Qualche dritta per il ricorso in caso da multe elevate con autovelox

Per difenderti al meglio contro le multe da AUTOVELOX, hai bisogno di conoscere:

  • gli strumenti previsti dalla legge per proporre ricorso;
  • le ipotesi in cui non possono toglierti i punti dalla patente o sospendertela;
  • le 7 strategie difensive per farti annullare la multa;
  • lo schema completo di ricorso da presentare alle autorità competenti;
  • la normativa e la giurisprudenza di riferimento.

Dunque:

  1. Per prima cosa controllare bene tutti i dati riportati sul verbale che deve contenere tutti i seguenti elementi: la data dell'infrazione, l'ora, il luogo dell'infrazione con l'indicazione del Prefetto competente ed il Giudice di Pace competente per territorio, il nome chiaramente identificabile dell'accertatore ed il comando a cui lo stesso appartiene ( es: Polizia Municipale di….- Polizia stradale di…. etc.);
  2. Sul verbale deve essere chiaramente indicato l'articolo di legge non rispettato e deve essere presente una dettagliata descrizione del comportamento posto in essere dal conducente dell'auto fotografata con Autovelox o Telelaser. Sul verbale deve anche essere indicata la direzione di marcia del veicolo indicato. Le foto non vengono inviate a casa unitamente al verbale per questione di Privacy;
  3. Cosa molto importante è che venga indicato che agli atti del comando accertatore sia presente la foto visionabile dell'infrazione contestata. E' sempre bene recarsi a visionare la foto in quanto sulla stessa deve apparire sempre un solo veicolo; a volte compaiono 2 veicoli nel fotogramma e se essi non sono troppo distanti tra loro e le targhe risultano entrambe chiaramente leggibili…la foto deve essere annullata e di conseguenza l'infrazione in quanto non è assolutamente certo quale sia il veicolo che abbia fatto scattare la rilevazione;
  4. Altra cosa importante è la presenza dell'indicazione sul verbale del tipo di Autovelox o Telelaser utilizzati per la rilevazione, la relativa matricola, e l'omologazione da parte del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, della quale deve essere sempre essere controllata la reale corrispondenza;
  5. Una cosa necessaria che deve essere indicata sul verbale è il Decreto de Prefetto competente dove sono indicate le strade sulle quali può essere effettuata la rilevazione della velocità sui veicoli circolanti, senza procedere al fermo dei veicoli stessi per mancanza di spazi idonei per poterlo fare senza creare pericolo per la circolazione;
  6. Accertatevi inoltre che la notifica sia stata effettuata entro 150 giorni dalla data di accertamento dell'infrazione; fa fede la data in cui l'organo accertatore ha consegnato il verbale all'ufficio postale per la spedizione, e non la data in cui si riceve il verbale a casa;
  7. A questo punto se almeno una delle cose descritte sopra risulta assente o incompleta si puo provare a fare ricorso con buone probabilità di vincerlo. E' bene ricordare che il Ricorso puo essere presentato al Prefetto competente o al Giudice di Pace di zona. Nel primo caso solitamente la decisione del Prefetto arriva dopo i 60 giorni di tempo per il pagamento, quindi se il ricorso viene respinto ci si trova a dover pagare il doppio della somma iniziale del verbale;
  8. Nel caso invece del ricorso - più precisamente dell'opposizione - presentato al Giudice di Pace, i 60 giorni per il pagamento della sanzione amministrativa vengono comunque interrotti e l'eventuale rigetto del ricorso non comporta il raddoppio della sanzione iniziale;
  9. In conclusione è sempre bene leggere attentamnte il verbale e nel caso si abbia la possibilità di fare ricorso, presentarlo sempre al Giudice di Pace competente per i motivi sopra indicati;
  10. Il consiglio finale?….Andate piano e non esagerate con l'acceleratore…e tentate sempre di rispettare i limiti….ne va della vostra sicurezza!

29 gennaio 2015 · Giuseppe Pennuto

1. Autovelox e sanzioni amministrative » Tutto ciò che il trasgressore deve conoscere
2. Che cos'è un autovelox
3. Limiti di velocità e sanzioni sulle strade italiane
4. Quali sono i dispositivi autovelox utilizzati nelle strade italiane
5. Proprietà ed utilizzo degli apparecchi autovelox
6. Dove possono essere installati gli autovelox
7. Segnalazione preventiva dei dispositivi autovelox
8. Multa da autovelox: la contestazione deve essere immediata o differita?
9. Multe da autovelox: la diatriba per il termine di 90 giorni per la notifica del verbale
10. Per il consiglio di stato è illegittimo il posizionamento degli autovelox su strade con pochi sinistri
11. Quando il verbale non indica se l'autovelox è fisso o mobile la multa è nulla
12. La multa elevate da vecchi autovelox sono illegittime
13. La società appaltatrice privata che noleggia il tutor o l'autovelox non può fare la cresta sulle contravvenzioni a pena di nullità della multa
14. I dispositivi autovelox devono essere di proprietà degli Enti locali per consentire la validità della multa
15. Risponde di truffa la società privata che occulta volontariamente l'autovelox
16. La privacy del trasgressore nelle multe da autovelox deve essere tutelata
17. La multa è illegittima quando l'autovelox non è omologato
18. Non esiste una norma di legge che preveda la taratura degli apparecchi autovelox
19. Qualche dritta per il ricorso in caso da multe elevate con autovelox
» Vai alla visualizzazione integrale dell'articolo (pagina singola)
» Vai all'indice delle sezioni dell'articolo
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca