Guida in stato di ebbrezza – sequestro e confisca del veicolo

In caso di guida in stato di ebbrezza, a seguito della Legge numero 120/2010, il sequestro e la confisca del veicolo possono essere disposti dal Prefetto, e non più dal Giudice penale.

La Corte di Cassazione, con la sentenza del  16 novembre 2010, numero 40523,  ha ritenuto che, per effetto delle modifiche apportate all’articolo 186 del Codice della strada dalla Legge numero 120/2010, la confisca del veicolo, che consegue alla guida in stato di ebbrezza, ha assunto natura di sanzione amministrativa accessoria (in precedenza, le Sezioni Unite, con sentenza numero 23428 del 2010, avevano ritenuto che si trattasse di una pena accessoria).

Allo stesso modo l’istituto del sequestro del veicolo, prodromico alla confisca, deve configurarsi non più come sequestro penale nell’ambito delle misure cautelari reali, bensì come sequestro amministrativo.

Da ciò consegue che oggi, in caso di guida in stato di ebbrezza, il sequestro e la successiva confisca del veicolo potranno essere disposti solo dall’autorità amministrativa (il Prefetto), secondo la procedura di cui all’articolo 224 ter, comma 2, del Codice della Strada, e non più – come avveniva in precedenza – dal giudice penale.

Inoltre, per opporsi al provvedimento di sequestro (amministrativo) dovrà applicarsi la procedura prevista dall’articolo 205 del Codice della strada.

L’applicabilità di tali procedura scaturisce dall’espresso rinvio all’articolo 224 ter, contenuto negli articoli 186 e 187 del Codice della strada, che criminalizzano la guida in stato di ebbrezza.

Per fare una domanda agli esperti vai al forum

Per approfondimenti, accedi alle sezioni tematiche del blog

10 Marzo 2011 · Antonella Pedone

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Guida in stato di ebbrezza e confisca del veicolo non di proprietà del conducente
Mio figlio è stato imputato di guida in stato di ebbrezza, condannato in primo grado e il veicolo che guidava è stato confiscato: poiché il veicolo è di mia proprietà, volevo sapere se esiste qualche possibilità di rientrare in possesso dell'automobile. ...

Decreto penale di confisca del veicolo per guida in stato di ebbrezza - Termini di prescrizione
Il prefetto ha emesso il 14/1/2011, irrevocabile il 25/1/2012, sentenza di condanna nei miei confronti. Mi arriva in data 4/4/2016 la notifica di esecuzione confisca della mia auto per guida in stato di ebbrezza. Non c'é un limite di tempo? Non va in prescrizione il reato? Dal 14/1/2011 sono passati 5 anni e tre mesi. ...

Guida in stato di ebbrezza - incidente e responsabilità
Il conducente in stato di ebbrezza, coinvolto in un incidente, ha l'onere di dimostrare che il sinistro non è stato causato (in tutto o in parte) dalle proprie condizioni di alterazione psicofisica. In caso di sinistro stradale, il conducente in stato di ebbrezza non necessariamente è considerato responsabile del sinistro stesso (Cassazione, sentenza del 20 ottobre 2014, n. 22238). Lo stato di ebbrezza infatti consente soltanto di "presumere" la responsabilità dell'incidente, ma tale presunzione può essere superata dalla prova contraria, da cui risulti che le condizioni psico-fisiche del conducente, alterate per effetto dell'alcool, non hanno comunque influito nella determinazione del ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su guida in stato di ebbrezza – sequestro e confisca del veicolo. Clicca qui.

Stai leggendo Guida in stato di ebbrezza – sequestro e confisca del veicolo Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 10 Marzo 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 18 Maggio 2017 Classificato nella categoria multe e sinistri - giurisprudenza di legittimità e di merito - circolari del ministero dei trasporti Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)