Recupero credito dagli eredi del defunto e ricevuta raccomandata

Ho ricevuto una raccomandata da un avvocato per il recupero credito di un effetto cambiario

Ho ricevuto una raccomandata da un avvocato per il recupero credito di un effetto cambiario con scadenza 05/1990, firmato da mio padre (defunto). Mi intima a pagare 1500 € (senza prospetti dettagliati) entro 10 gg.

La banca pop. di Crotone che aveva fatto il prestito a mio padre nel frattempo è diventata Banca Popolare del Mezzogiorno, mio padre è defunto nel 2000 (senza lasciare nulla) e sono passati 12 anni dalla scadenza della cambiale come devo comportarmi?

E’ ancora presto per il recupero credito dei 1500 euro vantati nei confronti del defunto

Se proprio vuole rispondere, può ricordare al sedicente “creditore” che Babbo Natale passa a dicembre e la Befana il 6 gennaio.

Quindi, è ancora un pò presto per il recupero credito dei 1500 euro.

26 Settembre 2012 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Spese funerarie e imposte pagate dagli eredi sul saldo di conto corrente del defunto - L'imponibile presunto per il calcolo della tassa di successione
Ho ricevuto in eredità da mio zio (in quanto figlia di un suo fratello deceduto), un terzo dell importo del suo conto corrente: in fase di successione detto importo é stato gravato del 10% di presunzione e successivamente del 6% di imposte. Ora mi chiedo se le spese del funerale che ammontano a 4000 euro fossero state prelevate direttamente dal conto corrente dello zio defunto, io avrei avuto un importo minore sul quale calcolare le imposte? ...

Ritirare una raccomandata indirizzata al defunto, dichiarandosi erede, viene considerata come accettazione tacita dell'eredità?
In questi giorni mi è capitato di ritirare una raccomandata avente destinatario mio padre (defunto). Al momento del ritiro, il dipendente delle poste mi ha fatto compilare una dichiarazione sostitutiva (o atto notorio adesso non ricordo il nome preciso) dove si dichiarava che io, in qualità di erede, ritiravo la raccomandata avente destinatario il defunto. Ritirando quindi la raccomandata si è avverata o meno un accettazione tacita? Vi informo anche che ho fatto la rinuncia all'eredità da quasi un anno. ...

Debiti del defunto - giudice competente per chiedere un decreto ingiuntivo nei confronti degli eredi
E' competente esclusivamente il giudice del luogo dove viene aperta la successione per le cause relative a debiti del defunto, purché proposte prima della divisione e in ogni caso entro un biennio dall'apertura della successione. La norma (articolo 22 del codice di procedura civile) nel prevedere la competenza del giudice del luogo in cui si apre la successione per le controversie relative ai debiti del defunto, si riferisce anche ad ogni azione personale per qualsiasi credito vantato nei confronti del defunto, a prescindere dalla causa o dal titolo da cui è sorto, ma pur sempre all'imprescindibile condizione che non sia ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su recupero credito dagli eredi del defunto e ricevuta raccomandata. Clicca qui.

Stai leggendo Recupero credito dagli eredi del defunto e ricevuta raccomandata Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 26 Settembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 9 Aprile 2018 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)