Pignoramento » Il solo saldaconto non è sufficiente per ottenere il decreto ingiuntivo

In caso di mancato pagamento di mutui o finanziamenti i decreti ingiuntivi ottenuti dalle banche per arrivare ad un pignoramento possono essere nulli e impugnati. Ciò, perché, il cosiddetto estratto dei saldaconti non è sufficiente per ottenere il decreto monitorio.

Il decreto ingiuntivo emesso solo sulla base dell'estratto dei saldaconti, infatti, è invalido in quanto fondato su prova scritta inidonea a documentare il titolo giustificativo del credito.

Infatti, costituisce prova scritta ai fini del predetto decreto, in materia bancaria, l'estratto analitico dei conti dall'apertura della linea di credito alla pretesa da parte della banca, che invece su tale prova può fondare richieste per scoperti ed affidamenti.

Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dal Tribunale di Torino con sentenza 3620/13.

Cerchiamo di comprendere meglio questa pronuncia.

Di norma, la prassi prevalentemente usata dalle banche in caso di mancati pagamenti da parte dei consumatori di mutui o finanziamenti è basata esclusivamente sulla presentazione di un saldaconto.

Ma questo strumento, del tutto autoreferenziale, non è ammissibile come prova scritta ed il Codice Civile, così come quello di Procedura Civile danno ragione ai consumatori.

A parere del giudice di merito, il saldaconto è solo uno strumento indiziario, non una prova, sulla cui base si possa procedere ad un pignoramento, come fino ad oggi in uso.

Perciò, il debitore, per difendersi, deve procedere con l'opposizione al decreto entro 40 giorni dalla notifica.

A nostro parere, comunque, è necessaria una profonda rivisitazione delle procedure attuate dagli Istituti di credito nei confronti dei debitori italiani.

4 aprile 2014 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Decreto ingiuntivo » Documenti che valgono come prova scritta valida per ottenerlo
Di norma, qualsiasi creditore può recuperare il proprio credito dal debitore, ottenendo dal Giudice l'emissione di un decreto ingiuntivo. Perchè questo sia possibile, però, il creditore deve fornire una prova scritta. Quali documenti si considerano validi a questo fine? Chiariamo quest'aspetto nel prosieguo dell'articolo. Come accennato, per procedere al recupero ...
Recupero crediti » Quando presentare ricorso per decreto ingiuntivo
Tramite l'esibizione della domanda di decreto ingiuntivo, la quale si effettua con il ricorso, è possibile instaurare un procedimento ingiuntivo. Con quest'ultimo, il titolare di un credito liquido, certo ed esigibile, fondato su prova scritta, può ottenere, il decreto ingiuntivo. Il decreto ingiuntivo è un provvedimento con il quale il ...
Opposizione al decreto ingiuntivo » Guida per debitori alle prime armi - Dopo il decreto del fare iter più breve
Un decreto ingiuntivo è un ordine emanato da un giudice, diretto nei confronti di un debitore: il decreto impone di adempiere ad una obbligazione precedentemente assunta. Nel contesto di decreti ingiuntivi relativi a situazioni debitorie il caso più attuale è la restituzione forzata di denaro entro un determinato periodo di ...
Decreto ingiuntivo ed opposizione » Pillole
In questo blog, del decreto ingiuntivo e dell'opposizione ad esso, ne abbiamo parlato fino alla nausea. Ma si sa, repetita iuvant. Ecco perchè, oggi, vogliamo proporvi, in sintesi, alcuni suggerimenti su tutto quello che è fondamentale conoscere per districarsi nella giungla dei decreti ingiuntivi. Notifica, opposizione, termine di pagamento, esecuzione ...
Opposizione a decreto ingiuntivo - Al debitore l'onere di provare che il pagamento effettuato con assegni sia da imputare al credito azionato
Supponiamo che il debitore destinatario di decreto ingiuntivo eccepisca, in sede di opposizione, il pagamento del debito, dimostrando di aver già corrisposto al creditore una somma idonea alla sua estinzione ed il creditore controdeduca che l'eseguito pagamento è da imputare ad un debito diverso da quello dedotto in giudizio. In ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento » il solo saldaconto non è sufficiente per ottenere il decreto ingiuntivo. Clicca qui.

Stai leggendo Pignoramento » Il solo saldaconto non è sufficiente per ottenere il decreto ingiuntivo Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 4 aprile 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria nozioni generali sul pignoramento Inserito nella sezione pignoramento.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca