Indice del post composizione delle controversie fra consumatori e professionisti

Nei rapporti tra consumatore e professionista, le parti devono tentare la composizione stragiudiziale delle controversie in materia di consumo, adottando la procedura ADR (Alternative Dispute Resolution). Il consumatore, tuttavia, non puo' essere privato in nessun caso del diritto di adire il giudice competente qualunque sia l'esito della procedura di composizione stragiudiziale. L'organismo ADR è un qualsiasi organismo, a prescindere dalla sua denominazione, istituito su base permanente, che offre la risoluzione di una controversia attraverso una procedura ADR ed e' iscritto in un apposito elenco. Introdotto dal decreto legislativo 130/15 l'obbligo della procedura ADR, nella composizione stragiudiziale delle [ ... leggi tutto » ]

Gli organismi ADR possono mantenere e introdurre norme procedurali che consentano loro di rifiutare il trattamento di una determinata controversia quando il consumatore non ha tentato di contattare il professionista interessato per discutere il proprio reclamo ne' cercato, come primo passo, di risolvere la questione direttamente con il professionista; se la controversia e' futile o temeraria; se la controversia e' in corso di esame o e' gia' stata esaminata da un altro organismo ADR o da un organo giurisdizionale; oppure quando il consumatore non ha presentato la domanda all'organismo ADR entro un limite di tempo prestabilito, che non deve [ ... leggi tutto » ]

Gli organismi ADR in cui le persone fisiche incaricate della risoluzione delle controversie fanno parte di un organismo collegiale, devono disporre che il collegio sia composto da un numero uguale di rappresentanti degli interessi dei consumatori e di rappresentanti degli interessi dei professionisti. Le procedure svolte dinanzi agli organismi ADR in cui parte delle persone fisiche incaricate della risoluzione delle controversie sono assunte o retribuite esclusivamente dal professionista o da un'organizzazione professionale o da un'associazione di imprese di cui il professionista e' membro, sono considerate procedure ADR se rispettano i seguenti ulteriori requisiti specifici di indipendenza e trasparenza: le [ ... leggi tutto » ]

E' fatto obbligo agli organismi ADR, di rendere disponibili al pubblico sui loro siti web, informazioni chiare e facilmente comprensibili riguardanti, tra l'altro, le modalita' di contatto, l'indirizzo postale e quello di posta elettronica; il proprio inserimento negli appositi elenchi; le persone fisiche incaricate della procedura ADR, i criteri seguiti per il conferimento dell'incarico nonche' per la loro successiva designazione e la durata del loro incarico; a competenza, l'imparzialita' e l'indipendenza delle persone fisiche incaricate della procedura ADR qualora siano assunte o retribuite esclusivamente dal professionista. Gli ADR devono inoltre rendere pubblica l'eventuale appartenenza a reti di organismi ADR [ ... leggi tutto » ]

Dalla data di ricevimento da parte dell'organismo ADR, la relativa domanda produce sulla prescrizione gli effetti della domanda giudiziale. Dalla stessa data, la domanda impedisce altresi' la decadenza per una sola volta. Se la procedura ADR fallisce, i relativi termini di prescrizione e decadenza iniziano a decorrere nuovamente dalla data della [ ... leggi tutto » ]

Gli ADR devono essere iscritti in un apposito elenco istituito presso ciascuna Autorità competente (Ministero della Giustizia, unitamente al Ministero dello sviluppo economico, Consob, AEEGSI, AGCOM e Banca d’Italia). Ogni autorità stabilisce il procedimento per l’iscrizione e verifica il rispetto dei requisiti di stabilità, efficienza, imparzialità e del principio di tendenziale non onerosità del servizio per il consumatore. Sul sito istituzionale di ciascuna autorita' competente deve essere assicurata la pubblicazione delle informazioni sulle modalita' di accesso dei consumatori alle procedure ADR per risolvere le controversie stragiudiziali con i professionisti. Le autorita' competenti incoraggiano le associazioni dei consumatori e degli [ ... leggi tutto » ]

