Romena violentata da italiano

Una ragazza rumena, dipendente di una cooperativa di servizi, è stata aggredita e violentata in call center della capitale, dove la donna lavora come addetta alle pulizie, dal convivente della responsabile del call-center, un italiano di 39 anni, arrestato dalla polizia poco dopo.

La ragazza aveva appena iniziato a fare le pulizie del locale che si trova vicino piazza Vescovio quando è stata aggredita alle spalle da un uomo che, minacciandola con un taglierino, l'ha costretta a subire violenza sessuale.

Subito dopo la violenza la donna ha chiesto soccorso in un bar poco distante dal call center ed ha chiamato la Polizia.

Le indagini, avviate dalla squadra mobile, hanno consentito di identificare l'aggressore, convivente della responsabile del call center.

15 maggio 2008 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Link a ritroso

Stai leggendo Romena violentata da italiano Autore Patrizio Oliva Articolo pubblicato il giorno 15 maggio 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 22 gennaio 2017 Classificato nella categoria attualità gossip politica del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

  • Alessio in Asia 25 maggio 2008 at 15:47

    Soprassiedo al commento dell’insultatore (da sempre ritengo che l’insulto gratuito e’ la migliore carta d’identita’ per qualificare l’insultatore).

    Karalis coglie il punto tragico dell’informazione italiana.

    Perche’ se una straniera viene stuprata da un italiano la notizia non suscita una disapprovazione generale, mentre quando succede il contrario (straniero che stupra italiana) la notizia viene spalmata sulle prime pagine dei giornali e ripresa da tutti i mezzi d'”informazione”,
    l’italiano medio la commenta al bar mentre beve un cappuccino (“stranieri di merda, bisogna cacciarli via a calci un culo”)
    e gli “imprenditori della paura” (la casta al potere\i politici ) ci fanno un decreto legge o ci basano una campagna elettorale?

    Che sia forse razzismo, o zenofobia?

  • karalis 20 maggio 2008 at 16:14

    Personalmente trovo che il titolo sia opportunamente ironico.
    Non a caso notizie come questa trovano nell’Italia “paranoica” e “xenofoba” , come viene definita da innumerevoli testate estere , scarsissimo o nessun rilievo.

    Certo siddhartino, il titolo era ironico e provocatorio, per sottolineare il ricorso sempre più frequente, ormai, ai luoghi comuni.

    Resta da capire però se il coglione (cmq cogliona) era dovuto al titolo ironico compreso da Alex o al titolo così com’è, di cui Alex non aveva colto l’ironia :-).

  • siddhartino 20 maggio 2008 at 15:43

    Personalmente trovo che il titolo sia opportunamente ironico.
    Non a caso notizie come questa trovano nell’Italia “paranoica” e “xenofoba” , come viene definita da innumerevoli testate estere , scarsissimo o nessun rilievo.




Cerca