Genny Manfredi

Per poter avere accesso al reddito di cittadinanza il nucleo familiare deve avere un valore del patrimonio immobiliare, come definito a fini ISEE (al lordo delle detrazioni), diverso dalla casa di abitazione, non superiore ad una soglia di euro 30 mila.

Per poter avere accesso al reddito di cittadinanza, il nucleo familiare deve avere un valore del patrimonio mobiliare, come definito a fini ISEE (al lordo delle detrazioni), non superiore a una soglia di euro 6.000, accresciuta di euro 2.000 per ogni componente il nucleo familiare successivo al primo, fino ad un massimo di euro 10.000, incrementato di ulteriori euro 1.000 per ogni figlio successivo al secondo; i predetti massimali sono ulteriormente incrementati di euro 5.000 per ogni componente in condizione di disabilita’ e di euro 7.500 per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza, come definite a fini ISEE, presente nel nucleo.

Per quanto riguarda il patrimonio immobiliare la soglia è rispettata, dal momento che il valore ai fini ISEE, degli immobili detenuti in proprietà dai componenti il nucleo familiare, diversi dalla casa di abitazione, è pari a zero.

Per quanto attiene il patrimonio mobiliare ai fini ISEE, essendo il nucleo familiare composto da 4 elementi, la soglia resta fissata in euro 12 mila. E, purtroppo, il patrimonio mobiliare (ai fini ISEE e al lordo delle detrazioni) del suo nucleo familiare supera ampiamente tale soglia, con un valore pari a 14.518 euro.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.