Liquidazione del patrimonio del debitore




» Vai all'indice dei contenuti dell'articolo completo


Come abbiamo già accennato, il debitore, in stato di sovraindebitamento può, in alternativa alle possibilità chiarite, chiedere la liquidazione di tutti i suoi beni per rendere fattibile l’accordo con i creditori.

E’ bene notare, però, che in questo procedimento non sono compresi nella richiesta di liquidazione i crediti impignorabili ai sensi dell’articolo 545 del codice di procedura civile; i crediti aventi carattere alimentare e di mantenimento, gli stipendi, pensioni, salari e ciò che il debitore guadagna con la sua attività, nei limiti di quanto occorra al mantenimento suo e della sua famiglia indicati dal giudice; frutti derivanti dall’usufrutto legale sui beni dei figli, i beni costituiti in fondo patrimoniale e i frutti di essi.



» Vai all'indice dei contenuti dell'articolo completo


29 Maggio 2014 · Andrea Ricciardi




Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su liquidazione del patrimonio del debitore. Clicca qui.

Stai leggendo Liquidazione del patrimonio del debitore Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 29 Maggio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 30 Novembre 2019 Classificato nella categoria composizione delle crisi da sovraindebitamento - debiti esdebitazione e fallimento debitore con legge 3/2012 salva suicidi Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)