Indice del post autovelox e sanzioni amministrative » il manuale per il trasgressore

Autovelox e sanzioni amministrative » Tutto ciò che il trasgressore deve conoscere

Tutto ciò che il trasgressore deve conoscere sul famigerato autovelox e su come presentare ricorso per le sanzioni amministrative originate dalle rilevazioni di eccesso di velocità. L'autovelox: lo strumento del diavolo. Si ragiona spesso sull'efficacia e sulla validità delle multe elevate con questo di questo dispositivo elettronico. Questi apparecchi di rilevazione, in realtà, sono un vero e proprio business, e rimpinguano notevolmente le casse delle pubbliche amministrazioni locali. La loro utilizzazione diffusa viene ritenuta, comunque, almeno in via potenziale, conforme alla legge. Pertanto, nel tempo continueranno ad essere messe a punto apparecchiature sempre piu' sofisticate e di certo si [ ... leggi tutto » ]

Che cos'è un autovelox

L’autovelox è un sistema che consente di determinare la velocità di un’automobile: è basato sull'emissione e ricezione di una coppia di raggi laser paralleli, invisibili e assolutamente innocui, che attraversano la strada perpendicolarmente. In pratica la misura viene effettuata sullo stesso veicolo per quattro volte, due in entrata, due in uscita, e così si riduce qualsiasi possibilità di errore dovuto, per esempio, alla presenza di più veicoli in marcia parallela. L’autovelox comprende anche una macchina fotografica completa di dispositivo per la sovraimpressione automatica dei dati dell’infrazione. Si trova all'altezza del rilevatore di velocità, in modo da riprendere la parte [ ... leggi tutto » ]

Limiti di velocità e sanzioni sulle strade italiane

Sulle strade del nostro paese, i cosìdetti limiti di velocità, sono svariati e si differenziano a seconda della specie.Molto cambia, infatti, a seconda ci si trovi su autostrade, strade statali, extraurbane, o strade di centri abitati. Anche le sanzioni amministrative, con relativa decurtazione dei punti patente cambiano. Dipende, da quanto si è superato limite massimo di velocità consentito in un'area, dall'orario in cui si è commessa l'infrazione, e naturalmente, dalla velocità raggiunta. Ricordiamo i limiti attuali: sulle autostrade: 130 chilometri orari, scendono a 110 in caso di maltempo. sulle strade extraurbane principali: 110 chilometri orari, scendono a 90 in [ ... leggi tutto » ]

Quali sono i dispositivi autovelox utilizzati nelle strade italiane

Gli autovelox possono essere fissi o mobili, e rilevare la velocità istantanea o media (tutor). Devono essere approvati (omologati) dal Ministero dei trasporti. I fissi sono solitamente omologati per il funzionamento automatico senza la presenza dei vigili, e possono essere installati solo su determinate strade. Per i mobili presidiati o utilizzati direttamente dalla polizia non ci sono particolari limitazioni, li si puo' trovare su qualsiasi strada. Gli apparecchi di misurazione della velocita' non sono soggetti a taratura periodica in senso tecnico, poiche' la normativa riguarda soltanto i controlli metrologici effettuati su apparecchi di misura di tempo, distanza e massa. [ ... leggi tutto » ]

Proprietà ed utilizzo degli apparecchi autovelox

Di chi deve essere, di proprietà l'autovelox, e da chi deve essere utilizzato? Tutti gli apparecchi possono essere utilizzati unicamente dagli organi che svolgono funzione di polizia stradale. Quindi, in via principale, Polizia Stradale della Polizia di Stato, dalla Polizia di Stato, dall'Arma dei carabinieri, dal Corpo della guardia di finanza, dai Corpi e ai servizi di polizia provinciale, nell'ambito del territorio di competenza; dai Corpi e ai servizi di polizia municipale, nell'ambito del territorio di competenza; dai funzionari del Ministero dell'interno addetti al servizio di polizia stradale e dai Corpo di polizia penitenziaria e al Corpo forestale dello [ ... leggi tutto » ]

Dove possono essere installati gli autovelox

Quali sono le strade in cui possono essere installati gli autovelox? Gli apparecchi fissi a funzionalità automatica a distanza possono essere installati su autostrade e strade extraurbane principali (rispettivamente tipo A e B). Per le strade extraurbane secondarie e urbane di scorrimento (tipo C e D) occorre la disposizione del Prefetto, che deve individuare i tratti di tali strade ove puo' essere possibile l'attività di controllo remoto del traffico. Sulle strade urbane di quartiere e locali (tipo E ed F) non e' invece consentito l'uso di apparecchi automatici. Su di esse e' possibile solo attivita' di controllo con intervento [ ... leggi tutto » ]

Segnalazione preventiva dei dispositivi autovelox

Gli autovelox devono essere segnalati preventivamente: il codice della strada prevede che le postazioni di controllo e rilevazione della velocita' siano preventivametne segnalate e ben visibili. L’obbligo di visibilita' non si estende agli agenti eventualmente presenti, a meno che ovviamente questi non "facciano parte" della postazione di controllo perche' utilizzano manualmente l'attrezzatura (vedi telelaser). A seguito della riforma del 2007 il Ministero dei trasporti ha pubblicato un decreto che ha definito le modalità di segnalazione. In particolare, devono essere segnalati tutti i dispositivi di rilevamento che funzionano da “fermi”, ovvero autovelox (fissi o mobili), telelaser, etc.. Sono esclusi i [ ... leggi tutto » ]

Multa da autovelox: la contestazione deve essere immediata o differita?

Quando la multa da autovelox deve essere contestata immediatamente e quando no: chiarimenti su una questione spinosa. Norme, disposizioni varie e giurisprudenza hanno sempre di più affrancato l'apparecchio autovelox, soprattutto quello omologato per uso automatico, dal generico obbligo di fermo e dalla necessita' di presidio da parte delle pattuglie di polizia. Prima di tutto e' lo stesso codice della strada ad elencare tra i casi per i quali la contestazione immediata non e' necessaria. Ad esempio la contestazione immediata non serve quando l'accertamento della violazione per mezzo di appositi apparecchi di rilevamento direttamente gestiti dagli organi di Polizia stradale [ ... leggi tutto » ]

Multe da autovelox: la diatriba per il termine di 90 giorni per la notifica del verbale

Come noto, a pena di decadenza, il Codice della strada prevede regole ben precise per la notifica del verbale di multa in caso di contestazione immediata o differita dell'infrazione. Qualora la violazione non possa essere immediatamente contestata, il verbale, con gli estremi precisi e dettagliati della violazione e con la indicazione dei motivi che hanno reso impossibile la contestazione immediata, deve, entro novanta giorni dall'accertamento, essere notificato all'effettivo trasgressore o, quando questi non sia stato identificato, al proprietario del veicolo quale risulta dai pubblici registri alla data dell'accertamento. Se l'effettivo trasgressore od altro dei soggetti obbligati (proprietario, usufruttuario, acquirente [ ... leggi tutto » ]

Per il consiglio di stato è illegittimo il posizionamento degli autovelox su strade con pochi sinistri

L'autovelox è illegittimo sulle strade sicure, ovvero dove avvengono pochissimi sinistri stradali. Interessante sentenza del Consiglio di Stato. Basta autovelox a go go e senza alcuna logica se non quella di far cassa. Per la giustizia amministrativa devono essere posti solo sulle strade nelle quali ci sono molti sinistri. Almeno per quanto riguarda i tratti extraurbani, dove è il prefetto a dover indicare se si deve o meno procedere al rilevamento elettronico della velocità. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dal Consiglio di Stato con sentenza 4321/14. A parere dei Giudici di Palazzo Spada, non devono essere elevati più verbali [ ... leggi tutto » ]

Quando il verbale non indica se l'autovelox è fisso o mobile la multa è nulla

Nella fattispecie di sanzione amministrativa per eccesso di velocita' rilevato con dispositivi elettronici autovelox, l’agente accertatore deve attestare sul verbale di contestazione se la postazione di controllo è temporanea o permanente. In caso contrario, la multa è nulla. La pubblica amministrazione proprietaria della strada, infatti, è tenuta a dare idonea informazione, con l’apposizione in loco di cartelli indicanti la presenza di autovelox”dell'installazione e della conseguente utilizzazione dei dispositivi di rilevamento elettronico della velocità, configurandosi, in difetto, l’illegittimità del relativo verbale di contestazione. A tal riguardo si è puntualizzato che tale disposizione normativa non può essere considerata una norma priva [ ... leggi tutto » ]

