Ecco come cambia il mondo della revisione auto nel 2017

Indice dei contenuti dell'articolo


Vi spieghiamo, in parole povere, come cambia il mondo della revisione auto nel 2017.

Come accennato nell’introduzione, a partire dal 1° gennaio 2017, grazie a una nuova direttiva europea (2014/45/UE), il meccanismo delle revisioni di auto e moto sarà migliorato rispetto al 2016.

Allo scopo di ridurre drasticamente gli incidenti mortali le regole in termini di revisione auto e moto saranno più severe.

Al personale che se ne occupa sarà richiesta una maggiore conoscenza e formazione, mentre il proprietario della vettura diventerà garante dello stato di salute del proprio veicolo.

Si tratta di un ulteriore giro di vite per evitare comportamenti scorretti o illeciti legati alla revisione auto e moto.

Un emendamento approvato della Legge di Bilancio 2017 stabilisce l’obbligo, per le autofficine autorizzare a fare la revisione auto e moto, di controllare che il veicolo sia in regola con il pagamento del bollo e che sul mezzo non gravi un fermo amministrativo.

In tal caso la macchina non potrà circolare prima di aver pagato.

La legge di Bilancio 2017 è ancora in fase di rilettura al Parlamento, ma qualora l’emendamento dovesse essere approvato in via definitiva, le autofficine autorizzate dalla Motorizzazione dovranno controllare l’avvenuto pagamento della tassa di proprietà, della tassa di circolazione e della situazione di fermo amministrativo sia dell’anno in corso che degli anni precedenti.

Nel caso in cui il proprietario della vettura non abbia pagato il bollo dovrà provvedere il prima possibile e solo dopo potrà richiedere una nuova revisione auto.

Non cambiano i costi e le tempistiche per la revisione auto e moto 2017.

La revisione dell’auto rimane un dovere di ogni automobilista volto a garantire la sicurezza sulle strade per se stessi e per gli altri.

Inoltre sottoporre il proprio mezzo a controlli regolari e a una manutenzione periodica garantisce una maggiore tenuta del mezzo stesso.

La revisione deve essere fatta, sia per le auto, che per le moto:

  • dopo 4 anni dall’immatricolazione;
  • ogni 2 anni le volte successive;
  • ogni anno per le auto adibite al servizio taxi, noleggio con conducente, per quelle utilizzate per il trasporto di cose e i rimorchi di peso complessivo superiore ai 3.500 Kg, gli autobus, le autoambulanze e i veicoli atipici (come le auto elettriche).

Nel 2017 per molti veicoli sono previste scadenze e rinnovo della revisione. Nel dettaglio, ecco chi deve fare la revisione l’anno prossimo:

  • obbligo rinnovo revisione auto nuove 2017, compresi motoveicoli e ciclomotori immatricolati nel 2013 (scadenza ogni 4 anni);
  • scadenza revisione per tutti i veicoli revisionati nel 2015 (scadenza ogni 2 anni).

Se la revisione auto è scaduta bisogna farla e rinnovarla entro un limite di tempo massimo, altrimenti il proprietario del veicolo incorre in una multa salata, nel sequestro del libretto di circolazione e nel fermo del mezzo.

Per essere in regola la revisione auto 2017 deve essere fatta:

  • nel mese corrispondente a quello di rilascio della carta di circolazione (se il libretto è stato rilasciato il 5 marzo 2013 la revisione della nuova auto va fatta dopo 4 anni, quindi entro il 5 marzo 2017);
  • dopo 2 anni, entro il mese corrispondente a quello in cui è stata effettuata l’ultima revisione.

Per rinnovare la revisione auto scaduta nel 2017 basta prenotare un appuntamento presso l’ACI e le officine autorizzate. La quota della revisione rimane quella stabilita dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed è pari a 65,68 euro.

Qui riportiamo uno schema che dà il dettaglio dell’importo.

  • Tariffa obbligatoria per la revisione: 45,00 euro
  • IVA 22% sulla tariffa: 9,90 euro
  • Totale tariffa: 54,90
  • Diritti pratiche automobilistiche c.c. 9001 (esente IVA ex art. 15): 9,00 euro
  • Corrispettivo del servizio versamento: 1,46 euro
  • IVA 22% sul corrispettivo di versamento: 0,32 euro
  • Totale diritti e commissione: 10,78 euro
  • TOTALE COSTO REVISIONE: 65,68 euro

Ricordiamo che in caso di omessa revisione auto 2017 il Codice della Strada prevede una multa che va da 159 a 639 euro, il cui importo può essere raddoppiato se la revisione è omessa per anni.

21 Febbraio 2017 · Andrea Ricciardi

Indice dei contenuti dell'articolo


Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ecco come cambia il mondo della revisione auto nel 2017. Clicca qui.

Stai leggendo Ecco come cambia il mondo della revisione auto nel 2017 Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 21 Febbraio 2017 Ultima modifica effettuata il giorno 25 Marzo 2017 Classificato nella categoria multe per violazioni al Codice della strada - informazione e prevenzione Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)