Recupero crediti sul coniuge - La comunione si riferisce ai beni acquistati durante il matrimonio e non a quelli portati in dote

Per la cifra in gioco, non avrebbe nemmeno dovuto sprecare del tempo a porre il quesito: infatti la società di recupero crediti non potrebbe agire sui beni del coniuge anche in comunione ed anche per 100 mila euro.

Per il semplice motivo che la comunione si riferisce ai beni acquisiti durante il matrimonio, non a quelli portati in dote.

19 ottobre 2012 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca