Reddito minimo garantito - approvati dalla Regione Lazio il regolamento attuativo ed i criteri per la formazione delle graduatorie

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Reddito minimo garantito - informazioni sulla pubblicazione della graduatoria

Con la Legge Regionale numero 4 /2009 “Istituzione del reddito minimo garantito. Sostegno al reddito in favore dei disoccupati, inoccupati o precariamente occupati” è stato messo in campo uno strumento di concreto sostegno alle fasce sociali più svantaggiate. Il termine per presentare le domande è scaduto il 30 settembre 2009.

Provincia di Roma - Elenco domande ammissibili dal numero 1 al 6900 (CONVOCATI)

Attenzione: linserimento del proprio nominativo in questo elenco non comporta l'automatica ammissione al reddito minimo garantito. Tale ammissione, infatti, avverrà solo successivamente alla approvazione ed alla pubblicazione della graduatoria definitiva formulata dalla Commissione.

La graduatoria (provvisoria e successivamente definitiva) sarà formulata e pubblicata solo a seguito del riscontro della veridicità delle dichiarazioni rilasciate dai richiedenti in sede di domanda, della stipula del “patto di servizio” e della verifica della compatibilità delle risorse finanziarie disponibili.

Pertanto i nominativi sottoelencati dovranno presentarsi, nel giorno e nell'orario indicati - a pena di esclusione dall'elenco - presso il Centro per l'Impiego di iscrizione al fine di produrre la documentazione comprovante quanto dichiarato in sede di domanda.

Provincia di Roma - Elenco domande ammissibili dal numero 6901 AL 35876

Attenzione: L'inserimento del proprio nominativo in questo elenco indica che la domanda è formalmente corretta. L'eventuale convocazione avverrà con notifica individuale previa verifica della compatibilità delle risorse finanziarie disponibili.

manifesto-reddito minimo

Provincia di Roma - Elenco domande non ammissibili (esclusi)

Attenzione: L'inserimento del proprio nominativo in questo elenco indica che la domanda è esclusa per vizi formali.

Si ricorda, inoltre, che dal 1 settembre è attivo il numero telefonico 0645499898 dello “sportello welfare” promosso dall'Ufficio Politiche del lavoro della Provincia di Roma.

Dal lunedì al venerdì - dalle 9,30 alle 13,30 - e il martedì e il giovedì anche il pomeriggio, dalle 14,30 alle 17,30 i cittadini possono telefonare per accedere a qualunque notizia sulle politiche attive del lavoro, sul welfare locale e sul sostegno al reddito.

.

1 giugno 2009 · Antonio Scognamiglio

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su reddito minimo garantito - approvati dalla regione lazio il regolamento attuativo ed i criteri per la formazione delle graduatorie. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

  • massimo 18 marzo 2011 at 20:01

    salve ,sto cercando la graduatoria per il reddito minimo garantito per una cara amica che nn sa dove cercare ,lei vorrebbe quella ufficiale dove ci sono anche le somme dovute ,a presto e rimango in attesa di una vostra risposta

    • cocco bill 18 marzo 2011 at 21:49

      Ci spiace, ma bisognerà recarsi personalmente in Provincia.

  • gordiani ardiconda 19 novembre 2010 at 18:09

    COSA BISOGNA FARE PER SAPERE DEL REDDITO MINIMO

  • graziella cervelli 6 maggio 2010 at 09:56

    Per piacere ci fate sapere quando escono le altre graduatorie? Io sono tra i 6900 essendo invalida ma non abbiamo notizie. Io preferirei andare a lavorare ma non sono rientrata neanche ai posti riservati agli invalidi avendo un punteggio basso. Visto che chi deve stilare le graduatorie è pagato perchè non lavorano e ci fanno sapere quanche cosa? Altrimenti io sono disponibile ad andare a sostituirli ben volentieri se solo me ne dessero la possibilità. Grazie almeno a questa domanda spero di ricevere presto una risposta.

  • Anonimo 11 marzo 2010 at 18:06

    vorri sapere la seconda graduatoria grazie

  • Stefania 8 marzo 2010 at 21:09

    Ma che fine hanno fatto le domande di ricorso? che tra l’altro mi hanno compilato sbagliata il personale addetto!!!!!

  • Remo 5 marzo 2010 at 00:26

    Si si continuiamo cosi, ci meritiamo chi ci governa tanto a destra che a sinistra, in fondo i politici sono l’espressione piu’ bassa ma molto piu’ bassa degli italiani.Ecco i risultati stiamo sempre piu’ precipitando verso il baratro verso il qualunquismo e verso l’anonimato, siamo solo bravi a parlare blababa e basta, non realizziamo e non progrediamo piu’, hanno distrutto e stanno distruggendo intere generazioni di giovani, famiglie ormai allo sbando,lavori sempre piu’ precari, in nome della ricchezza di poche persone, ma alla fine va bene , continua ad andare bene cosi, fino a quando la generazione dei vostri e miei genitori che ci mantengono o per i quali cercano di aiutarci,e per i quali i politici ci fanno molto caso definendoli i veri ammortizzatori delle nuove famiglie , non spariranno e alla fine ci ritroveremo chi piu’ o chi meno nella cacca, ma va tutto bene alla fine bisogna essere positivi ,certo uno ci prova ma il problema e che alla fine del mese uno non si mangia la positivita’.Nessuno riesce a comprendere e a capire che c’e’ bisogno di coesione politica e sociale per ritirare su questa naazione e puntare sui giovani per la svolta perche sono i giovani la forza del futuro e il sostentamento per gli anziani.
    Ma purtoppo li stanno distruggendo , sia nel corpo che nello spirito e infine droga alcol e precariato fa il resto.
    Non riusciamo a ribellarci in termini democratici, a questo futuro ormai scritto e condotto da vecchi siamo dei pupazzi in mano a quella corrente politica o all’altra.
    Infondo fra un po ricorrono 150 anni dall’unità d’italia , e gia allora qualcuno aveva detto .”abbiamo fatto l’italia ora bisogna fare l’italiani”,
    ed ad oggi questa frase e’ ancora attuale non riusciamo ad essere uniti ne anche nel momento del bisogno e a dare un calcio in culo in termini puramente teorici a questa classe politica che e’ sempre piu’ inutile e non serve a nulla.
    Mi auguro e come se lo era augurato 150 anni fa , le persone che hanno dato la vita per questo paese che le cose cambino una volta per tutte.
    Saluti a tutti e che il signore ci aiuti e vegli su di noi.

  • Gianluca 2 marzo 2010 at 21:38

    Vorrei sapere quando escono ste benedette graduatorie definitive a Latina,perchè devo presentare un ricorso al T.A.R. e una querela penale perchè sti politici e ste istituzioni la devono far finire di prendere per il culo i cittadini italiani,in altri paesi d’europa gli aiuti li danno realmente e concreti non come l’italia che sono un amnmasso di maiuoli chi ci governa.

  • Julia 22 febbraio 2010 at 12:17

    Ho fatto immediatamente domanda di riesame perché risulto esclusa per un motivo errato (compimento dei 44 anni secondo loro, mentre invece alla consegna del modulo non li avevo ancora). Da allora, al centro per l’impiego mi dicono che loro non si occupano più di questa cosa e di chiedere alla Provincia, che da gennaio mi rimanda di settimana in settimana…Dicono che non sanno nulla delle richieste di riesame, che deve essere stilato un nuovo elenco ma non sanno quando…

    Ho solo rabbia, e un rancore infinito. VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA. Oltre che patire la fame, anche la presa per i fondelli.

    Paese maledetto.

    • Roberta 26 febbraio 2010 at 13:13

      Io ho chiesto il riesame perchè mi avevano escluso senza motivo. Infatti gli impegati del centro per l’impiego hanno guardato e riguardato la mia domanda e dopo una lunga e attenta osservazione(ci sono volute ben tre persone per questa difficile impresa) hanno concluso dicendo che la mia domanda era stata compilata correttamente. Inoltre ho scoperto addirittura che la mia domanda non era stata nemmeno inserita nel loro data base e ciò significa che risultava come se io non l’avessi mai presentata. Quindi mi domando: Come hanno fatto ad escludermi se non avevano neanche esaminato la mia domanda?

  • giovanni'' 17 febbraio 2010 at 21:34

    anch’io come tanti poveri illusi ho fatto domanda al reddito minimo garantito.ho sbagliato a non scrivere il numero dei miniori e del maggiore a carico,automaticamente ho avuto punti in meno.Vorrei una risposta:a che cosa serviva lo stato di famiglia e il modello isee se non l’hanno nemmeno guardato?chi ha valutato la mia domanda e come?beh a sto punto non ha importanza perche’ chiunque lo abbia fatto alla fine del mese lo vede lo stipendio dando un futuro ai loro figli.siamo solo una goccia d’acqua in mezzo all’oceano…(chi scrive e’ un disoccupato da oltre 6anni con 2 bambini piccoli e con le loro esigenze..)

  • Gianluca 18 gennaio 2010 at 17:41

    Son osempre io Felici Gianluca faccio sapere alla sig Tibaldi che si vanta tanto di sta legge truffa(20 Marzo 2009)che ho spedito una racccomandata al direttore Ruggeri che se la legga sempre se non l’hanno buttata.

  • Gianluca 18 gennaio 2010 at 17:25

    Sono di Latina e come tanti ho fatto domanda per il RMG ma sono stato escluso alle graduatorie provvisorie per errore reddito 2008,ho ripresentato domanda di riesame e mi dicono all’uff.dell’impiego che non rientro perche’ ho 16 punti ma dalla tabella dei criteri dei punteggi ne ho 17 come mai sta storia c’e’ qualche abuso,sicuramente faro’ricorso se non verro’ammesso alla graduatoria definitiva anche perche’questa legge è anticostituzionale e poi ci sono avvenimenti strani,a Latina per es.è rientrata gente che ha 2 stipendi e 1 attivita’,il comune di Latina non mi ha voluto rilasciare il certificato di esigenza abitativa il cui significa una diminuzione di 2 punti e io non doveri fare ricorso e in piu’presentero’ una querela penale e denuncia alla regione Lazio,comune di Latina,uff,di collocamento di Latina faccio un casino della madonna.

  • kemrul 25 dicembre 2009 at 11:52

    Io ho già 5 anni di residenza nella REGIONE LAZIO, però io sono risultato non ammissibile. Perchè? io son invalido al 100%.

    • mario di lullo 27 dicembre 2009 at 13:36

      io per non aver messo la croce sul reddito se percepito nel 2008 , ma evidenziato nella parte sottostante al modello isee lo dichiarato, non mi hanno ammesso, e stata solo una grossa presa per il culo, allora quello che succede al presidente del consiglio e al papa e a marrazzo sono felice perche se lo sono cercato questo e significato che la gente e stanca delle prese per il culo dallo stato dalla chiesa e da tutti gli enti statali italiani

  • Gabriella 23 dicembre 2009 at 02:20

    scusate,ma per un vizio di forma ridicolo..ho dimenticato di barrare la casella disoccupato..inoccupato ecc..io sono fuori..posso fare ricorso o ripresentare la domanda?

  • loredana 2 dicembre 2009 at 16:39

    qual è il sito per vedere il reddito minimo garantito?

  • marco 28 novembre 2009 at 19:22

    Scusate io ho avuto dei seri problemi, dove si puo presentare ricorso?
    Grazie

  • Alessio 16 novembre 2009 at 18:25

    Ciao ragazzi, ma le gratuatorie della provincia di frosinone dove le trovo?
    Grazie, Alessio

  • Anonimo 15 novembre 2009 at 20:33

    scusate ma devo dire la mia. sono una persona che vuole lavorare tra l’altro disabile pultroppo mi succede che trovando lavori piccoli di manovalanza aqll’inizio va tutto bene, poi dopo un po di tempo per i mie doisturbi devo mollare, anche pwerchè pesanti, poi lavori leggeri dove possono assumere non ce ne sono o non te li danno. quindi vivo giorno per giorno facendo il volontario alla CARITAS appoggiandomi a casa dei miei tra l’altro pensonati minimi, oppure per un po dai miei fratelli, anche per non pesare del tutto, quindi vivo con uno e altro, ora dico avendo quasi quarantaquattro anni, e da un po di tempo salute quasi discreta, posso avere anch’io il diritto di crearmi una piccola convivenza e un po di compagnia? non so ditemi voi come ci si potrebbe sentire a cinquanta anni da soli senza un minimo di autonomia…. io queste cose le vedo ogni giorno alla CARITAS dove faccio volontariato,m e posso dirvi che se inizio a pensarci mi vengono i BRIVIDI con un PANICO PAUROSO CARI SIGNORI questo oltre ad essere un piccolo appello sarebbe anche una richiesta di aiuto, SIAMO ANCORA ITALIANI O NO!

  • alessandra 15 novembre 2009 at 17:51

    voglio sapere se sono entrata nella gradatoria

  • silviaviterbo 15 novembre 2009 at 14:40

    siamo al 15 novembre e non si sa ancora niente del reddito minimo garantito per fortuna doveva essere una cosa sbrigativa……

  • carmela molinaro 29 ottobre 2009 at 12:22

    vorrei sapere se la graduatoria della domanda del minimo reddito garantito è già uscita. si può vedere su intrnet? grazie

    • venon_it 30 ottobre 2009 at 14:45

      ciao ragazzi vorrei anch’io sapere se la graduatoria è già online, ho letto sul sito della provincia di Roma che esce dal 5 novembre…però quì si parla del 25 ottobre…aiutooo qualcuno sà?

