Risarcimento danni per furto gioielli in albergo » Si della Cassazione

Denaro ed oggetti di valore non consegnati alla reception dell’hotel e portati via dai ladri: il turista ha diritto al risarcimento danni da parte della struttura alberghiera.

In tema di responsabilità per le cose portate in albergo, il cliente non ha l’obbligo di affidare gli oggetti di valore di sua proprietà in custodia all’albergatore, mancando una specifica previsione normativa in tale senso.

Tuttavia, se non si avvalga di tale facoltà, corre il rischio di non poter ottenere, in caso di sottrazione, l’integrale risarcimento danni, come disposto dall’articolo 1783 del codice civile, a meno che non provi la colpa dell’albergatore o degli altri soggetti a lui legati da rapporto di parentela o collaborazione, ai sensi dell’articolo 1785 bis del codice civile

In assenza di tale riscontro probatorio, la determinazione del “quantum” entro il limite massimo stabilito nell’ultimo comma dell’articolo 1783 del codice civile rientra nel potere discrezionale del giudice di merito, il quale é libero di determinare la somma da liquidare secondo il suo prudente apprezzamento.

La responsabilità dell’albergatore per le cose dei clienti sorge per il solo fatto della introduzione, da parte del cliente, delle cose nell’albergo, indipendentemente da qualsiasi consegna, poiché essa inerisce direttamente al contenuto del contratto alberghiero, dovendo essere riferita all’obbligo accessorio dell’albergatore di garantire alla clientela, contro eventuali perdite, danni e furti, la sicurezza delle cose portate in albergo. Per cui spetta a lui offrire la prova liberatoria.

Questa la massima espressa dalla Corte di Cassazione con sentenza 5030/2014.

Il turista ottiene il risarcimento danni per il furto di denaro e gioielli in albergo

Turista non consegna soldi e gioielli alla reception: il furto avvenuto all’interno della struttura obbliga comunque la direzione dell’albergo al risarcimento danni.

A parere degli Ermellini, pertanto, non è obbligatorio utilizzare il servizio cassetta di sicurezza fornito dalla reception dell’hotel.

Il direttore della struttura, infatti, non è esonerato dalla responsabilità per il furto subito da un turista all’interno dell’albergo.

10 Marzo 2014 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Sinistro stradale e risarcimento danni da relazione » Si della Cassazione
Ha diritto al risarcimento danni da vita di relazione chi riporta nel sinistro stradale una grave invalidità: lo ha sancito la Corte di Cassazione con la pronuncia 19963/13. I giudici di piazza Cavour hanno stabilito che: Ha diritto a essere risarcito del danno alla vita di relazione chi riporta nell'incidente una grave invalidità: in tema di danno esistenziale esiste come componente del pregiudizio psico-fisico. Con la sentenza in esame destinata a far discutere, la Cassazione ha dato ragione a un uomo che, in qualità di terzo trasportato, ha riportato in un grave incidente stradale, un'invalidità che aveva compromesso in modo ...

Risarcimento per furto auto » Obbligato il gestore del parcheggio incustodito ma non segnalato
Il gestore è tenuto al risarcimento del furto dell'auto del proprio cliente se non scrive all'ingresso che il parcheggio non è custodito. Infatti, deve ribadirsi che l'istituzione da parte dei Comuni, previa deliberazione della Giunta, di aree di sosta a pagamento non comporta l'assunzione dell'obbligo del gestore di custodire i veicoli su di esse parcheggiati se l'avviso parcheggio incustodito è esposto in modo evidente prima della conclusione del contratto. Ma l'indicazione che esclude l'obbligo deve essere ben visibile dall'esterno, altrimenti il gestore rischia di dover risarcire il danneggiato. Questo l'orientamento della Corte di Cassazione sancito con la pronuncia 25894/13. Furto ...

Stop alla dogana senza visto? » Agenzia di viaggi tenuta al risarcimento danni
L'agenzia di viaggi rischia di pagare il risarcimento danni se, al momento del viaggio di nozze esotico, la moglie extracomunitaria del cittadino italiano è bloccata alla dogana del Paese straniero per la mancanza del visto d'ingresso. Infatti, la compagnia è responsabile se a uno dei due coniugi viene negato l'ingresso nel paese straniero perché è senza visto. L'agenzia è tenuta a fornire tutte le informazioni sui documenti necessari. Inoltre, entrambi i coniugi sono da ritenere danneggiati dal relativo inadempimento perché lo scopo perseguito dai contraenti riguardava un risultato unitario e di interesse comune, pur se formalmente realizzato tramite atti diversi. ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su risarcimento danni per furto gioielli in albergo » si della cassazione. Clicca qui.

Stai leggendo Risarcimento danni per furto gioielli in albergo » Si della Cassazione Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 10 Marzo 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 Maggio 2017 Classificato nella categoria risarcimento per danni a persone e cose Inserito nella sezione tutela consumatori

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)