Recupero mensilità INPS parente deceduto

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Sono stata contattata dalla Posta per il rimborso di un rateo di pensione riscosso dopo la morte di mia zia.

La zia è deceduta nel febbraio 2001. Avevamo all’epoca un conto postale cointestato tra la suddetta e mia madre.

Il conto è stato estinto all’incirca nel 2004.

Adesso, secondo l’ufficio postale, pare che dobbiamo restituire due mensilità accreditate successivamente alla morte della zia.

Ora, a parte che non ricordo, e mi sembra strano, di aver avuto questi soldi, non abbiamo nemmeno più documenti relativi al conto postale per fare una verifica.

L’Inps, peraltro, non ci ha comunicato niente di tutto questo.

Come ci dobbiamo comportare?

Non è caduto in prescrizione dopo tutti questi anni l’eventuale credito riscosso?

La discussione continua in questo forum.

11 Agosto 2010 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Rateo pensione del padre deceduto - Perchè gli eredi devono restituire quanto erogato in più per errore dell'INPS?
Mio padre è deceduto a ottobre 2016: l'INPS a dicembre 2017 manda lettera agli eredi per avere indietro parte di pensione erogata in eccesso per errore dello stesso istituto, a partire del 2007, quindi 10 anni buoni. Cosa bisogna fare? Perché dobbiamo pagare noi se ha sbagliato INPS? E dopo 10 anni non è caduta in prescrizione? ...

La prescrizione degli indebiti INPS percepiti dal pensionato deceduto e richiesti agli eredi
Ricevo ieri da INPS una lettera (datata 23 maggio 2019) con la quale comunica che la mia suocera, deceduta a fine 2011, ha percepito somme che non le spettavano nel periodo 1/1/2008 - 31/05/2011. Questo non è da imputare alla suocera (maestra elementare) che ha sempre dichiarato tutto e in modo corretto, ma ai calcoli INPS e, forse, modifiche alle soglie di reddito. Ovviamente, pagheremo il dovuto. La sola domanda che vi pongo è: nel periodo indicato 17 mesi sono oltre 10 anni, gli altri 24 entro i 10. Vale la prescrizione decennale per i primi 17. Se è così ...

Recupero crediti Inps su eredi del pensionato deceduto
Quando l'indebito percepito dal pensionato deceduto risulti conseguente alla omessa o incompleta segnalazione, da parte dell'interessato, di fatti incidenti sul diritto o sulla misura della pensione, che non siano già a conoscenza dell'Istituto, L'INPS procede al recupero delle somme indebitamente percepite, senza alcuna limitazione temporale, in quanto la omissione viene in sostanza equiparata dal legislatore al dolo, il che ne consente in ogni caso la recuperabilità. Ed infatti, i termini di prescrizione decennali del credito decorrono, qualora l'indebito sia da ricollegare a situazioni che devono essere comunicate dal pensionato, dalla data della comunicazione stessa. Vengono ricompresi nel comportamento doloso - ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su recupero mensilità inps parente deceduto. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)