  • mario 23 ottobre 2009 at 23:58

    ciao ho 35 anni mi sono sposato da poco ed vivo con i miei genitori a casa loro perche non mi posso permetere una casa in affitto assendo speso senza lavoro mia moglie non lavora a casa lavora solo mio padre..io ho un redito sotto i 8.000 euro ho fatto pure isse ed e 5.500 euro. puo interferire questo sulla graduatoria?io abbito a latina ma fin addesso non escono le graduatorie dove mi posso informare….spero in una vostra risposta.Distinti saluti mario

  • ketty 79 20 ottobre 2009 at 18:54

    salve,ho 30 anni e ho fatto anch’io richiesta per il reddito minimo garantito,il prossimo anno mi sposo posso usufruire ugualmente di questo sostegno essendo che il mio futuro marito ha un lavoro a tempo indeterminato….da premettere che io sono disoccupata!grazie aspetto risp.

    • theDRaKKaR 23 ottobre 2009 at 01:17

      il RMG riguarda solo te, è personale. La graduatoria si forma sui dati ISEE per chi li ha inseriti (chi non li ha inseriti viene considerato con il “massimo” reddito ISEE).

      Comunque sia, il reddito, se ti verrà assegnato, decadrà solo se avrai un lavoro con un reddito superiore agli 8000 euro annui (in caso di lavoro con reddito inferiore agli 8000 euro annui, il RMG viene abbassato fino a integrare quello da lavoro, per raggiungere gli 8000 euro annui).

    • theDRaKKaR 23 ottobre 2009 at 01:19

      errata corrige: la graduatoria viene formata sui dati ISEE solo in caso di parità tra gli ammissibili

      es. tu hai lo stesso punteggio di un altro ammissibile, ma lui non ha compilato il campo ISEE e tu sì: vieni prima tu

      il campo ISEE però non dà punteggio, è solo una discriminante in caso di parità

      spero si sia capito :-)

  • gabriella 15 ottobre 2009 at 18:21

    grazie mille aspetto tue notizie.. =)

  • c0cc0bill 15 ottobre 2009 at 15:37

    Le graduatorie di coloro che hanno fatto domanda per “Il reddito minimo” promosso dalla Regione Lazio, saranno pubblicate entro il 25 ottobre 2009. Inizialmente la data fissata era il 15 ottobre, ma evidentemente 15 giorni sono risultati troppo pochi per stilare la graduatoria finale.Non appena saranno pubblicate, ne daremo notizia.

  • gabriella 15 ottobre 2009 at 14:58

    qual’è il sito x vedere gli ammessi alla lista del reddito minimo garantito?

  • loredana 10 ottobre 2009 at 09:41

    ho telefonato ieri al numero verde della reg. lazio e mi hanno detto che la graduatoria provv x redd min garan esce oggi 10 ottobre 2009, è così grazie

    • Anonimo 12 ottobre 2009 at 19:58

      ma dove? a latina sicuro che no

  • loredana 10 ottobre 2009 at 09:37

    mi chiamo loredana, e ho presentato la domanda x redd min gar ho 44 anni, vorrei sapere se ogni anno si deve presentare la domanda oppure, visto ke fra poco compio 45 anni non ne avrò più diritto. cmq il limite x l’età non mi sembra sia giusto.

  • daniela 2 ottobre 2009 at 09:26

    scaduti i termini per la consegna della domanda al reddito minimo garantito,oggi siamo al 2 di ottobre,mi sapete dire qual’è il sito dove posso vedere le graduatorie provvisorie? Abito a Fiano Romano in provincia di Roma. Grazie per l’aiuto,cordiali saluti.

    • laura 2 ottobre 2009 at 12:54

      scaduti i termini per la consegna della domanda al reddito minimo garantito mi sapete dire qual’è il sito dove posso vedere le graduatorie provvisorie?grazie mille

    • laura 2 ottobre 2009 at 13:05

      OK,dopo il 15.10.2009 entrate sul sito della Provincia di Roma e controllate la graduatoria!!! oppure al 0645499898. Auguroni!

    • informo 2 ottobre 2009 at 13:32

      per la graduatoria del reddito minimo garantito dobbiamo telefonare al 0645499898 oppure visualizzarla sul sito della Provincia di Roma, ma sempre dopo il 15 ottobre 2009.

  • maury ma questi 580 euro sono x adesso 25 settembre 2009 at 11:06

    ma questi 580 euro sono x adesso o x tutti i mesi?

  • gabriele 24 settembre 2009 at 00:49

    Mi è sembrato che questa cosa sia una vergogna perchè aveva messo il limite dell’età. pensa un pò che io ho un solo stipendio per pagare affitto e mantenere mia convivente disoccupata e figlia disabile come me e mia convivente, che lei ha 26 anni e non ha il diritto di prendere. Dovremo continuare a fare i sacrifici mentre altri prendono i soldi provenienti dalle tasse che ho pagato tanto!
    Sembra che 30 anni sia come “maggiorenne”, è una vergogna!

  • giovanni 21 settembre 2009 at 19:17

    ho 43 anni e sono disoccupato pero’ sono iscritto al collocamanto da circa 6 mesi,ho un figlio di 11 mesi che vive insieme alla mia compagna a casa della mamma invalida al 100%con accompagno lei ha un reddito di 5600 euro abbiamo diritto entrambi al reddito minimo garantito? Io ho lavorato sempre come indipendente per questo motivo sono disoccupato da sempre.la mia disoccupazione vale dal momento dell’iscrizione al collocamento? grazie per la risposta

  • mariarita 18 settembre 2009 at 16:07

    sono disoccupata dal 97 iscritta al collocamento nucleo familiare 4 persone reddito 14000euro anni 45 ho diritto al reddito minimo garantito.

  • marcella 17 settembre 2009 at 15:21

    mi sembra di leggere qualcosa nel testo di legge che esclude la possibilità per i lavoratori autonomi di ottenere tale beneficio, è così?

  • marcella 17 settembre 2009 at 00:46

    io e mio fratello siamo residenti allo stesso indirizzo, lo stato di famiglia quindi include anche lui, come devo comportarmi per il reddito isee? incide il suo reddito nella determinazione della graduatoria? Posso fare domanda io che sono libera professionista ma ho fatturato solo 4000 euro nel 2008?

    • c0cc0bill 17 settembre 2009 at 06:22

      Può fare senz’altro domanda.

      L’indicatore della situazione economica equivalente sarà certamente influenzato dal reddito percepito da suo fratello.

      E influenzerà, è inevitabile, la sua posizione in graduatoria rispetto a richiedenti che avranno il medesimo punteggio in relazione agli altri requisiti.

  • Marco 12 settembre 2009 at 12:38

    Volevo sapere se mia moglie che risulta disoccupata può fare la domanda di reddito minimo, o meglio, lei inquanto coniugata fà parte del mio reddito? Grazie.

    • c0cc0bill 12 settembre 2009 at 17:00

      La moglie rientra nel nucleo familiare del coniuge per quel che riguarda il computo del reddito ISEE.
      Ciò nondimeno può fare domanda. Il reddito ISEE influirà sulla posizione in graduatoria (a parità di altre condizioni).

  • alberto 8 settembre 2009 at 22:02

    salve,
    cosa bisogna scrivere nella casella del punto 5?
    nessuno è riuscito a spiegarmelo con certezza negli sportelli appositi, chi dice l’età, chi dice di barrare… la grandezza della casella è diversa da tutte le altre! Grazie

  • Fiamma 7 settembre 2009 at 16:06

    Ma l’iscrizione al collocamento dello spettacolo non vale ai fini della domanda per il Reddito minimo garantito?
    Cerco lavoro come assistente ai costumi, quindi mi sono iscritta in quella lista, che fino al 2008 era obbligatoria per chi voleva lavorare in questo campo.Ho tutti gli altri requisiti ma ho visto che non è tra i centri per l’impiego elencati.
    Ringrazio chi mi sa rispondere!

    • c0cc0bill 7 settembre 2009 at 16:11

      Vi invito comunque a leggere le informazioni contenute sul sito della Regione Lazio relative al reddito minimo garantito.

      Ci sono numerosi commenti chiarificatori di altri lettori che hanno già presentato domanda e che spesso sanno rispondere.

  • Laura 7 settembre 2009 at 05:21

    Durante il week end, leggendo e rileggendo le Istruzioni per la compilazione, tutti i Campi da riempire e confrontandoli con il Testo Integrale della Legge Regionale n. 4 del 20 marzo 2009 (così come pubblicata nel BURL n.12 del 28 marzo 2009), mi sono accorta che c’è un errore (che, da navigata Grafica Pubblicitaria, attribuirei senz’altro all’atto della stampa, non senza chiare responsabilità di chi aveva il compito di correggere le bozze e poi di rileggere il tutto…) nella contrassegnazione con l’asterisco di una voce facoltativa anziché di quella obbligatoria del rigo sopra.

    Mi spiego meglio:

    Nell’Art. 4 (Soggetti beneficiari e requisiti) ;
    nel Comma 1, Punto a) si da come indispensabile lo Stato di Disoccupazione (testimoniato dalla Iscrizione in un Centri per l’Impiego), SENZA limiti di tempo, ovvero basta che si sia già Iscritti alla data di presentazione della domanda.
    Nello stesso articolo, al Comma 2, Punto a) si da come obbligatoria per l’accesso alla prestazione la Residenza nella Regione da almeno 24 mesi.

    Ebbene, se confrontate questi presupposti con il Modulo da compilare per presentare domanda, vi accorgerete che l’asterisco usato per contrassegnare i campi obbligatori, si trova alla fine della dicitura “Possesso dello stato di soccupazione da più di 24 mesi” (che è un requisito facoltativo utile solo ai fini di un maggior punteggio in graduatoria), ed è invece assente alla fine della dicitura “Residenza nel territorio della regione Lazio da almeno 24 mesi”, che si trova al rigo sopra, ed è un requisito fondamentale per accedere al credito.

    Io consegnerò ugualmente la Domanda, così come pure mio marito, perché siamo entrambi disoccupati in questo momento, ed io sono incinta di 8 mesi…
    A tal proposito certo non mi sorride l’idea che nella graduatoria non possiamo ambire ad un punteggio che superi le 11 unità, semplicemente perché non possedendo Reddito non possiamo barrare alcuna casella che riguardi altri disagi del nucleo familiare… mi piacerebbe soltanto conoscere, di persona, coloro i quali, potendo accedere al Reddito e dichiarando quindi di non aver guadagnato più di 8000 euro nel 2008, presenteranno documentazione inerente familiari a carico, disabili, emergenza abitativa, ecc.
    Vorrei chiedere a queste persone come sono riuscite a sopravvivere… perché noi ci stiamo riuscendo solo grazie ai soldi che parenti ed amici ci hanno regalato per le nostre nozze!

    • c0cc0bill 7 settembre 2009 at 06:07

      Grazie Laura per il prezioso contributo. Ieri sera ero assente e mi spiace se sei dovuta restare in lista di attesa.

      Da ora puoi inserire commenti ogni volta che credi. Verranno visualizzati in tempo reale.

      Ti saremmo grati se potessi dare qualche valida indicazione anche a coloro che hanno inserito in quel post i loro commenti.

      Grazie ancora per la collaborazione.

  • luciano 11 agosto 2009 at 15:19

    hò 39 anni e hò capito fino adesso che in politica si fanno tante di quelle chiacchiere inutili per quando riguarda aiutare le famiglie disagiate e specialmente se c’è un invalido come me al 78%.sono 20 anni che sono disoccupato ed hò moglie e figlio di 19 mesi e tiriamo avanti di elemosina da parenti e amici.a proposito del bonus bebè hò fatto domanda a marzo 2008 fino ad oggi non hò visto neanche l’ombra di questi soldi(500.00euro)figuriamoci per il reddito minimo.

    • Laura 7 settembre 2009 at 05:27

      Devo credere che non ha mai lavorato nemmeno tua moglie? Dai, su, diciamo piuttosto che siamo costretti a lavorare in nero e che questo ci toglie tanti diritti e che non riusciamo a farci rispettare perché dobbiamo per forza accettarlo, visto che la pagnotta non ce la regala nessuno… piuttosto mi permetto di dirti che facendo la domanda per il reddito minimo con il figlio minore, l’invalidità e la disoccupazione da più di 24 mesi dovresti avere un ottimo punteggio in graduatoria (fidati, sono una suoer esperta di questa legge). Certo però dipende dal reddito del 2008 di tua moglie…

  • armanda 11 luglio 2009 at 13:25

    molti in italia il reddito minimo per arrottondare la pensione o lo stipendio o una remunerazione precaria lo trovano e sapete come? Basta andare ad applaudire negli spettacoli televisivi e associare anche un po’ di divertimento! ma anche li’ e difficile andare devi conoscere! e…i pagamenti l’anno dopo!

  • maria 11 luglio 2009 at 13:23

    molti in italia il reddito minimo per arrottondare la pensione o lo stipendio o una remunerazione precaria lo trovano e sapete come? Basta andare ad applaudire negli spettacoli televisivi e associare anche un po’ di divertimento! ma anche li’ e difficile andare devi conoscere! e…i pagamenti l’anno dopo!

  • maria 11 luglio 2009 at 13:13

    dimenticavo forse mio figlio non avra’ diritto al redd min garant perhe’ come tutti gli altri che vivono in famiglia hanno la sorella che lavora, il fratello che lavoricchia, il papa’ che ha il posto fisso e la mamma pure? insomma cosa c’entrano gli altri componenti familiari? e lo stato patrimoniale? illavoro o il reddito minimo non risolvono solo l’aspetto economico ma anche quello morale e sociale! Ma occorre uno psicologo per spiegarlo? Ma forse ci si fida troppo degli statistici! La fascia d’eta’ 30-44 va abolita chiedete aglia altri paesi europei!!!!!!!1

    • graziella 28 luglio 2009 at 09:17

      la fascia età stabilita dalla regione è più favorita dai datori di lavoro invece che devono dire ultra 50-enni che hanno perso il lavoro e per trovare nuovo possibilità zero?Magari hanno anche i figli minorenni a carico e non hanno superato il limite del reddito stabilito?

    • Laura 7 settembre 2009 at 05:30

      Beh, insomma signora mia, con questi presupposti si spera che suo figlio, anziché campare col contributo della Regione, si trovi presto un lavoro! Certo, però, con due genitori col posto fisso… ci stiamo a lamentare perché non ci rientra? Boh…

  • maria 11 luglio 2009 at 13:02

    mio figlio 24enne disoccupato quando dovrebbe avere diritto al redd min garant? in quattro anni la scuola statale lo ha fatto lavorare un mese l’anno, quando gli faceva piu comodo in settembre prima dell’arrivo degli aventi diritto al collocamento! gli aventi diritto con l’isee piu’ basso! Ma quanti nell’isee hanno messo l’estratto conto bancario o postale al 31 12 come previsto? i caf l’hanno applicato a pochi.

    • Laura 7 settembre 2009 at 05:32

      Suo figlio non avendo ancora 30 anni non può accedere. Per quanto riguarda il saldo del c/c al 31/12/2008 sarà compito poi del Centro per l’Impiego, qualora si superi la fase della graduatoria e si rientri nel diritto di percepire il famigerato reddito, di verificare, carte alla mano, quanto dichiarato al momento della domanda, ISEE del CAF compreso!

  • Piero 8 luglio 2009 at 09:50

    ma per chi ha meno di 30 e più di 44 anni, ed è disoccupato/a, c’è qualche forma di sostentamento o possibilità di lavorare (lo so che è una parola grossa di questi tempi!!!!!!!!!!!!)?
    grazie e complimenti per l’aiuto, la professionalità e tutto il resto…
    Grazie
    Piero

    • Laura 7 settembre 2009 at 05:35

      Ci si deve rivolgere al Centro per l’Impiego e chiedere di stipulare con loro un PATTO individuale, anche conosciuto come PAI (Piano di Azione Individuale). Verrà fissato un appuntamento attraverso il quale, dopo colloquio conoscitivo, curriculum e verifica delle competenze, viene stipulato un vero e proprio Patto dove il Centro si impegna a sottoporti una serie di proposte lavorative che potrai accettare se confacenti a quanto emerso nel tuo profilo lavorativo. Tutto chiaro?

  • Simona 30 giugno 2009 at 10:43

    dove posso trovare i moduli? Dove li devo presentare? Ho 31 anni e rientro nei requisiti previsti.

    • weblog admin 30 giugno 2009 at 13:19

      Non sono ancora state fissate le modalità di presentazione delle domande. Appena si saprà qualcosa provvederemo a pubblicalo.

    • Simona 1 luglio 2009 at 12:04

      oggi sono andata al municipio ma ancora non ci sono i moduli. quando li possiamo prendere?

    • Anonimo 2 luglio 2009 at 17:47

      Il mistero dei moduli? Ma per monitorare l’uscita possibile che bisogna chiamare tutti i giorni?
      Li faranno uscire il giorno di ferragosto?

    • Laura 7 settembre 2009 at 05:36

      Se sei residente nel Comune di Roma li trovi all’URP del tuo Municipio di appartenenza. Altrimenti negli Uffici Postali.

  • anna 17 giugno 2009 at 15:00

    L’iniziativa è lodevole, ma ingiusta e sbagliata in quanto nella nostra società, ha piu’ difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro una over 45, io nonostante ho un titolo di studio e sia inoccupata sola con una bimba di 9 anni a carico, ho meno possibilità di un trentenne….
    Quali sono i criteri per escludere chi ha piu’ difficoltà e problemi a trovare lavoro in considerazione di età anagrafica?
    Anna

    • antonio 6 luglio 2009 at 22:13

      Gli esclusi dovrebberò fare ricorso al tribunale amministrativo regionale e alla corte costituzionale poichè la deliberà pone dei limiti di età per fare domanda di reddito minimo… in alternativa si potrebbe chiedere al commissario di stato per la regione lazio di fare lui ricorso…

  • piera 14 giugno 2009 at 09:01

    con le tempistiche del nostro Paese ed il fatto che sono tutti una manica di ladroni, uno nel frattempo è già morto di fame e in ogni caso fa in tempo ad invecchiare e non riuscire mai a far parte delle graduatorie. Ridicolo stabilire solo fino a 44 anni e non sotto i 30. Chissà, forse sono di meno come quantità? ed il trovare lavoro alle persone? non funziona e ti trattano pure male!

    • weblog admin 14 giugno 2009 at 09:14

      Che dirti, Piera: avranno fatto ricerche di mercato e/o sondaggi.

      Si sarà forse scoperto che nel Lazio, quelli che dichiarano un reddito imponibile minore di 8000 euro e che votano PDL, sono i soggetti di età compresa fra i 30 ed i 44 anni.

      Berlusconi docet … le leggi devono essere ad personam oppure finalizzate a fiaccare la concorrenza!

    • Laura 7 settembre 2009 at 05:37

      Si, la scelta della fascia di età è frutto di una indagine statistica ben precisa.

  • michela 11 giugno 2009 at 16:31

    avrei una domanda…ma gli under 30 precari o disoccupati hanno diritto a qualcosa?
    grazie

    michela

    • weblog admin 11 giugno 2009 at 16:33

      Per ora nulla è previsto.

    • iris 30 giugno 2009 at 15:04

      Che grande buffonata!!!
      Ho 27 anni, laureata ma disoccupata e senza un soldo in tasca…speravo di “provare” almeno questo…visto che è stato bloccato persino il sussidio straordinario chiesto agli assistenti sociali! E’ uno schifo…io come mangio? Devo ancora lemosinare a parenti e amici?
      E’ uno schifo!!! Il limite dell’età non deve esserci! Il mio reddito annuo non arriva a 10 euro figuriamoci a 8000! Ma intanto non gliene importa niente a nessuno!
      Scusate lo sfogo ma sono indignata!

    • Laura 7 settembre 2009 at 05:41

      L’Assegno di Disoccupazione spetta a chiunque abbia lavorato per un tot di tempo, in regola, puoi leggere sul sito dell’INPS alla voce “Assegno di Disoccupazione”. Mentre per gli Inoccupati ti consiglio di rivolgerti al Centro per l’Impiego e chiedere di sviluppare un Piano di Azione Individuale, cioè di voler stipulare un PATTO con loro. C’è una stanza apposta per questo genere di cose. Ad ogni modo, gli strumenti ci sono, dobbiamo mobilitarci per conoscerli. Tutto qui

  • lory 10 giugno 2009 at 21:37

    Ma questi benedetti moduli per fare la domanda?Io spero che ci sra’ la possibilità di fare la domanda on line per evitare di vedere file di poveracci svenimenti e lotte tra poveri per accapararrasi un posto..

  • Raffaella 9 giugno 2009 at 14:11

    L’iniziativa è lodevole; non c’è dubbio.

    Mi chiedo però come possono fare gli over 45.

    Dovranno aspettare un anno e sperare di essere inseriti il prossimo?

    Gli over 45, soprattutto le donne, sono quelli che incontrano maggiori difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro.

    Quali sono le iniziative a loro favore? Chi li tutela?

    Io sto provando da tanto tempo ad aiutare una signora (oggi cinquantenne) a trovare lavoro, ma invano.

    Si è perfino sentita rispondere dal collocamento: <>

    Con la terza media e pur tanta voglia di fare, è destinata a rimanere senza niente.

    Dove sono le istituzioni?

  • rosaria zarri 7 giugno 2009 at 18:37

    Per informazioni sulla legge regionale per il reddito minimo garantito per disoccupati, inoccupati e precari tra i 30 ed i 44 anni iscritti ai Centri per l’Impiego chiama il numero verde 800012283.

  • piero marrazzo 1 giugno 2009 at 16:00

    Un sostegno concreto a tante persone che perdono il posto di lavoro e rischiano di pagare più di tutte le altre gli effetti della crisi economica.

    Con l’approvazione avvenuta oggi in Giunta (29/5/2009 n.d.r.) – ha detto il presidente Piero Marrazzo – del regolamento attuativo della nuova Legge sul reddito minimo, il Lazio si pone all’avanguardia su un tema di fondamentale importanza per migliaia di famiglie.

    Abbiamo individuato una fascia di età compresa tra i 30 e i 44 anni, quella in cui non è certo facile ricominciare in poco tempo senza fonti di reddito adeguate alle spalle; quella in cui ritrovarsi improvvisamente senza un sostegno economico sufficiente può rapidamente far scivolare tutta la propria famiglia nella povertà.

    E’ in momenti come questi – ha concluso Marrazzo – che le istituzioni devono farsi sentire accanto ai cittadini, in particolare a quelli più in difficoltà, e la Regione Lazio lo ha fatto per prima in Italia. Questo è il secondo impegno mantenuto tra i 39 stabiliti nel nostro patto con i sindacati firmato nelle scorse settimane




Cerca