Bonus famiglia – Sono un disabile solo. Con reddito annuo, da lavoro dipendente, inferiore ai 15.000 euro. Ho diritto al bonus famiglia?

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Sono un disabile solo, con reddito annuo, da lavoro dipendente, inferiore ai 15 mila euro: ho diritto al bonus famiglia?

No. I disabili, a prescindere dal reddito, non possono accedere al bonus se sono unico componente del nucleo familiare. Il disabile deve essere per forza un figlio, un coniuge, o altro familiare a carico del richiedente.

19 Febbraio 2009 · Antonio Scognamiglio

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Solo con età non inferiore a 26 anni il figlio non convivente con i propri genitori e senza reddito può costituire un nucleo familiare a parte
Per il 2019 ho reddito inferiore alla soglia di 2 mila e 840,51 euro e sarei a carico di mia madre, con cui ho convissuto fino a poco tempo fa. Essere figlio convivente, con quel tipo di reddito implica necessariamente essere a carico fiscale del genitore dichiarante o posso fare dichiarazione per mio conto, anche se con imponibile pari a zero? Mi spiego meglio. Data la natura occasionale dell'attuale situazione lavorativa,vorrei chiedere il reddito di cittadinanza.Ora ho residenza in un'altra abitazione e sono famiglia anagrafica a parte, ma se richiedo l'Isee 2021, risulterei nel nucleo familiare di mia madre per ...

Per le prestazioni economiche a favore di famiglia con minore disabile posso presentare dichiarazione ISEE relativa a nucleo familiare ristretto?
Faccio un quadro della situazione: sono mamma lavoratrice autonoma di un minore disabile con cui convivo. Invece il padre, che ha un'altra figlia da altra persona, non è convivente con noi e non siamo mai stati coniugati. Cosa che lo rende componente aggiuntiva del nucleo familiare ai fini dell'ISEE. Nella casa dove ho residenza io, ha residenza anche mio fratello, lavoratore autonomo, con proprio reddito e con un figlio minorenne che però non convive con lui, in quanto vive ed ha residenza con la madre. Infine faccio presente che la regione dove vivo concede alle famiglie con minori disabili un ...

Nulla la cartella esattoriale per prestazioni socio sanitarie erogate al disabile determinate sulla base del reddito dell'intero nucleo familiare, e non del solo assistito
La questione nasce dalla notifica effettuata da Equitalia Esatri di una cartella esattoriale intestata al padre quale contributo al pagamento delle rette concernenti il servizio di refezione praticato nei confronti del figlio disabile, del quale l'opponente è anche amministratore di sostegno. Va osservato che, in relazione alla determinazione della contribuzione a carico dei portatori di handicap, per le prestazioni assistenziali di natura socio sanitaria rese da centri assistenziali e sovvenzionate dal fondo sanitario regionale, deve considerarsi immediatamente applicabile la norma che introduce deroghe alla valutazione della situazione economica dell'intero nucleo familiare relativamente all'assistenza dovuta ai portatori di handicap. Pertanto, limitatamente ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su bonus famiglia – sono un disabile solo. con reddito annuo, da lavoro dipendente, inferiore ai 15.000 euro. ho diritto al bonus famiglia?. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • FRANCO 30 Novembre 2009 at 16:45

    ASSURDO! HA DIRITTO (se cosi’ si puo’ dire) AD ESSERE DISABILE ANCHE UN PADRE DI FAMIGLIA.

    SE I POLITICI CHE INCASSANO COME 200 OPERAI (senza considerare i vari incarichi e i privilegi) FACESSERO UN ESAME DI COSCIENZA CI SAREBBE PACE SOCIALE

  • alberto 29 Ottobre 2009 at 17:32

    son disoccuppato per riduzione personale dell’azienda in cui lavoravo come iterinale da circa 38 mesi: con 4 persone a carico di cui tre minori e mia moglie ivalida al 80%,siccome sono ormai alla fine degli 8 mesi di ds ordinaria (ultimo mese) vorrei sapere a cosa andiamo incontro io e la mia famiglia per la fine del anno e se cè in arrivo qualche aiuto o bonus per le famiglie disaggiate senza piu nessun reddito, da parte del governo. GRAZIE!