Pignoramento presso residenza del debitore condivisa con altra famiglia anagrafica

Due famiglie anagrafiche sotto lo stesso tetto: l'ufficiale giudiziario, nella malaugurata ipotesi di un pignoramento presso la residenza del debitore, non potrebbe distinguere fra ambienti allocati all'una o all'altra famiglia.

Dunque, sarebbe costretto dalla legge a presumere che tutti i beni rinvenibili nell'unità abitativa siano di proprietà del debitore.

E' escluso che un soggetto possa subire il pignoramento del proprio stipendio in ragione del solo fatto di avere la stessa residenza del debitore. A meno che non si tratti del coniuge, in separazione o comunione dei beni, laddove il debito sia stato assunto esclusivamente nell'interesse della famiglia. Cosa che il creditore deve comunque dimostrare.

23 agosto 2014 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca