Pronunce interessanti sul sovraindebitamento: il piano del consumatore per debiti maturati con Equitalia

Cerchiamo di analizzare alcune pronunce interessanti sul sovraindebitamento: in evidenza in questo paragrafo, il piano del consumatore per debiti maturati con Equitalia.

Una delle prime pronunce riguarda la possibilità di accedere al piano del consumatore per ristrutturare il debito maturato con Equitalia.

In particolare, il Tribunale di Busto Arsizio, con provvedimento del 16/09/2014, afferma che il complesso ed articolato meccanismo di composizione della crisi da sovraindebitamento mediante la presentazione di un piano del consumatore, prevede, che alla proposta del debitore segua l'omologazione e quindi l'esecuzione.

Dunque, alla proposta devono essere allegati l'elenco di tutti i creditori, con l'indicazione delle somme dovute, di tutti i beni del debitore e degli eventuali atti di disposizione compiuti negli ultimi cinque anni, corredati delle dichiarazioni dei redditi degli ultimi tre anni e dell'attestazione sulla fattibilità del piano, nonché l'elenco delle spese correnti necessarie al sostentamento suo e della sua famiglia, previa indicazione della composizione del nucleo familiare corredata del certificato dello stato di famiglia.

Sempre secondo la sentenza, alla proposta di piano del consumatore, inoltre, deve essere inoltre allegata una relazione particolareggiata dell'organismo di composizione della crisi che deve contenere:

  • l'indicazione delle cause dell'indebitamento e della diligenza impiegata dal consumatore nell'assumere volontariamente le obbligazioni;
  • l'esposizione delle ragioni dell'incapacità del debitore di adempiere le obbligazioni assunte;
  • il resoconto sulla solvibilità del consumatore negli ultimi cinque anni;
  • l'indicazione della eventuale esistenza di atti del debitore impugnati dai creditori;
  • il giudizio sulla completezza e attendibilità della documentazione depositata dal consumatore a corredo della proposta, nonché sulla probabile convenienza del piano rispetto all'alternativa liquidatoria.

Nella fattispecie Equitalia non aveva contestato né l'effettivo ammontare del suo credito né la convenienza della proposta e pertanto il giudice ha omologato il piano.

Per di più, anche il Tribunale di Catania, con decreto 24 giugno 2014, ha ammesso il piano del consumatore per un cittadino che aveva numerosi debiti anche con Riscossione Sicilia e aveva depositato un piano di ammortamento conforme ai requisiti di legge.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.




Cerca