Tutto dipende dalle clausole della scrittura privata

Se suo padre ha un contratto di affitto registrato resta dove si trova.

Il contratto che ha firmato è nullo in quanto vessatorio e nessuno potrebbe farlo valere in sede legale.

Se suo padre non ha un contratto di affitto registrato può denunciare il proprietario per evasione fiscale, conseguire un abbattimento del canone ed un prolungamento almeno quadriennale del contratto stesso.

Se invece la firma in calce all'accordo è solo una formalità e si ha a che fare con gente "priva di scrupoli", allora a suo padre non resta che andar via oppure denunciare per estorsione coloro che lo hanno costretto a firmare l'impegno a corrispondere un canone di locazione di 3 mila euro/mese.

9 gennaio 2013 · Marzia Ciunfrini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca