Snc » Da quando il socio che cede la quota è liberato dalle obbligazioni sociali?

Nella società di nome collettivo, Snc, da quale momento il socio che cede la quota è liberato dalle obbligazioni sociali?

Nella società in nome collettivo la responsabilità del socio uscente cessa nel momento in cui detto mutamento viene pubblicato presso il registro delle imprese, ovvero cessa dal momento in cui è portato a conoscenza dei terzi con mezzi idonei.

In caso contrario non è opponibile ai terzi che lo hanno ignorato senza colpa.

Questa, riassunta brevemente, la decisione emessa dalla Corte di Cassazione con sentenza 24490/13.

Quando il socio che cede la quota è libero dai debiti della Snc

In una società di persone, come una Snc, la responsabilità personale del socio che recede dalla società permane fino a quando non avvenga la pubblicazione dell'evento nel registro delle imprese.

Ciò è quanto si evince dalla sentenza esaminata la quale chiarisce che, nelle società di persone, come Snc, Sas e società semplici, il socio uscente, cioè colui abbia ceduto la propria quota, cessa di essere responsabile per i debiti contratti dalla società quando, successivamente al suo recesso, il suo spin-out viene pubblicato nel registro delle imprese ed è portato a conoscenza dei terzi con mezzi idonei.

A parte questi due casi peculiari, quindi, la fuoriuscita dalla società di persone non è opponibile ai terzi che lo hanno ignorato senza colpa. Pertanto, i creditori possono ugualmente rivalersi contro il socio.

Infatti, l'unico modo che hanno i creditori di conoscere gli assetti di composizione-responsabilità ed affidamento patrimoniale delle snc, discende dalla possibilità di acquisire queste informazioni dal registro delle imprese.

L'aggiornamento del registro è una prassi obbligatoria, nel termine di trenta giorni dalla modifica, per i mutamenti dell'atto costitutivo. Pertanto, omettere tale adempimento corrisponde a nascondere l'informazione che, come già detto, diviene inopponibile ai terzi.

Dunque, solo pubblicizzando il mutamento della società di persone si può delimitare le responsabilità del socio.

Infatti, la pubblicità dell'atto di cessione della quota impedisce che, in capo al socio cedente, sorga la responsabilità per i debiti della società, che altrimenti è automatica e normale.

5 febbraio 2014 · Marzia Ciunfrini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Società di capitali cancellata da registro imprese - I soci rispondono delle obbligazioni sociali nel limite delle somme percepite in sede di liquidazione del bilancio finale
Deve escludersi che la cancellazione della società per azioni dal registro della imprese, pur provocando l'estinzione dell'ente debitore comporti al tempo stesso la sparizione dei debiti insoddisfatti che la società aveva nei riguardi dei terzi. Come risulta dal chiaro tenore testuale delle norme vigenti, la responsabilità dei soci di una ...
Da SAS a SRL dopo un anno? » Socio illimitatamente responsabile non fallisce
Dopo la trasformazione da società Sas ad Srl, soltanto la nuova società risponde delle nuove obbligazioni sociali. Cio perchè, decorso un anno dall'iscrizione della trasformazione nel registro delle imprese, non può più essere dichiarato il fallimento del socio già illimitatamente responsabile. Infatti, in tema di trasformazione della società in accomandita ...
Responsabilità ex socio snc per debiti fiscali maturati prima del suo recesso
L'ex socio di snc è responsabile per i debiti fiscali maturati prima del suo recesso e neppure l'intervenuta estinzione della compagine sociale fa venir meno la responsabilità del socio per le obbligazioni pregresse. Com’è noto, infatti, a partire dalla cancellazione della snc contribuente dal registro delle imprese, si verifica l'estinzione ...
Quando il socio accomandante di una sas rischia di rispondere illimitatamente dei debiti societari
Com'è noto, nelle società in accomandita semplice diverso è il regime di responsabilità verso i terzi che caratterizza le distinte categorie dei soci: gli accomandatari, ai quali è riservato il potere di amministrare la società, che rispondono illimitatamente e solidalmente per le obbligazioni sociali; gli accomandanti, esclusi dalla amministrazione, che ...
Il socio accomandante non può essere escusso dal creditore sociale - Neanche per la quota conferita
Come noto, la società in accomandita sempile (sas), è caratterizzata dall'esistenza di due categorie di soci che si differenziano a seconda del grado di responsabilità patrimoniale verso i creditori: ovvero illimitata per i soci accomandatari, mentre limitata alla quota conferita per i soci accomandanti. A parere dei giudici di legittimità, ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su snc » da quando il socio che cede la quota è liberato dalle obbligazioni sociali?. Clicca qui.

Stai leggendo Snc » Da quando il socio che cede la quota è liberato dalle obbligazioni sociali? Autore Marzia Ciunfrini Articolo pubblicato il giorno 5 febbraio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria impresa responsabilità patrimoniale socio ed amministratore Inserito nella sezione debiti ed imprese.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca