Tullio Solinas

In caso di prestazione di lavoro occasionale (la disciplina delle prestazioni di lavoro occasionale è stata introdotta dall’articolo 54 bis, legge legge 96/2017 e non si tratta, quindi, di lavoro parasubordinato) l’indennità NASpI è interamente cumulabile con i compensi derivanti dallo svolgimento di tale tipologia di lavoro nei limiti di compensi di importo non superiore a cinquemila euro per anno civile.

Quindi l’indennità di disoccupazione che le spetta non sarà decurtata e continuerà ad essere erogata normalmente.

Per riassumere, il beneficiario della prestazione NASpI può svolgere prestazioni di lavoro occasionale nei limiti di compensi di importo non superiore ad euro cinquemila per anno civile: entro detti limiti l’indennità NASpI è interamente cumulabile con i compensi derivanti dallo svolgimento di lavoro occasionale e il beneficiario della prestazione NASpI non è tenuto a comunicare all’Inps il compenso derivante dalla predetta attività. (circolare INPS 174/2017)

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca