Revoca assegnazione della casa coniugale – l’importo dell’assegno di mantenimento non deve essere necessariamente proporzionale al canone di mercato dell’immobile


Per giurisprudenza ampiamente consolidata, l’assegno per il coniuge, anche in sede di separazione, deve tendere al mantenimento del tenore di vita da questo goduto durante la convivenza matrimoniale, e indice di tale tenore di vita puo’ essere l’attuale disparita’ di posizioni economiche tra i coniugi.

E’ vero che non puo’ assegnarsi la casa coniugale al coniuge non proprietario, ove manchino figli comuni ovvero questi siano diventati autosufficienti economicamente ed è anche vero nel quantificare l’assegno di mantenimento dovuto al coniuge economicamente piu’ debole e privo della casa, va considerato lo svantaggio economico conseguente e le risorse finanziarie adeguate a reperire un nuovo alloggio.

Tuttavia, l’ammontare dell’assegno di mantenimento disposto per il coniuge più debole e privo della casa non deve essere, sempre e comunque, direttamente proporzionale al canone di mercato dell’immobile che questi deve lasciare, potendo ipotizzarsi una diversa sistemazione, in abitazione eventualmente piu’ modesta, ancorche’ decorosa.

Così hanno deciso i giudici della Corte di cassazione nella sentenza 15272/15.

5 Settembre 2015 · Ornella De Bellis

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza zero voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!







Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!


Costa sto leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Revoca assegnazione della casa coniugale – l’importo dell’assegno di mantenimento non deve essere necessariamente proporzionale al canone di mercato dell’immobileAutore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 5 Settembre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 4 Agosto 2017 Classificato nelle categorie , , , Numero di commenti e domande: 0. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.' .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)