La cartella esattoriale originata da multe deve essere notificata entro due anni dalla consegna del ruolo

In particolare del comma 154 della Legge 24 dicembre 2007 numero 244 (Finanziaria 2008) che stabilisce testualmente che “A decorrere dal 1° gennaio 2008 gli agenti della riscossione non possono svolgere attività finalizzate al recupero di somme, di spettanza comunale, iscritte in ruoli relative a sanzioni amministrative per violazioni del Codice della strada di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, numero 285, per i quali, alla data dell'acquisizione di cui al comma 7, la cartella di pagamento non era stata notificata entro due anni dalla consegna del ruolo”.

Si noti bene che la norma fa riferimento alle sanzioni di spettanza comunale. Il termine di due anni, quindi, vale per le “multe” elevate, ad esempio, dalla Polizia Municipale, e non per quelle elevate dalla Polizia Stradale, dai Carabinieri, dalla Polizia Provinciale e da altre autorità abilitate che non fanno capo al Comune

(leggere questo articolo).

Con la sentenza numero 12505/2011 si stabilisce che il termine per impugnare la cartella esattoriale originata da multa non pagata - per difetto di notifica del verbale di accertamento della sanzione - è di sessanta giorni e non di trenta.

Argomenti correlati

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la cartella esattoriale originata da multe deve essere notificata entro due anni dalla consegna del ruolo. Clicca qui.

Stai leggendo La cartella esattoriale originata da multe deve essere notificata entro due anni dalla consegna del ruolo Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 27 settembre 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 22 dicembre 2018 Classificato nella categoria multe accertamento infrazione notifica verbale pagamento sanzione o ricorso » mini guide .



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca