La norme sulla riscossione coattiva della cartella esattoriale - Equitalia si è mossa d'anticipo

Questa direttiva Equitalia, che potrebbe apparire "illuminata" a noi sembra non essere stata del tutto spontanea, come è stata invece presentata (" necessità di migliorare sensibilmente il rapporto con i debitori", "ricerca di un rapporto con i contribuenti fondato su regole di correttezza e trasparenza" ed altre amenità simili).

Il "caso"  ha voluto, infatti, che l'articolo 3, comma 3 bis della legge 22 maggio 2010 numero 73, di conversione del decreto incentivi (dl 40/2010) - pubblicata sulla «Gazzetta Ufficiale» 120 del 25 maggio 2010 (dunque 19 giorni dopo)  preveda appunto  che il debitore a ruolo possa opporre direttamente all'agente della riscossione lo sgravio totale ovvero il pagamento integrale delle somme dovute. A tale scopo, si dispone che l'ente creditore, che ha formato il ruolo, rilasci al debitore, in triplice copia, l'attestazione dello sgravio ovvero dell'avvenuto pagamento, su modello da approvarsi, entro 30 giorni, con apposito decreto. La modifica mira a consentire al debitore una tutela immediata dei propri diritti nei confronti dell'agente della riscossione, senza dover attendere che giungano le comunicazioni dall'ente creditore all'agente suddetto.

Pura coincidenza? Più verosimilmente la  direttiva Equitalia del 6 maggio scorso non è stata dettata dall'esigenza di migliorare  le relazioni con i debitori o motivata dalla ricerca di un rapporto con i contribuenti fondato su regole di correttezza e trasparenza, così come comunicato ai mass media. Piuttosto la direttiva appare solo un'operazione di immagine ben congegnata  a fronte di un obbligo verso i cittadini  che sarebbe stato, di lì a qualche giorno, regolato comunque per legge.  Insomma, in gergo calcistico si potrebbe dire che Equitalia si è mossa  d'anticipo.

Anche se i  vertici Equitalia potranno replicare a questo sospetto asserendo che la direttiva del 6 maggio scorso contempla una casistica ben più ampia: oltre allo sgravio e al pagamento delle somme dovute, in essa si considerano, infatti, anche la sospensione giudiziale e amministrativa del ruolo e il provvedimento di autotutela.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca