Sinistro contro mano per segnaletica mancante - Responsabilità del comune?

C'è responsabilità del comune, per un sinistro stradale avvenuto a causa della segnaletica mancante?

Sembrerebbe di no.

Siamo a Roma e nel caso in questione, il protagonista del sinistro sostiene che la presenza di due arcate, di epoca antica, sulla strada a doppia corsia di marcia, senza segnalazione del senso di percorrenza, abbia provocato la sua scelta di imboccare l'arcata di sinistra, finendo in controsenso, ed avendo così, un incidente frontale con un altra vettura.

Ma i giudici della Corte di Cassazione, non la pensano così.

Infatti, con la sentenza numero 6306 del 13 marzo 2013, hanno stabilito che: La responsabilità per il danno da cose in custodia è oggettivamente configurabile qualora la cosa custodita sia di per sé idonea a sprigionare un'energia o una dinamica interna alla sua struttura, tale da provocare il danno (scoppio di una caldaia, esalazioni venetiche da un manufatto, ecc.). Qualora per contro si tratta di cosa di per sé inerte, la cui dannosità può esplicarsi solo congiuntamente all'azione altrui, in occasione dell'uso o del contatto con il comportamento umano, quale una strada, la responsabilità, di cui all'articolo 2051 del codice civile, richiede la dimostrazione di qualche cosa di più. Richiede cioè che lo stato dei luoghi presenti peculiarità tali da renderne potenzialmente danno la normale utilizzazione (buche, ostacoli imprevisti, mancanza di guard-rail, incroci non visibili e non segnalati, ecc.). Nella specie manca ogni specifica indicazione di tali elementi ulteriori, sì da spiegare perché un automobilista - giunto al punto in cui la strada a due corsie di marcia da lui percorsa passa sotto due archi (uno per ogni corsia) - dovesse essere indotto a spostarsi sulla corsia di sinistra anziché restare sulla sua destra, andando ad occupare la corsia opposta, come la Corte di appello ha accertato essere avvenuto nel caso di specie. Il ricorrente dà per dimostrato ciò che avrebbe dovuto dimostrare: cioè che la situazione dei luoghi era tale da rendere necessitato, o quanto meno da giustificare, lo spostamento a sinistra della sua autovettura; presupposto imprescindibile perché si possa presumere una responsabilità del Comune quale custode, addossando allo stesso l'onere della prova contraria.

Già in Tribunale e in Corte d'Appello la posizione assunta dall'automobilista era stata considerata erronea.

Così come era stata considerata senza alcun fondamento la sua richiesta, avanzata nei confronti del Comune, per il sinistro di cui si era reso protagonista alla guida della sua Porsche.

Ad avviso dei giudici, lo scontro era solo responsabilità esclusiva dell'uomo.

Così, l'automobilista ricorre per Cassazione, ma anche qui, la su tesi viene considerata assolutamente semplicistica dagli Ermellini, i quali affermano come non siano evidenziati gli elementi per cui la strada, su cui si è verificato il sinistro, sarebbe di per sé idonea a costituire causa efficiente del danno né tantomeno le ragioni per cui la situazione dei luoghi sarebbe stata tale da indurre l'uomo ad invadere l'opposta corsia di marcia.

Viene quindi chiarito, che l'uomo non può certo pensare di sostenere che la presenza di due arcate, di epoca antica, lungo una strada a due corsie di marcia, possa aver ingenerato in lui dubbi tali da spingerlo a imboccare il ‘tunnel'di sinistra contromano, portandolo a un clamoroso frontale con un'automobile proveniente dalla direzione opposta.

Tesi, questa, che non può reggere, in assoluto.

E, difatti, l'addebito per la responsabilità dell'incidente stradale è a carico dell'automobilista, non del Comune.

28 marzo 2013 · Marzia Ciunfrini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Sinistro causa massi lasciati su strada chiusa - Responsabilità anche del comune
Il comune è responsabile del sinistro causato dai massi lasciati sulla strada in costruzione dell'appaltatore. C'è il concorso di colpa con la giovane vittima anche nel caso in cui questa si sia avventurata in una via buia e chiusa al traffico. Lo ha sancito la Corte di cassazione che, con ...
Sinistro stradale con responsabilità 50% » Scatta il bonus malus?
In seguito di un sinistro stradale dove si ha responsabilità al 50%, scatta lo stesso la penalità del bonus malus sulla propria classe di merito? In ambito di classe di merito, la penalità del malus è applicata, di solito, anche in caso di sinistro stradale al 50% paritaria dei conducenti. ...
Il terzo trasportato può chiedere il risarcimento danni direttamente alla compagnia assicuratrice del veicolo su cui viaggiava al momento del sinistro e non ha l'onere di dimostrare l'effettiva distribuzione della responsabilità tra i conducenti
Il danno subito dal terzo trasportato è risarcito dall'impresa di assicurazione del veicolo sul quale era a bordo al momento del sinistro entro il massimale minimo di legge a prescindere dall'accertamento della responsabilità dei conducenti dei veicoli coinvolti nel sinistro, fermo il diritto al risarcimento dell'eventuale maggior danno nei confronti ...
Sinistro per buca ricoperta di pioggia » Legittimo il risarcimento danni dal comune
Nel caso un motociclista o un automobilista sia incappato in un sinistro, a causa di una buca profonda sulla strada resa invisibile dalla pioggia che la copriva interamente, il Comune è tenuto alla liquidazione dei danni. È legittimo il risarcimento dei danni al motociclista caduto per la buca profonda ed ...
Sinistro stradale - La fattura non è sufficiente a provare il danno
In tema di risarcimento del danno conseguente a sinistro stradale, la fattura per le riparazioni effettuate non costituisce, di per sé, prova del danno, tanto più se non è accompagnata da una quietanza e, soprattutto, se proviene dalla stessa parte che intende utilizzarla in qualità di cessionaria del credito. L'ammissione ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su sinistro contro mano per segnaletica mancante - responsabilità del comune?. Clicca qui.

Stai leggendo Sinistro contro mano per segnaletica mancante - Responsabilità del comune? Autore Marzia Ciunfrini Articolo pubblicato il giorno 28 marzo 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria multe ricorsi e sinistri - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca