Rimborso del biglietto » Vessatorio il termine troppo breve

E’ considerata vessatoria qualunque clausola richieda al consumatore di attivarsi in breve tempo per chiedere il rimborso del ticket o la spedizione dell’originale del biglietto, acquistato tramite web.

In caso la scadenza del termine per chiedere il rimborso del biglietto acquistato via internet sia troppo breve, come nel caso di ticket per concerti annullati, la clausola contrattuale si considera vessatoria.

Per clausola vessatoria si intende quella parte del contratto che da un vantaggio a chi propone il contratto, a svantaggio del consumatore che lo accetta.

Queste clausole, quando identificate, fanno si che il contratto sia reso annullabile e l’utente rimborsato.

Ciò, perché non si possono far firmare” ai consumatori, con modalità virtuali le clausole vessatorie.

Il codice civile, infatti, prescrive, per l’approvazione di tali condizioni particolarmente onerose, una forma scritta, ossia una sottoscrizione di proprio pugno.

Ad esprimersi in questo senso anche il Tribunale di Milano, con la pronuncia del 19 febbraio 2014.

A parere del giudice meneghino, infatti, si verifica una pratica commerciale scorretta tutte le volte in cui, nell’ambito di un contratto tra un consumatore e un sito web attivo nel settore della vendita di biglietti d’ingresso a spettacoli, venga previsto un termine troppo breve di decadenza per la richiesta di rimborso di biglietti acquistati tramite internet o call center

Dunque, in questi casi, tali clausole devono essere dichiarate nulle.

29 Aprile 2014 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Contratto assicurativo per infortuni - Vessatoria la clausola contrattuale che demanda il contenzioso sul grado di invalidità ad un collegio medico arbitrale
In un contratto assicurativo per infortuni, concluso sulla base di condizioni generali predisposte dall'assicuratore, si deve considerare vessatoria e, dunque, inefficace, la clausola espressamente qualificata come di arbitrato irrituale, la quale, nel prevedere che le controversie sul grado di invalidità permanente e sui criteri di indennizzabilità siano demandate ad un collegio medico di tre membri, di cui uno ciascuno da nominarsi dai contraenti ed il terzo da un soggetto estraneo, stabilisca che le spese relative alla nomina e remunerazione del membro da nominarsi da ciascuna parte per l'intero e quelle del terzo per metà siano a carico di ognuno dei ...

Cessione del quinto dello stipendio - Vessatoria la clausola intesa a vincolare l'intero TFR a garanzia del finanziamento e non solo l'importo relativo al debito residuo
La cessione del quinto dello stipendio o della pensione è una forma di credito ai consumatori non destinata in modo specifico all'acquisto di determinati beni o servizi. Il finanziamento può avere una durata massima di 120 mesi; il debitore si obbliga al rimborso del finanziamento attraverso la cessione volontaria al creditore di una quota, non superiore al 20%, del proprio stipendio o pensione mensili netti. Il consumatore può rimborsare anticipatamente in qualsiasi momento, in tutto o in parte, l'importo dovuto; in tal caso ha diritto a una riduzione del costo totale del credito, pari all'importo degli interessi e dei costi ...

Rescissione anticipata del contratto di credito al consumo con restituzione del bene - Vessatoria la clausola che obbliga il debitore a conferire mandato di vendita al meglio
Spesso nei contratti di finanziamento di credito al consumo finalizzati all'acquisto di un bene (in particolare per quel che attiene i veicoli) è prevista la possibilità di rescissione anticipata con contestuale obbligo per il debitore di mettere il bene a disposizione del creditore e di conferire a quest’ultimo mandato irrevocabile a venderlo al meglio, senza alcun obbligo di rendiconto. Il ricavato è riconosciuto a credito del cliente per l'estinzione del debito residuale. Tale previsione, nella misura in cui non consente al debitore di conoscere in anticipo i criteri di effettuazione della valutazione, né gli consente alcun diritto di informazione sulle ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su rimborso del biglietto » vessatorio il termine troppo breve. Clicca qui.

Stai leggendo Rimborso del biglietto » Vessatorio il termine troppo breve Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 29 Aprile 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - pratiche commerciali scorrette - clausole vessatorie e pubblicità ingannevole - servizi non richiesti Inserito nella sezione tutela consumatori

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)