Recupero crediti e certificazioni anagrafiche di residenza per il rintraccio del debitore - In conclusione




» Vai all'indice dei contenuti dell'articolo completo


Il nostro Ordinamento consente alle società di recupero crediti di chiedere ed ottenere dati anagrafici relativi alla persona presso cui devono riscuotere il credito. Nel caso in cui il soggetto si sia trasferito in altro Comune rispetto a quello presso cui si inoltra la richiesta è dovere delle anagrafi comunicare, quantomeno, il luogo di emigrazione. Le resistenze di numerosi Uffici al rilascio delle dovute informazioni sono illegittime e giustificate solo da una errata interpretazione dei disposti normativi. Si ribadisce, in sede di conclusioni, l’obbligatorietà dell’imposizione dell’imposta di bollo ai certificati di residenza.

Per fare una domanda sulle ricerche anagrafiche del debitore e sui problemi connessi alla eterogeneità dei comportamenti delle anagrafi rispetto al rilascio dei certificati, sulle procedure giudiziali ed extragiudiziali di recupero crediti, sul recupero crediti in generale e su tutti gli argomenti correlati clicca qui.



» Vai all'indice dei contenuti dell'articolo completo


2 Luglio 2013 · Paolo Rastelli




Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su recupero crediti e certificazioni anagrafiche di residenza per il rintraccio del debitore - in conclusione. Clicca qui.

Stai leggendo Recupero crediti e certificazioni anagrafiche di residenza per il rintraccio del debitore - In conclusione Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 2 Luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 28 Novembre 2016 Classificato nella categoria rintraccio del debitore nel recupero crediti Inserito nella sezione recupero crediti

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • maria 22 Settembre 2009 at 15:19

    desidererei avere informazioni su come non pagare i bolli

    dell’auto degli anni addietro l’equitalia vuole mettermi il fermo dell’auto che ho attualmente è legale? esiste
    una tutela a questa ingiustizia? Grazie

    • c0cc0bill 22 Settembre 2009 at 16:20

      Le informazioni che lei fornisce non consentono di esaminare la situazione.

      Se ha ricevuto cartelle esattoriali e non ha opposto ricorso nei termini, adesso è esposta a procedure di riscossione coattiva come il fermo auto.

      Sia più precisa, per favore.

  • karalis 20 Giugno 2008 at 13:39

    lE CHIEDO SEMPLICEMENTE IL SUO PARERE IN MERITO ALLA AMMISSIBILITà DI ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO. IN ALTRI TERMINI MI CHIEDO SE POSSO ESERCITARE PRESSO LA P.A., MOTIVANDONE LE RAGIONI, IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI PAGANDO LE SOLE SPESE PER LA COPIA O I DIRITTI DI SEGRETERIA.

    La richiesta di certificazione anagrafica deve essere motivata, se non è autorizzata, tramite delega, dall’interessato.

    Il suo diritto a prendere visione di atti, comunque pubblici, non può comprimere il diritto alla privacy dei cittadini di cui lei chiede la certificazione.

    La composizione del nucleo familiare, la presenza eventuale di figli naturali ed altro, costituiscono un insieme di dati sensibili del quale lei non ha alcun diritto di prendere visione, anche invocando la 241.

    Solo gli studi legali possono richiedere certificazioni anagrafiche per soggetti terzi, anche senza delega, motivando la richiesta, ed assumendone la responsabilità penale, per urgenti necessità di notifica di atti processuali. Ed in ogni caso, la certificazione deve essere soggetta ad imposta di bollo.

    Purtroppo è invalsa la prassi incivile, da parte di alcune anagrafi, di concedere a chiunque ne faccia richiesta, informazioni di tipo anagrafico.

    Ma i responsabili di tali anagrafi andrebbero denunciati all’autorità giudiziaria, assieme ai richiedenti.