Lavoro – Servizi per l’Impiego

Cosa sono i Servizi per l’Impiego e a cosa servono?

I Servizi per l’Impiego sono strutture pubbliche che sostituiscono i vecchi uffici di collocamento. Sono nati per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, prevenire la disoccupazione e facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro alle persone a rischio di disoccupazione.

Come posso accedere a questi servizi?

Devi iscriverti al cosiddetto “elenco anagrafico”, i tuoi dati verranno raccolti in:

  • una scheda anagrafica, con i tuoi dati anagrafici completi e quelli della tua famiglia, il tuo titolo di studio e il tuo stato occupazionale;
  • una scheda professionale (il vecchio “libretto di lavoro”), con le informazioni sulle tue esperienze formative e professionali, sulla tua disponibilità e sulla certificazione delle tue competenze professionali.

LA RICERCA DI LAVORO

Che cos’è lo “stato di disoccupazione”?

È la condizione della persona senza lavoro, che sia immediatamente disponibile a svolgere e/o a cercare un’attività lavorativa.

Come posso ottenere lo stato di disoccupazione?

Devi presentarti al Servizio per l’Impiego della città in cui abiti, e rilasciare una dichiarazione (autocertificazione) che attesti:

  • le eventuali attività lavorative svolte in passato;
  • l’immediata disponibilità a svolgere attività lavorativa.

Se perdo il posto di lavoro o do le dimissioni, perdo anche l’iscrizione all’elenco anagrafico?

Se hai un permesso di sogiorno per lavoro subordinato e perdi il lavoro, anche per dimissioni, mantieni l’iscrizione all’elenco anagrafico per la stessa durata del tuo permesso di soggiorno.

Anzi, in base al Testo Unico sull’immigrazione, hai comunque diritto di cercare un lavoro, come disoccupato, per un periodo non inferiore a 6 mesi (quindi anche dopo la scadenza del tuo permesso di soggiorno). Se non hai trovato alcun nuovo impiego entro tale termine, devi lasciare il paese.

Ho un regolare permesso di soggiorno, e cerco lavoro. A chi posso rivolgermi per essere messo in contatto con le aziende che vogliono assumere personale?

La legge garantisce ai lavoratori stranieri regolarmente soggiornanti in Italia e alle loro famiglie lo stesso trattamento e gli stessi diritti dei lavoratori italiani. Come loro, quindi, puoi rivolgerti:

  • ai servizi pubblici per l’impiego (Centri per l’Impiego, Comuni, Università, Camere di Commercio);
  • oppure ai servizi privati per l’impiego (Agenzie per il Lavoro ed altri operatori).

Cosa sono i Centri per l’Impiego, dove si trovano e quali servizi possono offrirmi?

I Centri per l’Impiego sono strutture pubbliche e si trovano in tutta Italia.
Offrono servizi di diverso tipo:

  • accoglienza, informazione ed orientamento per chi cerca lavoro;
  • intermediazione tra domanda ed offerta di lavoro;
  • consulenza alle aziende.

Dove posso trovare indirizzi e orari dei Centri per l’Impiego della mia regione?

Puoi rivolgerti alla sede della Provincia in cui risiedi, o consultare il suo sito Internet.

Cosa sono le Agenzie per il Lavoro?

Le agenzie per il lavoro sono strutture private autorizzate, che si occupano di ricerca e selezione del personale, intermediazione tra domanda e offerta di lavoro, fornitura di manodopera alle aziende, ecc.

I lavoratori e le aziende possono scambiarsi offerte e richieste di lavoro senza bisogno di intermediari?

Sì, attraverso la Borsa Lavoro: un sistema informatico per l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, accessibile e consultabile sia dai lavoratori sia dalle aziende. Essi potranno quindi inserire nuove candidature o richieste di personale, direttamente e senza intermediari. Per informazioni, consulta il sito www.lavoro.gov.it

7 Gennaio 2009 · Antonio Scognamiglio

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Argomenti correlati: 

Approfondimenti

Impiego di immigrati clandestini - I rischi penali per il datore di lavoro e la ulteriore sanzione amministrativa pari al costo di rimpatrio
Il datore di lavoro che occupa alle proprie dipendenze immigrati clandestini privi del permesso di soggiorno, ovvero il cui permesso sia scaduto e del quale non sia stato chiesto, nei termini di legge, il rinnovo, revocato o annullato, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa di 5 mila euro per ogni lavoratore impiegato. Le pene sono aumentate da un terzo alla metà se gli immigrati clandestini occupati sono in numero superiore a tre; se gli immigrati clandestini occupati sono minori in età non lavorativa; se i gli immigrati clandestini occupati sono sottoposti ...

Permesso di soggiorno per cercare lavoro
Quale permesso di soggiorno serve per lavorare o cercare un lavoro? I permessi di soggiorno con cui è possibile lavorare o cercare un lavoro sono:  Permesso di soggiorno per lavoro subordinato (dipendente);  Permesso di soggiorno per lavoro subordinato stagionale;  Permesso di soggiorno per lavoro autonomo;  Permesso di soggiorno per attesa occupazione;  Permesso di soggiorno per studio e formazione ma solo per 20 ore settimanali;  Permesso di soggiorno per motivi familiari;  Permesso di soggiorno per richiesta asilo se è espressamente indicato sul soggiorno; Permesso di soggiorno per asilo, per protezione umanitaria e sociale;  Il permesso di soggiorno per motivi religiosi; Il ...

Pagamento da parte del nuovo datore di lavoro di cessione del quinto sottoscritta durante l'impiego presso un precedente datore di lavoro
Vorrei sapere se il datore di lavoro è tenuto a pagare un debito derivante dalla richiesta di una società di recupero crediti che opera per conto di una assicurazione garante di cessione del quinto, a suo parere estinta anticipatamente con Tfr e per il quale residuo io non sono a conoscenza; e inoltre il datore di lavoro deve avvertire il dipendente che sta effettuando tale pagamento? ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su lavoro – servizi per l’impiego. Clicca qui.

Stai leggendo Lavoro – Servizi per l’Impiego Autore Antonio Scognamiglio Articolo pubblicato il giorno 7 Gennaio 2009 Ultima modifica effettuata il giorno 1 Novembre 2017 Classificato nella categoria immigrazione e integrazione

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)