Sanzioni per guida in stato di ebbrezza - Si rischia la reclusione

Eggià, i tempi si fanno sempre più duri per chi viene pizzicato alla guida in stato di ebbrezza.

Il reato di guida in stato di ebbrezza da alcool, è regolato dall'articolo 186 del Codice della strada, che al comma 1, recita: É vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcoliche.

Come lei ha avuto modo di scoprire, si è considerati in stato di ebbrezza quando viene accertato un valore del tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l.

Per l'accertamento dello stato di ebbrezza le Forze dell'Ordine si servono del cosiddetto etilometro elettronico: uno strumento di misurazione che determina la quantità di alcool contenuta nel sangue indicata in g/l (grammi su litro).

Per i conducenti coinvolti in incidenti stradali e sottoposti alle cure mediche è possibile controllare il tasso alcolemico in ospedale con un prelievo ematico anche senza il consenso del conducente stesso.

A seconda del tasso alcolemico rilevato, le pene e le sanzioni sono differenti.

Tasso alcolemico compreso tra 0 e 0,5 g/l

Nessuna sanzione è prevista se il valore del tasso alcolemico è inferiore a 0,5 g/l, il conducente ha età superiore a 21 anni, la patente è stata conseguita da più di tre anni e il conducente non è un autotrasportatore.

Negli altri casi, cioè quando pur essendo il tasso alcolemico inferiore a 0,5 g/l, il conducente è un autotrasportatore, ha meno di 21 anni, oppure ha conseguito la patente da meno di tre anni, si applicherà una sanzione amministrativa il cui importo è compreso fra € 155 a € 624.

Riportiamo di seguito quanto dispone il comma 1 dell'articolo 186 bis del codice della strada:

È vietato guidare dopo aver assunto bevande alcoliche e sotto l'influenza di queste per:

  1. i conducenti di età inferiore a ventuno anni e i conducenti nei primi tre anni dal conseguimento della patente di guida di categoria B;
  2. i conducenti che esercitano l'attività di trasporto di persone, di cui agli articoli 85, 86 e 87;
  3. i conducenti che esercitano l'attività di trasporto di cose, di cui agli articoli 88, 89 e 90;
  4. i conducenti di autoveicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t, di autoveicoli trainanti un rimorchio che comporti una massa complessiva totale a pieno carico dei due veicoli superiore a 3,5 t, di autobus e di altri autoveicoli destinati al trasporto di persone il cui numero di posti a sedere, escluso quello del conducente, è superiore a otto, nonchè di autoarticolati e di autosnodati.

Tasso alcolemico compreso tra 0,50 e 0,8 g/l

Invece, se venite fermati e la rilevazione di alcol nel sangue è fra gli 0,50 e gli 0,80 g/l l'ammenda da pagare è compresa fra i 500 ed i 2000 euro.

Non è previsto l'arresto, non essendo considerato un reato penale, e la sospensione della patente può variare da 3 a 6 mesi.

Attenzione, vengono sottratti 10 punti della patente e si rischia il fermo del mezzo.

Tasso alcolemico compreso tra 0,80 e 1,5 g/l

Se venite fermati e l'alcol rilevato nel sangue è compreso fra gli 0,80 e1,50 g/l la multa da pagare è compresa fra gli 800 ed i 3.500 euro.

Essendo un reato penale si rischiano da 3 a 6 mesi di carcere (commutati in sanzione pecuniaria), e la sospensione della patente può variare da 6 a 12 mesi.

Anche in questo caso, verranno decurtati 10 punti della patente e verrà applicato il fermo del mezzo.

Tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l

Oltre alla sospensione della patente, se il tasso alcolemico supera 1,50 g/l, l'ammenda da pagare è compresa fra i 1.500 ed i 6.000 euro.

Si rischiano da 3 a 12 mesi di detenzione (commutati anche in questa circostanza in sanzione pecuniaria a meno di incidenti causati).

La tempistica di sospensione della patente varia da 12 a 24 mesi.

I punti tolti saranno 12 e la confisca del veicolo avviene per sentenza.

Qualora il veicolo sia di proprietà di un soggetto terzo, l'alternativa alla confisca è la sospensione della patente da 2 a 4 anni per il conducente che ha commesso il reato.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca