Sinistro stradale » Tamponamento: quando c'è il concorso di colpa?

Sinistro stradale » In caso di tamponamento quando si applica il concorso di colpa?

In caso di sinistro stradale e tamponamento, quando lo stesso è causato dall'improvvisa frenata del danneggiato, in alcuni casi è applicato il concorso di colpa. Vediamo quali.

Capita spesso che un'autovettura posizionata davanti a noi freni bruscamente tanto da non consentirci di evitare di tamponarla.

In questa fattispecie, la colpa è al 50% di entrambi i veicoli, anche se il sinistro stradale è stato chiaramente provocato dalla brusca frenata del danneggiato.

Concorso di colpa in caso di sinistro stradale causato da tamponamento

Come accennato, anche se il sinistro stradale è causato dalla frenata improvvisa dell'autovettura posta davanti al tamponante, vige la regola del concorso di colpa.

C'è però una eccezione: infatti, qualora il conducente dell'autovettura responsabile del tamponamento dimostri che il mancato tempestivo arresto e la conseguente collisione sono stati determinati da cause in tutto o in parte a lui non imputabili, può risultare esente da colpevolezza.

In parole povere, deve riuscire a dimostrare di aver tenuto una velocità consona e di aver mantenuto distanze di sicurezza.

Ciò è quanto si evince dalla sentenza 6193/14 della Cassazione.

In linea generale, comunque, nel caso di sinistro stradale imputabile ad un tamponamento, c'è sempre il dubbio che l'automobilista posteriore non abbia rispettato le norme sulla distanza di sicurezza.

Pertanto In caso di tamponamento puro e semplice, la responsabilità è di chi tampona, salvo che questi riesca a dimostrare di non avere colpe.

Se invece l'urto è stato determinato a causa della frenata del veicolo davanti, si profilano due possibilità:

  1. se il tamponante riesce a dimostrare di aver tenuto una velocità consona al traffico e le distanze regolamentari, la responsabilità sarà tutta dell'auto davanti;
  2. al contrario se il tamponante non riesce a dimostrare quanto sopra, si applica una presunzione di colpa al 50%.

28 marzo 2014 · Gennaro Andele


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Responsabilità civile auto - Se il danneggiato accetta un indennizzo ridotto ciò non implica un suo concorso di colpa nel sinistro
Il declassamento dell'assicurato nella scala delle classi di merito, in virtù della formula tariffaria bonus-malus­, esige l'accertamento che l'assicurato abbia causato o concausato per propria colpa un sinistro stradale, accertamento che va compiuto senza limitarsi a valutare se l'assicurato abbia, in conseguenza di quel sinistro, accettato dai responsabili un risarcimento ...
Sinistri stradali: sorpasso pericoloso? » Quando l'auto si allarga non c'è concorso di colpa
Sinistri stradali: non sussiste concorso di colpa anche se durante il sorpasso l'automobile che sta per essere superata si "allarga". La responsabilità è di chi compie il sorpasso vietato e non di chi si sposta dal margine destro della propria carreggiata. In tema di sinistri stradali, non si ha nessun ...
La presunzione del concorso di colpa dei conducenti in caso di sinistro fra veicoli
L'articolo 2054 comma 2 del codice civile prevede che nel caso di scontro tra veicoli si presume, fino a prova contraria, che ciascuno dei conducenti abbia concorso ugualmente a produrre il danno subito dai singoli veicoli. Nel caso di scontro tra due veicoli si presume, fino a prova contraria, che ...
Sinistro stradale con investimento » Quando il pedone non ha ragione
In un sinistro stradale, qualora venga investito un pedone, quest'ultimo, non sempre ha ragione. Il pedone non ha sempre ragione: anche lui può avere colpa (in tutto in parte) in un incidente stradale nel quale viene investito e tutto dipende da dove e come attraversa la strada. Questo, in sintesi, ...
Sinistro stradale » Scontro tra veicoli? Non è colpa esclusivamente di chi non ha rispettato l'obbligo di precedenza
Nella fattispecie di un sinistro stradale con scontro tra due veicoli, per la valutazione della colpa, non importa che uno dei due automobilisti non abbia rispettato l'obbligo di precedenza: va verificata anche la condotta dell'altro conducente. Nel caso di scontro tra veicoli, l'accertamento della intervenuta violazione, da parte di uno ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su sinistro stradale » tamponamento: quando c'è il concorso di colpa?. Clicca qui.

Stai leggendo Sinistro stradale » Tamponamento: quando c'è il concorso di colpa? Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 28 marzo 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria multe e sinistri - giurisprudenza di legittimità e di merito - circolari del ministero dei trasporti Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • DOMENICO ANGLANI 7 marzo 2016 at 16:33

    Ieri sono stato coinvolto in un incidente: ero nel parcheggio di un centro commerciale e seguivo la fila delle macchine per arrivare all’uscita.

    Ad un certo punto il veicolo che era davanti a me ha deciso bene di fare retromarcia per cercare di infilarsi in un parcheggio. Nella manovra di retromarcia se ne è venuto addosso alla mia macchina causandomi la rottura del paraurti anteriore.

    A questo punto io sostengo che la colpa è sua perché è stato lui a causare il danno retrocedendo tempestivamente al punto che a detta sua non ha sentito i sensori di retromarcia né tanto meno mi ha visto nello schermo della sua macchina.

    Lui invece sostiene che al massimo la colpa è di entrambi perché secondo lui io non avevo una distanza di sicurezza adeguata.

    Come venirne a capo?

    • Ornella De Bellis 7 marzo 2016 at 17:57

      In questa tipologia di sinistri, per giurisprudenza consolidata (fra tante Cassazione, sentenza 23788/14) c’è sempre la presunzione del concorso di colpa paritario fra i due conducenti.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca