Indice del post sovraindebitamento » il procedimento per la liberazione dai debiti

Sovraindebitamento » Risanare la propria posizione debitoria

Sovraindebitamento: Vi spieghiamo il procedimento per la liberazione dai debiti, la cosiddetta esdebitazione. Facciamo chiarezza. Grazie alla legge 3/2012, in seguito modificata dal decreto legge 179/2012, i consumatori e i debitori esclusi dalle procedure fallimentari hanno a disposizione una nuova procedura per agevolare il risanamento della propria condizione debitoria, ovvero di sovraindebitamento. Ma che cos’è il sovraindebitamento? Semplicemente, rientrano nella categoria di sovraindebitati tutte quegli individui o famiglie, che si trovano in una situazione di deficit economico in quanto il loro bilancio fa registrare uscite superiori alle entrate. Purtroppo, la mancanza di un reddito adeguato nelle nuove generazioni, delinea [ ... leggi tutto » ]

Che cos'è l'esdebitazione del consumatore

L'esdebitazione, o in parole povere il processo di liberazione dai debiti, è un procedimento il quale consente a coloro che si trovano in una situazione di sovraindebitamento di fare in modo che i creditori non possano più esigere il pagamento dei debiti al termine della procedura. Il fatto interessante è che la procedura di esdebitazione può essere usufruita non solo dagli imprenditori soggetti a fallimento, ma anche dai consumatori, cioè da coloro che non svolgono un’attività d’impresa, i quali si trovino in una situazione debitoria tale da non poter soddisfare i con regolarità i propri debiti. La Legge consente, [ ... leggi tutto » ]

Le procedure per liberarsi dal sovraindebitamento

Il consumatore e/o debitore ha a disposizione tre diverse procedure per favorire l'esdebitazione e liberarsi, così, dalla piaga del sovraindebitamento: Accordo con i creditori: Questa procedura prevede che la proposta sia sottoscritta dai creditori che rappresentino almeno il 60% dei crediti. E' sconsigliabile per i consumatori, che invece hanno nel “piano del consumatore” (vedi sotto) una procedura ben più vantaggiosa che non richiede il consenso di alcun creditore. Per questo, in questa scheda non parliamo di questa procedura. Piano del consumatore: Questa la procedura consigliata per i consumatori, ovvero le persone fisiche che hanno fatto debiti esclusivamente per scopi [ ... leggi tutto » ]

Accordo con i creditori per l'esdebitazione

La proposta di accordo con i creditori per l'esdebitazione non è ammissibile quando il debitore, anche consumatore, sia già soggetto a procedure concorsuali diverse da quelle regolate dal presente decreto; abbia già fatto ricorso, nei precedenti cinque anni, alle norme previste dallo stesso decreto; abbia già subito, per cause a lui imputabili, l'impugnazione e la risoluzione di un precedente accordo o la revoca e la cessazione degli effetti dell'omologazione di un piano di ristrutturazione presentato sempre fruendo delle norma previste nel decreto;  abbia fornito documentazione che non consente di ricostruire compiutamente la sua situazione economica e patrimoniale. La proposta [ ... leggi tutto » ]

Il piano del consumatore per uscire dal sovraindebitamento

Innanzitutto, è bene ingaggiare un professionista abilitato (avvocati, dottori commercialisti, ragionieri e ragionieri commercialisti, notai) o società di professionisti abilitati disposti ad assistere il consumatore in questa procedura. Trovato il professionista disponibile, il consumatore potrà fare istanza di nomina del professionista al Presidente del Tribunale del proprio luogo di residenza. Dopodiché sarà lui stesso a curare l'intero iter del procedimento. La legge prevede anche appositi organismi di composizione della crisi, ma il Governo non ha ancora emanato il decreto attuativo: per adesso, quindi, solo i professionisti e società di professionisti possono assistere il consumatore. Il professionista abilitato scelto dovrà [ ... leggi tutto » ]

Liquidazione del patrimonio del debitore

Come abbiamo già accennato, il debitore, in stato di sovraindebitamento può, in alternativa alle possibilità chiarite, chiedere la liquidazione di tutti i suoi beni per rendere fattibile l’accordo con i creditori. E' bene notare, però, che in questo procedimento non sono compresi nella richiesta di liquidazione i crediti impignorabili ai sensi dell'articolo 545 del codice di procedura civile; i crediti aventi carattere alimentare e di mantenimento, gli stipendi, pensioni, salari e ciò che il debitore guadagna con la sua attività, nei limiti di quanto occorra al mantenimento suo e della sua famiglia indicati dal giudice; frutti derivanti dall'usufrutto legale [ ... leggi tutto » ]

29 maggio 2014 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post sovraindebitamento » il procedimento per la liberazione dai debiti. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Sovraindebitamento » Il procedimento per la liberazione dai debiti Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 29 maggio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 30 aprile 2017 Classificato nella categoria composizione delle crisi da sovraindebitamento, debiti esdebitazione e fallimento debitore con legge 3/2012 Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore.



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca