Che cos'è il roaming

Cosa è il roaming e quali sono i motivi per cui fino ad oggi costava così tanto?.

Quando viaggiamo all'estero e utilizziamo la rete di altri Paesi sul nostro smartphone dotato di SIM italiana siamo in roaming: il nostro operatore nazionale lavora insieme a operatori di altri Paesi per permetterci di rimanere sempre connessi o comunque raggiungibili.

Nei momenti in cui utilizziamo il telefono per chiamare, mandare SMS o navigare il “nostro” operatore paga quello estero per il servizio offerto, e questi costi, definiti prezzi di roaming all'ingrosso, sono sempre stati decisamente alti, soprattutto quelli per il traffico dati: proprio per questo motivo poi la nostra bolletta tendeva a lievitare.

Il “primo” passo dunque per poter permettere costi di roaming azzerati ai consumatori è stato quello di ridurre considerevolmente questi prezzi all'ingrosso: dal 15 giugno 2017 il tetto massimo per i dati Internet è passato da 50€/GB a 7,7€/GB, e continuerà a scendere negli anni successivi, arrivando a 6€/GB al 1 gennaio 2018, 4,5€/GB al 1 gennaio 2019 e così via fino a giungere, il 1 gennaio 2022, a soli 2,5€/GB.

Per le chiamate il tetto passa da 0,05€/minuto a 0,032€/minuto, mentre quello per gli SMS verrà dimezzato, passando da 2 cent a 1.

Ovviamente questi nuovi limiti contribuiranno in modo decisivo a garantire una sostenibile fine delle tariffe di roaming.

Sempre a proposito di prezzi, una “curiosità” di cui forse non siete a conoscenza: qui in Italia ci lamentiamo spesso dei prezzi per le nostre tariffe, che possono variare dai 6/8 euro di quelle più convenienti (purtroppo solitamente solo winback) ai 15 euro o più se optiamo per qualcosa con soglie più elevate.

Sapevate che, ad esempio, in Lettonia si spendono in media 3,70 euro al mese per utilizzare lo smartphone, e che in altri Paesi, come l'Irlanda, si arriva a 23,80 euro?

Sapevate che, ad esempio, le tariffe più economiche che includono minuti, SMS e dati (600, 225 e 1 GB) in Estonia partono da circa 8 euro al mese, mentre in Ungheria arrivano addirittura a 60 euro mensili (in entrambi i casi tasse escluse)?

Tornando ai costi di roaming: l'UE sta lavorando da diversi anni alla loro riduzione per i consumatori finali; rispettivamente dal 2007 e dal 2009 i prezzi per le chiamate e i messaggi all'estero sono diminuiti entrambi del 92%, mentre dal 2012 (anno in cui venne creato il primo tetto massimo) quelli per la connessione dati sono scesi addirittura del 96%.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca