Dati da indicare nel ricorso a cartella esattoriale originata dal mancato pagamento di tributi

Attenzione ai dati da indicare nel ricorso: nel ricorso, infatti, non devono mai mancare gli elementi di seguito riportati.

  • la Commissione tributaria provinciale
  • le generalità del ricorrente
  • il codice fiscale
  • il rappresentante legale, se si tratta di società o ente
  • la residenza o la sede legale o il domicilio eventualmente eletto
  • la Direzione/Ufficio e/o l'Agente della Riscossione contro cui si ricorre
  • il numero della cartella di pagamento
  • i motivi del ricorso
  • la richiesta che viene rivolta alla Commissione tributaria provinciale
  • la sottoscrizione del ricorrente o del difensore incaricato.

E' opportuno che il contribuente alleghi al ricorso la fotocopia della documentazione da cui risulti la data di notifica della cartella.

N.B. Se l'importo contestato è pari o superiore a 2.582,28 euro, il contribuente deve essere obbligatoriamente assistito da un difensore appartenente a una delle categorie previste dalla legge (articolo 12, comma 2, del decreto legislativo numero  546/1992).

Per importo contestato si intende l'ammontare del tributo, esclusi gli interessi e le sanzioni; in caso di controversie relative esclusivamente a sanzioni, per importo contestato si intende il loro ammontare.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca