I consigli degli avvocati contro le pratiche di stalking delle società di recupero crediti

Anche le società di recupero crediti accusano le recente la crisi economica: le tasche dei cittadini, infatti, sono sempre più vuote, fatto che ha reso la riscossione molto complicata. Così, molto spesso, gli agenti recuperatori ricorrono a mezzi sempre meno ortodossi. Non si fanno scrupoli, ad alzare la voce, a minacciare l'intervento di esattori porta a porta o a preannunciare incombenti espropriazioni o pignoramenti immobiliari.

Inoltre, quando lo stalking telefonico diventa più incalzante, la ricerca spasmodica del debitore avviene presso luoghi dove dovrebbe essere assolutamente rispettata la privacy, come il posto di lavoro o l'abitazione di congiunti.

Per questo, per la difesa di ogni debitore e contro le l'ossessività delle società di recupero crediti, vogliamo offrirvi una serie di suggerimenti, redatti da avvocati, per poter cominciare a combattere la vostra battaglia senza ricorrere al pagamento di un legale.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Argomenti correlati

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su i consigli degli avvocati contro le pratiche di stalking delle società di recupero crediti. Clicca qui.

Stai leggendo I consigli degli avvocati contro le pratiche di stalking delle società di recupero crediti Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 31 luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria privacy e dignità debitore Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • Anonimo 29 novembre 2018 at 23:10

    Buongiorno.
    Una agenzia di riscossione crediti
    mi ha minacciato di chiamare il direttore di una piccola orchestra dove presto incarico di musicista.
    Non aveva necessità di farlo perché aveva il mio numero di telefono e quindi non doveva attingere informazioni su come rintracciarmi.il giorno dopo la minaccia si è concretizzata. Infatti sono stato avvisato dal direttore dell’orchestra che mi comunicava di essere stato contattato da una agenzia recupero crediti.
    I dati del rapporto tra me e l’orchestra sono stati visualizzati su facebook. A parte le numerose chiamate il tutto per un ritardo di una sola rata che era stata pagata 2 giorni prima delle minaccie.
    Si configura il reato di stalking?

    • Ludmilla Karadzic 30 novembre 2018 at 05:18

      Sicuramente, se non addirittura l’estorsione. Dovrebbe sporgere denuncia alle forze dell’Ordine.



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca