Quando una scrittura privata non autenticata ha data certa

Qualora la scrittura privata non autenticata formi un corpo unico col foglio sul quale è impresso il timbro postale, la data risultante da quest'ultimo è data certa della scrittura, perché la timbratura eseguita in un pubblico ufficio equivale ad attestazione autentica che il documento è stato inviato nel medesimo giorno in cui essa è stata eseguita: mentre grava sulla parte che contesti la certezza della data l'onere di provare - pur senza necessità di querela di falso - che la redazione del contenuto della scrittura è avvenuta in un momento diverso.

Questo il principio di diritto ribadito dai giudici della Corte suprema nella sentenza 17335/15.

2 settembre 2015 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assegno con data in bianco riempita dal beneficiario - I rischi che si corrono
Nel caso di sottoscrizione di modulo di assegno con data in bianco, il traente (colui che sottoscrive l'assegno) il quale contesti il contenuto riportato nel campo data, può proporre querela di falso, se assume che il riempimento sia stato effettuato dal beneficiario in maniera non autorizzata, poiché in tal caso ...
Separazione: ripartizione immobili tra ex coniugi » Si a scrittura privata
Sì alla scrittura privata, parallela alla separazione consensuale, per ripartire gli immobili tra il coniuge debole ed i figli. Questo basilare pensiero è stato espresso dalla Corte di Cassazione la quale, con la sentenza 21736/13, ha stabilito che: Alle pattuizioni convenute dai coniugi prima del decreto di omologazione e non ...
Pignoramento presso terzi - La quietanza liberatoria rilasciata dal debitore esecutato al terzo pignorato deve avere data certa
Il creditore pignorante è onerato della prova dell'esistenza del credito del terzo pignorato (debitor debitoris) verso il proprio debitore: le scritture private intercorse fra il debitore sottoposto ad azione esecutiva ed il terzo pignorato sono opponibili al creditore procedente solo nei limiti di cui all'articolo 2704 del codice civile. Pertanto, ...
Sosta a pagamento - Non basta allegare il ticket in sede giudiziale se gli agenti ne hanno accertato l'omessa esposizione
Sebbene nel fascicolo di parte sia stata allegata copia del contrassegno di pagamento della somma dovuta per la sosta, recante una data e un orario corrispondente a quello in cui era stata accertata l'infrazione, la mancata esibizione del contrassegno attestata dal verbale di constatazione dell'infrazione, fa fede, fino a querela ...
Accertamento fiscale » La notifica è valida anche se la firma è illeggibile
La notifica di un accertamento fiscale immediatamente esecutivo è considerata valida anche se la firma sulla ricevuta della raccomandata a/r è illeggibile. Ciò, fino alla querela di falso. Anche se l'avviso di ricevimento sulla raccomandata, con la quale l'agente della riscossione dimostra l'avvenuta consegna dell'avviso di accertamento, riporta una firma ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su quando una scrittura privata non autenticata ha data certa. Clicca qui.

Stai leggendo Quando una scrittura privata non autenticata ha data certa Autore Annapaola Ferri Articolo pubblicato il giorno 2 settembre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 2 settembre 2015 Classificato nella categoria consigli ed avvisi utili Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca