dunque, ancora una volta, piazza Cavour strizza l’occhio agli enti locali.

26 Novembre 2014 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Gli ausiliari del traffico non sono tutti uguali - Bisogna distinguere i dipendenti comunali dai dipendenti delle concessionarie della gestione dei parcheggi
La legge stabilisce che i comuni possono, con provvedimento del sindaco, conferire funzioni di prevenzione e accertamento delle violazioni in materia di sosta a dipendenti comunali o a dipendenti delle società di gestione dei parcheggi. Per questi ultimi, solo limitatamente alle aree oggetto di concessione. Tali funzioni possono essere conferite anche al personale ispettivo delle aziende esercenti il trasporto pubblico di persone, insieme a quelle relative alla prevenzione ed all'accertamento in materia di circolazione e sosta sulle corsie riservate al trasporto pubblico. Le funzioni di prevenzione e accertamento delle violazioni comprendono anche il potere di contestazione immediata nonché di redazione ...

Obbligo di aree a sosta libera nei pressi delle zone delimitate da strisce blu » Fine dei giochi: in pratica, non sussiste
La norma impone ai Comuni l'obbligo di individuare, in parte delle aree destinate a sosta con dispositivi di controllo della durata o nelle immediate vicinanze delle stesse, adeguati spazi destinati a parcheggio non soggetto alle limitazioni suddette. Tale dovere, tuttavia, può subire deroghe in situazioni particolari. Il primo caso previsto dalla norma è quello delle aree pedonali e delle zone a traffico limitato, definite zona interdetta alla circolazione dei veicoli, salvo quelli in servizio di emergenza, i velocipedi e i veicoli al servizio di persone con limitate o impedite capacità motorie, nonché eventuali deroghe per i veicoli ad emissioni zero ...

Strisce blu - per parcheggiare gratis e non pagare la multa bisogna dimostrare che l'ordinanza comunale è illegittima
Il trasgressore che ritenga illegittima l'ordinanza comunale istitutiva del parcheggio a pagamento e voglia proporre opposizione avverso l'atto di accertamento della contravvenzione di sosta all'interno delle strisce blu - senza esposizione del relativo tagliando - ha l'onere di dedurre e dimostrare le ragioni di tale illegittimità. In particolare, il trasgressore che ritenga di censurare la mancata osservanza del requisito di legittimità costituito dalla messa a disposizione, nelle immediate vicinanze, di un'area di parcheggio libero, ha l'obbligo di riportare, nell'atto di impugnazione, il contenuto dell'ordinanza comunale istitutiva del parcheggio a pagamento. Solo in questo modo il giudice di legittimità può valutare, ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su strisce blu » ok anche se nei pressi non vi sono parcheggi gratuiti. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)