25 agosto 2015 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Le procedure Adr (Alternative Dispute Resolution) » Ovvero come risolvere le controversie dei consumatori senza tribunali e avvocati
Il focus sulle procedure Adr, anche alternative dispute resolution: vi spieghiamo come risolvere le controversie dei consumatori senza tribunali e avvocati. Siete in conflitto con un'impresa, un professionista, con una pubblica amministrazione, nel vostro paese o all'estero? Se non riuscite a risolvere il problema con una composizione amichevole, potete naturalmente ...
Soluzione stragiudiziale delle controversie nell'ambito TLC (fonia internet e pay tv) » Come deve agire il consumatore e quale procedura deve adottare
Cosa deve fare oggi il consumatore per poter affrontare correttamente un contenzioso stragiudiziale con il proprio fornitore di servizi TLC (internet, telefono e pay TV). Con l'articolo che segue, il nostro blog vuole porre attenzione alle procedure per la soluzione stragiudiziale delle controversie nel settore delle comunicazioni che il legislatore ...
Sovraindebitamento e legge 3/2012 - A chi può rivolgersi il debitore per farsi assistere nella procedura di composizione della crisi debitoria
Come sappiamo, nelle procedure per la composizione delle crisi da sovraindebitamento disciplinate dalla legge 3/2012, e cioè per la presentazione di un'ipotesi di accordo con i creditori (da parte di un professionista non fallibile), di un piano di rientro dal debito del consumatore non professionista o di una proposta di ...
Contratti stipulati fra consumatori e professionisti » La suprema corte fa chiarezza
Nelle controversie tra consumatore e professionista, la competenza territoriale è esclusivamente quella del giudice del luogo della sede o del domicilio elettivo del consumatore; è vessatoria la clausola che individui come sede del foro competente una diversa località. Le direttive comunitarie che vietano clausole abusive nei contratti stipulati con i ...
Dispute tra consumatori e società fornitrici di energia elettrica e gas » Obbligatoria la conciliazione
Per quanto riguarda il contenzioso tra consumatori e società fornitrici di energia elettrica e gas, sarà obbligatoria la conciliazione: scopriamo come, quando e perché. Contratti e servizi non richiesti, bollette stratosferiche, ritardi nella fornitura e tutto ciò che ruota intorno ai problemi tra consumatore e fornitori: dal prossimo anno, il ...

Spunti di discussione dal forum

legge sovraindebitamento e organismi di composizione della crisi da sovraindebitamento
Poiché a causa di debiti conseguiti negli anni precedenti mi trovo in una situazione di pesante sovraindebitamento, ed avendo sentito parlare che esiste una legge sul sovraindebitamento vorrei sapere se qualcuno mi può indicare nella mia zona di Ravenna a chi posso rivolgermi per effettuare tale pratica, in quanto la…
Organismi di composizione della crisi da sovraindebitamento OCCS
Ho provato a contattare diverse associazioni di consumatori del mio territorio (Veneto) ma nessuna di queste è iscritta all'albo OCCS presso il ministero della giustizia. Ho provato a guardare il sito del ministero ma non ho trovato traccia di questo albo. Qualcuno sa darmi delle indicazioni più precise?
Posso ricorrere alla legge per il sovraindebitamento per ottenere la remissione del debito residuo?
Con una sentenza passata in giudicato, devo restituire circa 90 mila euro alla banca: ero titolare di una ditta individuale, chiusa dal 2005 e ora lavoro come dipendente in una piccola industria. Vivo in un’abitazione intestata a mia moglie che sta pagando il mutuo. Non ho beni intestati né capitali.…
Risoluzione anticipata del contratto di locazione – Posso fare opposizione al decreto ingiuntivo?
La questione nasce dalla necessità di risoluzione anticipata ai sensi dell'articolo 1456 del codice civile di un contratto di affitto da me stipulato come conduttore. Nel contratto è specificato l'obbligo di preavviso almeno 6 mesi prima (punto 2: Durata. [...] Il conduttore qualora ricorrano gravi motivi, può recedere in qualsiasi…
Legge 3/2012 – il ricavato dalla vendita dei beni strumentali è destinato ai creditori ma io devo comunque pagare allo Stato le tasse sulla plusvalenza?
Durante la redazione insieme all'organismo di composizione della crisi (occ) di un piano di esdebitamento con accordo con i creditori sono sorte alcune problematiche. Innanzitutto le tasse derivanti da unico 2017 che se presentiamo il piano ad aprile non rientrerebbero in domanda non essendo debito certo ed esigibile, a questo…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post composizione delle controversie fra consumatori e professionisti. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Composizione delle controversie fra consumatori e professionisti Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 25 agosto 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 4 settembre 2015 Classificato nella categoria tutela consumatori - contenzioso con professionisti sovraindebitamento e piano del consumatore Inserito nella sezione tutela consumatori.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca