Sono nei debiti fino agli occhi

Sono nei debiti fino agli occhi: ho un prestito con una banca di 50 mila euro con una rata prelevata direttamente dal conto corrente di 470 euro.

La cessione volontaria del quinto dello stipendio e circa 150mila euro di debiti con varie finanziarie.Ho avuto un declassamento sul lavoro e non sono più riuscita a pagare niente,tranne ovviamente la rata da 470 € che parte automaticamente dal conto.

Volevo sapere che ne sarà del mio stipendio:mi pignoreranno tutto o mi lasceranno il necessario per vivere?
Preciso che lavoro in un ente parastatale e che quindi il mio stipendio viene versato su un conto.Sono nullatenente. . . .

Se e è nullatenente rischia solamente il pignoramento del quinto dello stipendio. Cessione volontaria e pignoramento del quinto dello stipendio possono difatti coesistere. Per crediti verso privati (dove per privati si intendono anche banche e società finanziarie) può essere pignorato un solo quinto dello stipendio, procederà dunque il creditore che si muoverà per primo (salvo privilegi), gli altri potranno solo mettersi in coda ed attendere.

12 Febbraio 2011 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Cessione volontaria alimenti e cessione quinto
In sede di separazione ho acconsentito alla cessione volontaria degli alimenti dal mio stipendio: ora vorrei attivare cessione quinto, è compatibile? E in che misura? Due finanziarie mi hanno dato risposte diverse: una che il quinto va calcolato sull'importo al lordo della cessione volontaria fino a concorrenza del 50% dello stipendio netto. L'altra invece fino al 40% dello stipendio netto. La differenza tra le due ipotesi è notevole. ...

Pignoramento stipendio e pensione su cui grava ritenuta ex articolo 8 legge 898/1970 o ordine di pagamento diretto del Tribunale ex articolo 156 codice civile
Come sappiamo l'articolo 8 della legge 898/1970 dispone che il coniuge cui spetta la corresponsione periodica dell'assegno di mantenimento, dopo la costituzione in mora a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento del coniuge obbligato e inadempiente per un periodo di almeno trenta giorni, può notificare il provvedimento in cui è stabilita la misura dell'assegno ai terzi tenuti a corrispondere periodicamente somme di denaro al coniuge obbligato con l'invito a versargli direttamente le somme dovute, dandone comunicazione al coniuge inadempiente. L'articolo 156 del codice civile aggiunge che, in caso di inadempienza, su richiesta dell'avente diritto, il giudice può ordinare ai terzi, ...

Mezzo stipendio pignorato - E' mai possibile?
Proviamo ad andare avanti con ordine: pignoramento presso terzi è una cosa, cessione volontaria del quinto un'altra. Il pignoramento presso terzi consegue ad un prestito non rimborsato. Per debiti ordinari (privati banche e finanziarie) non possono insistere due pignoramenti contemporanei sullo stesso stipendio per una quota superiore al 20% della retribuzione netta. Se il suo stipendio è di 1450 euro (compreso il primo pignoramento di 150 euro) non possono essere prelevati dalla sua busta paga più di 290 euro complessivamente. Se, invece, parliamo di cessione volontaria del quinto, ciò vuol dire che le è stato erogato un prestito da una ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su sono nei debiti fino agli occhi. Clicca qui.

Stai leggendo Sono nei debiti fino agli occhi Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 12 Febbraio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria contratti di prestito microcredito e usura e sovraindebitamento - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)