La multa elevate da vecchi autovelox sono illegittime

Il Ministero dei Trasporti chiarisce che gli apparecchi per il rilevamento della velocità, gli autovelox, che sono diventati obsoleti devono essere rottamati: nulle, quindi, tutte le multe elevate con questi strumenti. La municipale, la polizia stradale o chi per loro, non può utilizzare i vecchi mezzi autovelox con licenza revocata e, in ogni caso, dopo 20 anni dalla loro approvazione, i sistemi elettronici per il controllo della velocità non possono più essere commercializzati, a meno che non intervenga una proroga dal Ministero dei Trasporti. Pertanto, se l’autovelox è da rottamare, tutte le multe elevate con quel dispositivo sono automaticamente [ ... leggi tutto » ]

La società appaltatrice privata che noleggia il tutor o l'autovelox non può fare la cresta sulle contravvenzioni a pena di nullità della multa

La compagnia appaltatrice privata che noleggia il tutor al Comune non può guadagnare anche una maggiorazione in proporzione ai verbali elevati per le infrazioni stradali, ossia in percentuale. Al contrario, deve incassare solo un canone fisso per la fornitura dell'apparecchiatura: la conseguenza in caso di violazione di questa disciplina è che le multe per eccesso di velocita' elevate con questo sistema devono essere annullate. La normativa, in questo ambito, prevede solo la possibilità di compensi a canone fisso per la società fornitrice dei misuratori elettronici della velocità. E' quindi impossibile contemplare, nel contratto, qualsiasi forma di surplus parametrato al [ ... leggi tutto » ]

I dispositivi autovelox devono essere di proprietà degli Enti locali per consentire la validità della multa

Non deve esserci comodato gratuito per l'autovelox e gli altri controllori elettronici del traffico. Questi devono essere di proprietà degli Enti locali e non possono essere loro prestati gratuitamente dai privati. Lo ha chiarito il Ministero dei trasporti con il parere numero 5887 del 22 ottobre 2012. La questione della disponibilità da parte degli enti locali degli strumenti automatici per il controllo del traffico è stata valutata con attenzione durante l'iter di approvazione dell'ultima importante riforma del codice stradale, la legge numero 120 del 2010, entrata in vigore il 13 agosto 2010. In particolare, con questa disposizione, è stato [ ... leggi tutto » ]

Risponde di truffa la società privata che occulta volontariamente l'autovelox

Risponde di truffa la società fornitrice di autovelox che ne occulta il posizionamento. Inoltre è ritenuto legittimo il sequestro della strumentazione, nonostante la regolarità della stessa. Lo ha sancito la Corte di Cassazione la quale, con la sentenza 22158 del 23 maggio 2013, ha sancito che può essere perseguita per truffa la società che fornisce e ed esegue il posizionamento dell'autovelox in autovetture in modo tale da essere occultati agli ignari automobilisti. Pertanto, è legittimo il sequestro, nonostante la «regolarità» dell'apparecchiatura. La Suprema Corte ha in particolare sottolineato che un bene avente natura lecita (in quanto regolarmente tarato e [ ... leggi tutto » ]

La privacy del trasgressore nelle multe da autovelox deve essere tutelata

Per le multe effettuate con dispositivi elettronici non deve assolutamente comparire nessun estraneo, oltre al trasgressore, sulla foto scattata dall'autovelox per elevare una multa. Il codice della privacy, vieta di riportare immagini scattate da autovelox di soggetti non coinvolti nella documentazione fotografica comprovante violazioni in materia di multe per infrazioni del codice della strada. È questo, quanto stabilito dal Garante con il provvedimento numero 408 del 13 dicembre 2012. Nel caso analizzato, un automobilista aveva subito, esattamente come il suo amico, una contravvenzione tramite autovelox per aver superato i limiti di velocità, dopodichè, ricevute le foto dell'infrazione, aveva notato [ ... leggi tutto » ]

La multa è illegittima quando l'autovelox non è omologato

Molto di sovente accade che le apparecchiature per il rilevamento automatico dell'infrazione, come autovelox e T-Red, si trovano al centro di veri e propri scandali ed inchieste penali. Tuttavia, è bene sapere che la multa basata per infrazione rilevata da un autovelox o da un T-red è illegittima, e dunque nulla, solo quando è stato accertato che il particolare tipo di dispositivo coinvolto non è idoneo sotto il profilo tecnico o è privo di omologazione. O, ancora, quanto il dispositivo sia stato utilizzato per perpetrare un reato di falso, truffa e/o abuso d’ufficio. Per esser chiari, se la fornitura [ ... leggi tutto » ]

