Recupero crediti e saldo stralcio per rientrare con finanziamento

Indice dei contenuti dell'articolo


La società di recupero crediti ha contattato il garante

Un debito di un finaziamento mai saldato del 2002 è stato ceduto da una finanziaria ad un altra per il recupero crediti. Quando è stato fatto il finanziamento ha firmato un garante.

Ora la società di recupero crediti ha contattato il garante il quale ha negato la disponibilità economica per il saldo, l'operatore allora ha telefonato all'intestatario del debito dicendogli che se versava una rata da 600 euro il debito sarebbe passato da 21000 euro a 12.000.

Questo è possibile? Che senso ha?

Inoltre minacciava se non si veniva ad una transazione di pignorare la madre del debitore perchè nel 2002 la partita iva (del debitore oramai chiusa da anni ed ora residente da un altra parte) aveva come domicilio la madre.

Recupero crediti e saldo stralcio

Gli accordi a saldo e stralcio non si concludono al telefono, ma con proposte e contratti scritti su carta, nero su bianco.

Io al posto dello studente improvvisatosi addetto del recupero crediti di call center, avrei senz'altro richiesto i soldi al garante. Poco importa se si egli dichiara non disponibile (la cosa fa un po' sorridere - magari bastasse dichiararsi indisponibili).

Sorvolo sulla circostanza che, all'epoca, debitore e madre avessero lo stesso domicilio ...

20 Novembre 2012 · Marzia Ciunfrini


Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Recupero crediti - L'accordo a saldo stralcio non integra una transazione novativa
Spesso il debitore perfeziona con il creditore (banca, finanziaria o società di recupero crediti) un accordo transattivo a saldo stralcio che prevede un notevole abbattimento dell'importo originario dovuto (gravato dagli interessi di mora) ed un piano di rientro rateale. Capita, talvolta, che il debitore non riesca, comunque, a tener fede agli adempimenti concordati: la domanda che ci si pone è se, in questa ipotesi, egli è obbligato a rimborsare il debito originario oppure la somma fissata con l'ultimo accordo transattivo concluso. Sul tema, la giurisprudenza consolidata ha stabilito che deve essere qualificata novativa la transazione che determina l'estinzione del precedente ...

Accordo a saldo stralcio in caso di leasing
Il leasing è la tipologia di credito con la quale è più difficoltoso arrivare a transare un saldo e stralcio, in quanto la società erogante ha il coltello dalla parte del manico, costituito dalla possibilità di recuperare il bene velocemente - e se il debitore rifiuta di riconsegnarlo c'è la possibilità di denuncia per appropriazione indebita -. Questo fintanto che la pratica è ancora viva. Dopo la riconsegna del bene, se rimane (e spesso così è) un residuo di debito, in quel caso la trattativa diventa più probabile. Se il saldo stralcio è difficoltoso, maggiore accoglimento potrebbe trovare, in questo ...

Accordo a saldo stralcio e liberatoria per cancellazione dalla CRIF - errori da non commettere
Sono stata segnalata al CRIF come cattiva pagatrice (ho saltato 4 rate da pagare) ma poi ho liquidato tutto alla società finanziaria in un unica soluzione, (questi mi avevano assicurato che non ero stata segnalata) ebbene dopo 1 anno mi è arrivato un avviso di pagamento di 161.00 euro per spese legali e interessi. Adesso non risulto più nell'elenco dei protestati, risulto nell'elenco “dei ritardatari nei pagamenti a rate” (4 rate), che, come ho appena scritto, ho liquidato il mio debito con un anno di anticipo. Come devo fare per farmi cancellare dall'elenco dei ritardatari? Coloro che vengono segnalati alla ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su recupero crediti e saldo stralcio per rientrare con finanziamento. Clicca qui.

Stai leggendo Recupero crediti e saldo stralcio per rientrare con finanziamento Autore Marzia Ciunfrini Articolo pubblicato il giorno 20 Novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 2 Febbraio 2017 Classificato nella categoria recupero crediti - domande e risposte