Solleciti di pagamento al coniuge

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Vivo all’estero da poco più di un anno, ma mia moglie ancora risiede in Italia, in attesa che qui le cose migliorino un po’. 

Il problema è che, nei giorni scorsi, mia moglie s’è vista recapitare presso l’appartamento dei genitori (in cui ha spostato la residenza), un sollecito di pagamento per spese condominiali non meglio precisate, occorse presso la nostra precedente residenza.

Ora, quel che mi chiedo è, com’è possibile che si rivolgano a lei, dato che tutti i contratti di affitto, telefono, luce e acqua erano a nome mio ?

E, dato che siamo sempre stati in regime di separazione dei beni, che rischi corre ? 

Vi ringrazio anticipatamente per ogni genere di consiglio che potrete fornirmi.

La discussione continua in questo forum.

11 Agosto 2010 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento casa del coniuge
Mi sono sposato nel 1993 in regime di comunione legale e nel 1998 mio suocero donò un'abitazione a mia moglie. Nel 2007 io e mia moglie siamo passati alla separazione dei beni e nel 2014 ci siamo separati per via consensuale. La domanda: la casa di mia moglie separata può essere attaccata dai miei debitori? So che i beni personali ottenuti tramite donazione non entrano in comunione, però c'è una cosa che mi turba: nell'atto di donazione quando vengono indicate le parti (mia moglie e mio suocero), si indica mia moglie con nome, cognome, professione, data e luogo di nascita, ...

Coinvolgimento del coniuge del debitore esattoriale in azioni esecutive avviate da Agenzia delle Entrate Riscossione
Debito totale mia attività euro 100 mila circa con enti fiscali dello stato: separazione beni registrata su atto matrimonio redatto da notaio nel 1976, non vivo ufficialmente in casa coniugale intestata a mia moglie e figlia sposata da oltre 10 anni. Attualmente ho partita iva per attività di consulenza commerciale con debiti fiscali che sto pagando a rate. Residenza attuale in altro comune limitrofo a quello di mia moglie con la quale comunque vivo: alcune utenze casa di mia moglie a me intestate da sempre. Alcuni versamenti in pagamento sono da me effettuate riscontrabili in versamenti alla banca. Chiedo se ...

Possibile il pignoramento di un conto corrente intestato al solo coniuge non debitore per inadempimenti del coniuge debitore non intestatario ma solo delegato?
Ho versato un assegno intestato a me sul conto di mia moglie, io ho solo la delega, può la banca rendere esecutivo il pignoramento a mio nome? ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su solleciti di pagamento al coniuge. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)