Non esiste una norma di legge che preveda la taratura degli apparecchi autovelox

Stop ai ricorsi per mancata taratura dei dispositivi autovelox: per la Corte di Cassazione la stessa non è affatto necessaria. Con un'importante pronuncia, la Cassazione ha affermato che le apparecchiature elettroniche regolarmente omologate e utilizzate per la rilevazione del superamento dei limiti di velocità non devono essere sottoposte ai controlli della legge 273 del 1991, in quanto non rientrano nella previsione di tale normativa che attiene alla materia della metrologica, ossia a materia diversa rispetto a quella della misurazione elettronica della velocità ed appartiene alla competenza di autorità amministrative diverse da quelle legittimate alla rilevazione delle infrazioni al codice [ ... leggi tutto » ]

Qualche dritta per il ricorso in caso da multe elevate con autovelox

Per difenderti al meglio contro le multe da AUTOVELOX, hai bisogno di conoscere: gli strumenti previsti dalla legge per proporre ricorso; le ipotesi in cui non possono toglierti i punti dalla patente o sospendertela; le 7 strategie difensive per farti annullare la multa; lo schema completo di ricorso da presentare alle autorità competenti; la normativa e la giurisprudenza di riferimento. Dunque: Per prima cosa controllare bene tutti i dati riportati sul verbale che deve contenere tutti i seguenti elementi: la data dell'infrazione, l’ora, il luogo dell'infrazione con l’indicazione del Prefetto competente ed il Giudice di Pace competente per territorio, il [ ... leggi tutto » ]

29 gennaio 2015 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Autovelox fisso o mobile? » Se il verbale non lo indica la multa è nulla
In caso di eccesso di velocità rilevato con dispositivi elettronici autovelox, l'agente accertatore deve attestare sul verbale di contestazione se la postazione di controllo è temporanea o permanente. In caso contrario, la multa è nulla. La pubblica amministrazione proprietaria della strada, infatti, è tenuta a dare idonea informazione, con l'apposizione ...
Autovelox posizionato su strada provinciale - Il verbale di infrazione deve contenere l'indicazione degli estremi del decreto prefettizio che autorizza il posizionamento del dispositivo
In tema di sanzione amministrativa per eccesso di velocità rilevato a mezzo di dispositivo elettronico autovelox lungo una strada provinciale, quando l'infrazione sia stata accertata su una strada extraurbana secondaria, il verbale di contestazione deve contenere l'indicazione degli estremi del decreto prefettizio con il quale è stata autorizzata, sulla strada ...
Box autovelox » Il parere del Ministero dei Trasporti
Continua la diatriba sulla legittimità dei box autovelox: vediamo quali sono gli sviluppi della vicenda. I cosiddetti box autovelox, ovvero gli armadietti destinati a contenere i misuratori di velocità possono essere posizionati su qualunque tratto di strada. Infatti, questi apparecchi possono essere anche dei validi dissuasori di velocità, a condizione ...
Requisiti che deve avere la strada cittadina perché l'amministrazione comunale possa posizionarvi un autovelox
La legge 168/2002 (articolo 4 dell'allegato) dispone che sulle autostrade, sulle strade extraurbane principali, sulle strade extraurbane secondarie e sulle strade urbane di scorrimento gli organi di polizia stradale possono utilizzare o installare dispositivi o mezzi tecnici di controllo del traffico, di cui viene data informazione agli automobilisti, finalizzati al ...
Multe elevate tramite dispositivi autovelox » Conosci il tuo nemico: ecco tutti i trucchi per potersi difendere
Sempre più numerose sono le multe elevate, a danno degli automobilisti italiani, tramite i dispositivi di rilevamento della velocità detti autovelox: per potersi difendere, però, è bene conoscere i motivi di nullità della multa, come da disposizione di normativa vigente. Sono milioni le contravvenzioni elevate ogni anno con il metodo ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post autovelox e sanzioni amministrative » il manuale per il trasgressore. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Autovelox e sanzioni amministrative » Il manuale per il trasgressore Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 29 gennaio 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 27 settembre 2017 Classificato nella categoria multe da autovelox t-red tutor photored telelaser scout speed Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale.



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca