Ornella De Bellis

L’articolo 737 del codice civile (collazione) prevede che I figli ed il coniuge che concorrono alla successione devono conferire ai coeredi (alla massa ereditaria da ripartire) tutto ciò che hanno ricevuto dal defunto per donazione direttamente o indirettamente.

Dal momento che sua sorella è disoccupata l’atto di compravendita dissimula, in modo evidente, una donazione: ove il de cuius abbia dissimulato una donazione attraverso un contratto oneroso, il legittimario leso deve esperire prima l’azione di simulazione, poi quella finalizzata al ripristino della quota di legittima. Quanto alla prima, essendo egli terzo, può provare la simulazione anche per testimoni.

Non le resta quindi che affidarsi ad un avvocato per reclamare, per via giudiziaria, la parte di eredità che le spetta.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca