Patrizio Oliva

Sta girando sul web la notizia di un nuovo modo per abbassare le bollette, anzi, se va bene, di azzerarle addirittura: basterebbe iscriversi alla community di Ubroker, Scelgozero, cedere a questa società la gestione delle utenze come luce, gas, telefono e poi invitare i propri amici a fare lo stesso ed ottenere sconti sulla bolletta.

Per molti, tuttavia sembra essere il solito sistema piramidale, quasi uno Schema Ponzi.

Altri, invece, sono convinti si tratti di un pratico sistema valido.

Cosa ci sarebbe da pensare?

Vediamo, innanzitutto, come funziona.

Si chiama “ZERO” (lo si trova sul web at www dot scelgozero dot it) ed è il primo social utility network della storia nato per azzerare, lo rivela il nome stesso, le bollette di luce e gas.

E’ un progetto di uBroker Srl, una start-up torinese.

Parliamo, in parole povere, di una sorta di gruppo d’acquisto: non si tratta di una novità poiché esistono da tempo sul mercato, ma in un momento di lunga crisi come questo le loro offerte diventano sempre più allettanti, specie quando parlano di azzerare le bollette.

Ma entrando nei particolari economici, come avviene questo fantomatico azzeramento ?

Secondo l’azienda, Il meccanismo degli sconti e dell’azzeramento delle bollette è immediato.

Pensate a tutti i vostri amici, sui social network e nella vita reale, immaginate di poter guadagnare sconti ogni volta che ognuno di essi accenda la luce, navighi in internet, alzi il riscaldamento o prepari il pranzo.

Con pochi amici e in qualche mese le vostre bollette non saranno più una preoccupazione.

Ma com’é possibile che questo risparmio sia sostenibile per l’impresa?

Semplicemente, sempre secondo gli addetti alla Start Up, al contrario degli operatori più noti attivi sul mercato che ogni anno investono decine di milioni di euro per campagne pubblicitarie sui media tradizionali, ZERO ha deciso di remunerare direttamente i propri Testimonial (ovvero tutti i clienti che hanno attivato le utenze con i partner di ZERO), gratificandoli con ingenti sconti per la loro azione virale di diffusione.

In questo modo il rapporto cliente-azienda viene finalmente stravolto: il consumatore è il vero protagonista ed ha il potere di risparmiare realmente sui propri consumi di luce, gas, telefonia e internet, semplicemente invitando altri amici ad aderire all’iniziativa.

Una sorta di circolo virtuoso del risparmio.

Dunque, in sintesi, una volta iscritto, Ubroker fornisce al cliente consigli pratici per promuovere il servizio attraverso la propria rete di conoscenze.

Per arrivare ad azzerare davvero la propria bolletta è necessario proseguire a per gradi facendo conoscere Ubroker ai propri contatti.

L’attività di promozione online si svolge attraverso l’utilizzo dei social network come Facebook, e con la web app che ScelgoZero ha sviluppato appositamente.

La formula vincente è quindi quella più classica, ossia il passaparola: il risparmio dovrebbe diventare più consistente nel momento in cui la cerchia di conoscenti fatti aderire a Scelgo Zero si allargasse, portando così ad un risparmio addirittura del 20, 50 e addirittura 100%.

Una novità quindi in senso assoluto, che altri gestori che non hanno mai applicato.

Che dire, bisogna fidarsi?

Non lo sappiamo, il consiglio, più spassionato, comunque, è di prendere la questione con le molle.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca